AJ and The Queen, il trailer italiano della serie comedy con RuPaul

Dal 10 gennaio 2020, su Netflix arriva RuPaul nei panni della drag queen Ruby Red in AJ and The Queen. Il trailer italiano della serie, tra coreografie spettacolari e dialoghi esilaranti, è più che promettente!

Ormai manca poco al debutto di AJ and The Queen su Netflix. La serie comedy con RuPaul, ideata da lui stesso in collaborazione con Michael Patrick King (Sex and The City), approderà sulla nota piattaforma streaming il 10 gennaio 2020 con 10 episodi scoppiettanti.

Il trailer italiano è stato divulgato da Netflix proprio in queste ore e presenta al pubblico Ruby Red e il suo sfavillante mondo di paillettes, senza risparmiare i momenti difficili del dietro le quinte.

Come vi avevamo già anticipato, AJ and The Queen racconta la storia di una drag queen (Robert Lee, alias Ruby Red) caduta in disgrazia a causa di un amore sbagliato e della sua rinascita sul palco. Ruby viaggerà per gli Stati Uniti, esibendosi in performance straordinarie, con lo scopo di raccogliere i soldi necessari ad aprire un club tutto suo.

A farle compagnia c'è AJ (Izzy Gaspersz), una bambina di circa 10 anni figlia di una mamma "complicata" a cui Ruby finirà per fare da genitore.

Nel trailer, Ruby e AJ si scambiano battute taglienti e brillanti, ed è evidente che sia proprio il loro rapporto il punto di forza della serie. 

C'è grande entusiasmo per l'esordio di AJ and The Queen. RuPaul, che in questi giorni ha posato come prima drag queen sulla cover di Vanity Fair, ha dichiarato: "Questo show è spigoloso e parla di alcuni temi oscuri. Era qualcosa che desideravo davvero esplorare, per dimostrare a me stesso che non sono morto dentro".

Riferendosi al lavoro portato avanti con Michael Patrick King ha aggiunto:

La nostra umanità, le nostre risate, il nostro senso dell'ironia, la moda. Qualunque cosa. È tutto lì dentro. Non potrei essere più orgoglioso.

Ricordiamo che in AJ and The Queen con RuPaul e Izzy Gaspersz ci saranno anche Josh Segarra, Michael-Leon Wooley, Katerina Tannenmbaum e Tia Carrere.

Leggi anche

      Cerca