Ghostbuster: Legacy, fan notano le somiglianze del trailer con Stranger Things

Sony Pictures I protagonisti di Ghostbuster: Legacy

Molti fan non hanno apprezzato la nuova direzione intrapresa dal franchise.

Ghostbuster: Legacy arriverà nei cinema durante l'estate del 2020 e sposterà l'azione in una piccola cittadina rurale, dove una famiglia farà ritorno per risalire alle proprie origini. Il primo trailer ha collezionato milioni di visualizzazioni su YouTube e i fan non hanno potuto fare a meno di notare la somiglianza con Stranger Things, aspetto che non è andato a genio a molti.

Diretto da Jason Reitman e prodotto da Ivan Reitman, il film racconta la storia di una madre single di nome Callie (Carrie Coon), che si trasferisce con i suoi due figli nella casa ereditata dal defunto padre, mai conosciuto. Si scopre tuttavia che il papà della donna era Egon Spengler, interpretato nell'originale Ghostbuster e nel suo seguito diretto da Harold Ramis (passato a miglior vita nel 2014). Ciò solleva però alcune domande: quand'è che Spengler ha avuto una figlia? E perché non faceva parte della sua vita? Dal momento alcuni attori del cast originale torneranno in Ghostbuster: Legacy, sarà importante ricevere le dovute risposte.

Come si può notare nel trailer, mentre i figli di Callie (Phoebe e Travis) esplorano la vecchia e inquietante dimora, scoprono l'identità del nonno e vengono a sapere degli Acchiappafantasmi. Il merito è anche del loro professore di scienze, interpretato da Paul Rudd. Insieme, si accorgeranno di uno strano evento soprannaturale nella piccola città e dovranno collaborare per sventare la minaccia degli spettri.

Effettivamente, guardando bene la clip è impossibile non notare le similitudini con Stranger Things: non solo perché Finn Wolfhard (il Mike Wheeler della serie Netflix) vestirà i panni di Travis, ma anche per la decisione di spostare la trama fuori dalla metropoli, per la presenza di un insegnante di scienze che ricorda (in parte) il professor Clarke e per la scelta di affidare le redini della storia a dei preadolescenti.

Più di qualcuno ha così espresso il proprio disappunto su Twitter, come è possibile notare nei cinguettii seguenti.

Cosa ne pensate del trailer? Vi è piaciuto o lo trovate troppo simile a Stranger Things?

Via: Gizmodo, Refinery92

Leggi anche

      Cerca