The Age of A.I., il trailer della docu-serie presentata da Robert Downey Jr.

Debutta il 18 dicembre 2019 su YouTube e promette un viaggio appassionante alla scoperta dell'enorme potenziale dell'intelligenza artificiale.

"Ehi Alexa, l'intelligenza artificiale come sta rimodellando il nostro mondo?". A questa domanda prova a rispondere Robert Downey Jr. nel trailer ufficiale di The Age of A.I., che potete vedere in apertura di questo articolo. La docu-serie, produzione di YouTube Originals, arriverà in streaming dal 18 dicembre 2019. La logline della piattaforma descrive il progetto, composto da 8 episodi, come "una ricerca approfondita sull'affascinante mondo della più grande trasformazione tecnologica nella storia dell'umanità".

La presenza dell'attore come narratore di questo viaggio dona un elemento di ironia e sfrontata irriverenza ad un argomento di strettissima attualità: il potenziale enorme dell'IA (anche economico: la società di consulenza McKinsey stima un +23% di crescita nel periodo 2017-2030 per un valore complessivo di 500 miliardi di euro) per cambiare il pianeta.

YouTube OriginalsRobert Downey Jr. nel trailer della docu-serie The Age of A.I.

Downey, che vedremo dal 30 gennaio 2020 tra gli animali di Dolittle, accompagna il pubblico alla scoperta di sorprendenti processi di automatizzazione: ogni episodio include interviste a scienziati, innovatori e visionari che sperimentano con la trasformazione tecnologica e a persone comuni la cui vita potrebbe essere cambiata per sempre dalle implicazioni e dall'automazione del lavoro dell'intelligenza artificiale.

La premiere del 18 dicembre focalizza l'attenzione soprattutto su Mark Sagar, uno dei pionieri dell'IA: direttore del Laboratory for Animate Technologies all'Auckland Bioengineering Institute, Sagar ha collaborato con Weta (il celebre studio di effetti visivi sfruttato da Peter Jackson per Il Signore degli Anelli) ed è fondatore e Ceo di Soul Machines, la start-up neozelandese il cui obiettivo è sviluppare dei "Digital Humans", ovvero delle intelligenze artificiali dalle fattezze umane (realizzate con un rendering digitale 3D) che possono comunicare senza alcun intoppo con uomini e donne in carne ed ossa.

YouTube OriginalsIl poster della docu-serie The Age of A.I.

Gli avatar di Sagar (come quello per il rapper will.i.am, tra i produttori della docu-serie) sono al centro di questo primo episodio. Nei successivi ci saranno altre tantissime testimonianze: molto attesa negli Stati Uniti è quella di Tim Shaw, l'ex giocatore di football della NFL che sta combattendo contro la Sla. Il linebacker non riesce più a parlare e sta collaborando con un team di Google per ripristinare la sua capacità di comunicazione, testando per la prima volta il prototipo di un progetto chiamato Euphonia.

Presentato nel corso della Google I/O, Euphonia è una delle sfide più ambiziose del riconoscimento vocale: con questo esperimento, l'azienda di Mountain View punta a fare in modo che l'intelligenza artificiale possa tradurre in parole le espressioni facciali e i piccoli cenni del volto di persone affette da Sla, sclerosi multipla e Parkinson o che sono state colpite da un ictus.

Prodotta da Network Entertainment con Team Downey e Sonar Entertainment, The Age of A.I. è un seriale documentaristico che vuole mostrarci l'IA come nessuno era mai riuscito prima.

Leggi anche

      Cerca