Daybreak: la serie è stata cancellata da Netflix dopo una stagione

Daybreak non avrà una seconda stagione: lo sceneggiatore Aron Eli Coleite ha svelato la decisione di Netflix di cancellare la serie dopo i primi 10 episodi.

Netflix ha deciso di non rinnovare Daybreak. La serie così chiude i battenti dopo un’unica stagione. A darne la notizia è il creatore Aron Eli Coleite (Star Trek: Discovery), che ha lavorato alla sceneggiatura dei 10 episodi insieme a Brad Peyton. 

Daybreak ha debuttato sul servizio streaming il 24 ottobre 2019, ma evidentemente i risultati non sono stati tali da consentire un rinnovo. La serie è ispirata all’omonima graphic novel di Brian Ralph e racconta di una catastrofe derivante dall’esplosione di una serie di bombe atomiche. 

La popolazione è stata decimata e il protagonista Josh è alla ricerca della sua ragazza Sam. La serie è dedicata a un pubblico di giovanissimi e ha come protagonisti un gruppo di adolescenti. Josh, infatti, mette in piedi una sorta di banda, costituita dalla 12enne piromane Angelica e dall’ex bullo Wesley. I tre cercano di sopravvivere a delle pericolose orde di Ghoulies, una sorta di zombie. 

Il cast includeva Colin Ford (Josh), Austin Crute (Wesley), Sophie Simnett (Sam), Alyvia Alyn Lind (Angelica) e Matthew Broderick (signor Burr/Barone Trionfante). 

Nell’annunciare il mancato rinnovo, Aron Eli Coleite ha ringraziato quanti hanno seguito la serie: 

La settimana scorsa abbiamo appreso che Daybreak non tornerà per una seconda stagione… grazie per aver condiviso il nostro lavoro, per aver partecipato in tanti modi sorprendenti, strani e persino mostruosi e per essere una parte così importante di questo spettacolo. 

Lo sceneggiatura ha anche sottolineato il proprio dispiacere per la fine dell’esperienza: 

Nessuno ha il cuore spezzato più di noi per l’impossibilità di continuare a condividere il lavoro con tutti voi. Ma siamo così grati per essere comunque riusciti a portarlo così lontano. Grazie per  averci accompagnato, per le vostre voci, il vostro entusiasmo, i vostri meme, i vostri scherzi e per la vostra follia senza vergogna. 

Leggi anche

      Cerca