Gli anime da non perdere nel 2020

Vediamo quali sono le serie animate giapponesi più interessanti in arrivo nel 2020.

Wit Studio Attacco dei Giganti stagione 4

Dopo aver guardato indietro e visto quali sono stati gli anime e i manga più interessanti del 2019, è il momento di dare uno sguardo al futuro per capire cosa ci aspetta nel 2020 nel campo dell’animazione giapponese.

È ancora presto per avere una visione complessiva di tutto quello che uscirà il prossimo anno, dato che molte nuove serie vengono annunciate a pochi mesi dalla loro messa in onda, ma fortunatamente sono molti gli anime e i film d’animazione già rivelati per il 2020, e tra questi ci sono serie che i fan aspettavano da tempo, tra cui alcuni ritorni davvero storici.

Ma bando alle ciance e iniziamo a vedere quali sono gli anime più attesi per l’anno nuovo.

Haikyuu!!

Production I.G.Haikyuu pallavol

La stagione invernale del 2020 si apre con la quarta stagione di Haikyuu, anime sulla pallavolo che in passato ha riscosso un grande successo. L’anime mancava dagli schermi giapponesi da ben tre anni, infatti la terza stagione si era conclusa a fine 2016. Adesso che il manga è andato parecchio avanti, finalmente anche l’anime può tornare, adattando un nuovo arco narrativo.

La quarta stagione di Haikyuu coprirà infatti il torneo nazionale a cui la squadra dei protagonisti, il Karasuno, si era qualificata. Per chi non lo conoscesse, Haikyuu è un manga sportivo che ha come protagonista il giovane Shoyo Hinata, che, nonostante la bassa statura, sogna di diventare un grande giocatore di pallavolo.

Dopo essersi iscritto al liceo Karasuno, famoso per aver avuto in passato un giocatore del club di pallavolo piccolo di statura ma entrato nella leggenda, Hinata decide di diventare il nuovo asso della squadra e da lì inizia un percorso di allenamenti e tornei per far diventare la squadra del Karasuno la numero uno del Giappone.

La particolarità di Haikyuu è data dai personaggi ben caratterizzati e da una visione a tutto tondo dello sport e delle emozioni che questo suscita, sia nei giocatori che nel pubblico, con uno sguardo anche ai sentimenti di chi non ce la fa a emergere.

Doroedoro

Studio MAPPADoroedoro serie

Recentemente in Giappone si è diffusa un’interessante moda, quella di non animare soltanto gli anime tratti dai manga o dalle light novel del momento, ma di considerare anche opere ormai datate per riadattarle in forma animata. È ciò che è successo per Ushio e Tora o Banana Fish e nel 2020 sarà la volta di Doroedoro.

Questa serie, uno strano mix tra azione, commedia e horror, è tratta da un manga che nato nel 2000 e conclusosi soltanto nel 2018. La storia è ambientata in un mondo dove la magia esiste e chi è in grado di utilizzarla spadroneggia sui più deboli. C’è un uomo che si erge però a difensore degli indifesi: Kaiman, un essere a metà strada tra un rettile e un umano immune alla magia, anche se il suo aspetto è in realtà dovuto proprio a un incantesimo. Kaiman va a caccia di stregoni per comprendere perché è diventato così e trovare risposte su come poter tornare normale.

Un’anime che inizierà a gennaio da tenere d’occhio per lo strano mix tra dark humor, combattimenti e un po’ di sano horror.

Cells at Work!

AniplexCell at Work siamo fatti così

Il modo migliore per descrivere questa serie è “Se Siamo Fatti Così fosse un anime”. Nel 2020 arriverà la seconda stagione, dopo che la prima andò in onda nel 2018 con un discreto successo di pubblico.

Non scherzavo affatto quando dicevo che sembra in tutto e per tutto un Siamo Fatti Così realizzato in Giappone. Anche in quest’anime cellule, globuli rossi e bianchi e molti altri microorganismi hanno fattezze umane e ogni episodio si concentra sulla spiegazione di alcune funzioni del corpo. Ovviamente i toni delle storie sono molto più in stile anime, dunque aspettatevi battaglie esagerate tra l’armata dei globuli bianchi e i virus e uno stile parecchio sopra le righe.

Nonostante ciò, la serie riesce a descrivere in maniera scientificamente accurata le diverse funzioni del corpo umano, così da unire l’utile al dilettevole.

Uzumaki

Nel 2020 arriverà un anime tratto da una delle storie più famose del maestro dell’horror a fumetti giapponese, Junji Ito. La storia che riceverà un adattamento animato è Uzumaki e verranno realizzati 4 episodi che arriveranno negli Stati Uniti sul canale di Adult Swim.

Uzumaki è un horror che si basa più sull’aspetto psicologico e disturbante, la storia è infatti ambientata in un paese dove si verificano strani episodi: su vari oggetti iniziano a crearsi segni a spirale e pian piano anche le persone iniziano a presentare sintomi simili, con corpi che si arricciano su sé stessi. Queste persone pian piano iniziano a impazzire, ma nessuno riesce a capire quale sia la causa di questo strano fenomeno.

Arte

L’arte italiana fiorisce anche negli anime giapponesi. Ad aprile 2020 inizierà infatti la serie Arte, ambientata nella Firenze rinascimentale. Il manga è creato da Kei Ohkubo, che ha studiato a fondo la storia italiana del periodo.

Protagonista della storia è Arte Spalletti, figlia unica di una famiglia nobile ormai in decadenza. Arte ha sempre dimostrato una propensione particolare per la pittura e il padre l’ha sempre incoraggiata in questa sua passione. Un giorno purtroppo l’uomo viene a mancare e la madre di Arte la sprona ad abbandonare il suo sogno e a trovare marito. La giovane però farà di tutto per continuare a inseguire il suo desiderio di diventare una pittrice e finalmente trova una guida in Leo, un artista giovane ma già di successo. Arte è contenta di poter continuare così a esercitarsi nella pittura, ma la situazione si complica quando realizza di essersi innamorata del suo maestro.

L’Attacco dei Giganti: la stagione finale

Sicuramente una delle serie più attese per il 2020 è la quarta e ultima stagione de L’Attacco dei Giganti. Sappiamo già che questa serie andrà in onda durante l’autunno dell’anno prossimo, periodo in cui il manga, ormai agli sgoccioli, sarà sicuramente finito.

La quarta stagione concluderà quindi una delle serie più famose e importanti dell’ultimo decennio e promette un finale al cardiopalma. L’attacco dei Giganti è iniziato nel 2009 come manga disegnato da Hajime Isayama, mentre la prima stagione dell’anime è arrivata nel 2013. Dopo oltre 10 anni, il 2020 sarà l’anno che chiuderà finalmente il cerchio, per quanto riguarda sia il manga che per l’anime.

Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba – il film

La prima stagione di Demon Slayer ha avuto un successo incredibile ed era facile immaginare che la seriesarebbe presto continuata con una nuova stagione. In realtà, lo studio d’animazione Ufotable, che si occupa della realizzazione dell’anime, ha rivelato a sorpresa che nel 2020 arriverà un film che adatterà Infinity Train, un nuovo arco narrativo tratto dal manga.

Data l’alta qualità delle animazioni di questo studio, siamo sicuri che rispetto all’anime il film sarà ancora più incredibile dal lato visivo. Ancora non si conosce una precisa data d’uscita, che per il momento resta un generico 2020, ma sono convinto che subito dopo questo film arriverà anche l’annuncio di una nuova stagione.

Jujutsu Kaisen

ShueishaJujutsu Kaisen Shonen Jump

Un nuovo manga tratto dalla famosa rivista Shonen Jump arriverà in versione animata nel 2020. Jujutsu Kaisen, questo il nome dell’opera che riceverà un adattamento, è iniziato nel 2018 e ha già avuto un discreto successo tra i lettori tanto che lo vedremo in forma animata a poco più di un anno dal suo inizio.

La storia ha come protagonista Yuuji Itadori, uno studente del liceo fuori dalla norma. A scuola decide di unirsi al club sull’occulto per evitare di entrare in uno sportivo, nonostante le sue ottime doti atletiche. Un giorno i membri del suo club trovano un talismano e inavvertitamente rompono un sigillo che attrae diverse maledizioni sulla scuola. Yuuji, non potendo fare nulla, decide di ingoiare il dito (questa la forma del talismano) che ha scatenato quest’inferno. Il ragazzo viene così posseduto da Sukuna ,una potentissima maledizione, ma nonostante ciò riesce a mantenere il controllo del suo corpo. Dopo quest’incidente Yuuji viene portato all’università di magia di Tokyo, dove riceve l’incarico di trovare tutte le dita di Sukuna per esorcizzare definitivamente questa maledizione.

La serie animata dovrebbe iniziare per la primavera del 2020; riuscirà Jujutsu Kaisen a ripetere l’incredibile successo di Demon Slayer?

Evangelion 3.0+1.0

Il 2020 sarà finalmente l’anno in cui si concluderà il progetto Rebuild of Evangelion con l’uscita del quarto e ultimo film. Il famoso regista Hideaki Anno ha iniziato l’opera di ricostruzione del suo lavoro più importante nel lontano 2007 e l’ultimo film era uscito in Giappone nel 2012.

A giugno 2020 nei cinema nipponici arriverà dunque il capitolo conclusivo, sperando di poter vedere il film entro la fine dell’anno anche in Italia. Lo scorso luglio al Japan Expo di Parigi era stata presentata un’anteprima dei 10 minuti iniziali del film, e non a caso, dato che proprio Parigi è la città in cui sono ambientate queste prime sequenze.

I fan di tutto il mondo sono entusiasti ma allo stesso tempo spaventati: cosa si inventerà Anno per concludere quest’importante tetralogia?

Orbital Era

L’anno prossimo vedrà anche il ritorno di un altro gigante dell’animazione giapponese. Katsuhiro Otomo, padre di Akira, tornerà con il suo terzo film animato, chiamato Orbital Era. Ancora non ci sono dettagli sulla data di lancio, ma è già stato presentato un primo teaser trailer di pochi secondi.

La storia è ambientata nel futuro, in una colonia spaziale ancora in costruzione, e seguirà alcuni giovani ragazzi alle prese con la vita in quest’ambienta atipico e particolare mentre si interrogano sul futuro dell’umanità.

Otomo rivestirà gran parte dei ruoli principali di questo progetto, curando la sceneggiatura, la regia e il character design. Non ci resta che attendere di saperne di più.

Le sorprese del 2020

Toei AnimationDragon Ball Super 2020

Ci sono molti altri anime e film che non sono ancora stati confermati per il 2020, ma che potrebbero presto essere annunciati.

Tra questi, ricollegandoci a Orbital Era, dobbiamo ricordare Akira. Nonostante il film live-action sia stato messo in pausa a tempo indeterminato, Otomo ha annunciato di stare preparando un nuovo anime dedicato alla sua opera magna. Ancora non si sa nulla di questo progetto, tranne che dovrebbe essere più fedele al manga, e speriamo di poterlo vedere già nel 2020.

Tra le altre serie importanti che potrebbero arrivare c’è Pluto, anime già annunciato nel 2017 e tratto dalla famosa opera di Naoki Urasawa, che a sua volta si è ispirato a una storia del famoso manga Astroboy di Osamu Tezuka. Di Pluto non si sa ancora molto: dopo l’annuncio ci sono stati anni di silenzio e si spera che il 2020 sia l’anno in cui finalmente lo vedremo.

Infine, durante il week end del 21 e 22 dicembre, avrà luogo a Tokyo la Jump Festa, un evento annuale dedicato a tutte le opere di Shueisha. Quest’anno sarà presente un panel dedicato a Dragon Ball Super, e il doppiatore giapponese di Vegeta ha fatto sapere che ci saranno grosse novità per la famosa serie di Akira Toriyama. Che il 2020 segni il ritorno di una seconda serie dedicata a Dragon Ball Super oppure un nuovo film dopo quello dedicato a Broly?

Sempre durante la Jump Festa verrà poi annunciato nei dettagli il nuovo progetto animato dedicato a Gintama, manga di Hideaki Sorachi famosissimo in tutto il mondo e conclusosi a settembre 2019. Ormai restano pochi volumi da adattare e il primo annuncio di questo progetto faceva riferimento a un film: che questo voglia dire che l’opera vedrà la sua naturale conclusione in una nuova pellicola d’animazione? Non ci resta che attendere le novità della Jump Festa per sapere cosa accadrà l’anno prossimo.

Nel frattempo diteci: quali sono gli anime che aspettate con più ansia per il 2020?

Leggi anche

      Cerca