6 Underground potrebbe avere fino a 8 sequel: cosa sappiamo

6 Underground potrebbe avere più di un sequel: ecco cosa sappiamo sinora e cosa ne pensa il cast.

Netflix Il cast completo di 6 Underground

Diretto da Micheal Bay, 6 Underground ha messo in piedi un franchise che potrebbe estendersi oltre una semplice trilogia.

Lo sviluppo narrativo coinvolgente, associato alla singolare idea della sceneggiatura, crea un concept che effettivamente ben si presta alla produzione di uno o più sequel: non sarebbe la prima volta per Micheal Bay, che è riuscito a sviluppare l'idea iniziale di Transformers in 5 film. D'altronde, sembra che Netflix avesse il progetto di cavalcarne il successo già dall'inizio.

Il progetto ha avuto un costo complessivo di circa 150 milioni di dollari, quindi è probabile che la piattaforma di streaming si aspetti una grande ricezione da parte del pubblico prima di autorizzare un sequel.

La lista nera

Nelle scene finali, mentre i membri del team Uno, Due (Mélanie Laurent), Tre (Maniuel Garcia-Rufo), Quattro (Ben Hardy), Cinque (Adria Aejona) e Sette (Corey Hawkins) celebrano la fine della missione, Tre, strizzando l'occhio alla serie Mission Impossible, suggerisce che la prossima volta potrebbero provare a derubare un casinò. Probabilmente non è questa ultima battuta a definire il contenuto dei prossimi film, ma sembra comunque suggerire quella scena come l'inizio di una serie di avventure a venire.

NetflixUn membro dei 6 Underground in equilibrio precario sulla ringhiera in cima al Duomo di Firenze

A confermare questa ipotesi c'è un voice-over di Uno a metà film. Dopo la prima missione a Firenze, Uno recluta il veterano di guerra Blaine, il numero Sette, a cui spiega le intenzioni che muovono il gruppo, e come intendono procedere. Mentre Uno spiega la filosofia del team, viene inquadrato il covo dei sei miliardiari, la "Casa infestata" dove su una bacheca sono segnati 9 obiettivi. Il primo, Rovach Alimov, è stato eliminato. Restano altre 8 missioni da completare, così come altri 8 film da produrre.

Anche l'ultima scena sembra suggerire un seguito: oltre al colpo di scena sulla vita personale di Uno, c'è anche la sua affermazione finale: "Non tutti i cattivi sono sconfitti, ma la situazione è migliorata. Io sono Uno... e non ho finito".

Non si può ovviamente escludere che (per una questione di narrazione o di budget) i film seguenti possano incorporare più di una missione, o saltare la narrazione di alcune. Oppure ancora, che la famosa piattaforma di streaming proponga di produrre una mini-serie da 8 episodi.

Le opinioni del cast

Ma cosa ne pensa il cast?

Malgrado durante una conferenza stampa in Brasilev Reynolds si sia dimostrato perplesso a riguardo, la sua opinione sembra generalmente positiva.

"C'era una bella atmosfera tra i membri del cast", ha rivelato a Cinepop, "E saremmo entusiasti di questa possibilità".

Ha poi aggiunto che non gli dispiacerebbe una svolta con un richiamo old school a "Il caso di Thomas Crown", un film del 1968 con Steve McQueen nel ruolo di una sorta di ladro gentiluomo, un film di rapina dal taglio est-europeo.

Melanie Laurent (che vediamo nel ruolo di Due) spera invece che il sequel diventi realtà. "Ci siamo piaciuti tutti moltissimo, ed è stato davvero speciale lavorare insieme", ha confessato in un'intervista per Screen Rant.

NetflixRyan Reynolds e Corey Hawkins appoggiati su un'auto al tramonto in una scena di 6 Underground

Per Corey Hawkins (Sette) invece, un sequel "potrebbe potenzialmente svolgersi ovunque", e ha specificato che gli piacerebbe molto scoprire in quali altre location potrebbero viaggiare per girare, vista la ricchezza di ambientazioni del primo film. Ha amato viaggiare a Firenze, Siena e Roma, e non ha nascosto una certa emozione nelle esplosioni del film e le corse ambientate in questi siti storici.

Il film è uscito da poco e sarà interessante vedere quale sarà la reazione a lungo termine dell'audience di Netflix, e se Bay si impegnerà in un altro franchise com'era stato per Transformers.

Generalmente, Netflix aspetta almeno un mese dall'uscita per fare un bilancio del successo di un suo prodotto ed autorizzarne un sequel, quindi ogni notizia certa su una seconda parte di 6 Underground sembra ancora prematura.

Non possiamo che aspettare.

La trama del film

La storia di 6 Underground è incentrata su un team di 6 miliardari provenienti da ogni parte del mondo che decidono di fingere la propria morte. Sono tutti letali e molti ricchi, e hanno il desiderio comune di cancellare il proprio passato e tentare di migliorare il futuro.

Ai membri del gruppo è vietato utilizzare i loro veri nomi e ognuno di loro, al posto di un nome o un soprannome, ha assegnato un numero. La squadra si riunisce sotto la guida del carismatico Uno (Ryan Reynolds). Tra di loro troveremo un ex membro della CIA, un sicario, un medico, una spia, un acrobata e un pilota. 

NetflixRyan Reynolds cammina in una scena di 6 Underground

I membri sono praticamente dei fantasmi: una versione allargata, eroica e ricchissima del Fu Mattia Pascal. Si trovano riuniti in una casa, la "Casa infestata" e hanno precise indicazioni di non scambiarsi informazioni troppo personali e non intessere relazioni intime. Ma non è sempre semplice. Tra le complicate interazioni e storie di background dei protagonisti, si inserisce una trama coinvolgente che si snoda ad un ritmo mozzafiato.

Il film è stato scritto da Paul Wenick e Rhett Rheese, gli stessi sceneggiatori dei film di Deadpool, e per tutta la prima parte possiamo goderci l'azione ambientata nella splendida città di Firenze. 

6 Underground è un film diretto da Michael Bay, uscito il 13 dicembre 2019 sulla piattaforma Netflix. Fanno parte del cast principale Ryan Reynolds, Mélanie Laurent, Manuel Garcia-Rulfo, Adria Arjona, Corey Hawkins e Ben Hardy.

Leggi anche

      Cerca