Star Wars 9: la spiegazione del finale e del destino dei personaggi

Cosa è successo alla fine di Star Wars: L'ascesa di Skywalker? Parliamo della conclusione della trilogia sequel e delle avventure di tutti i suoi protagonisti.

Star Wars: L'ascesa di Skywalker è finalmente arrivato nelle sale. La pellicola, molto attesa dagli appassionati di tutto il mondo, ha portato a termine la storia iniziata nel 2015 ma non solo. Come promesso a più riprese dal team che si è occupato di questo film, si tratta anche di una conclusione definitiva di tutta la Skywalker Saga, sviluppatasi attraverso le tre trilogie principali, che hanno accompagnato gli appassionati in oltre quarant'anni di storie. Ma cosa è successo esattamente? E come si sono concluse le avventure dei protagonisti? Ripercorriamolo insieme nel dettaglio!

La trama di Star Wars 9

Lucasfilm Ltd.Adam Driver in Star Wars: L'ascesa di Skywalker

Già nei primi secondi il film svela al pubblico il ritorno dell'Imperatore Palpatine. Il malvagio Signore dei Sith è infatti uno dei primi personaggi a essere citati nell'opening crawl, il classico testo che apre ogni pellicola della saga principale. Scopriamo che Kylo Ren, Supremo Leader del Primo Ordine, è sulle sue tracce per impedire che diventi un ostacolo al suo potere. Quando però riesce a raggiungerlo, scopre di essere stato manipolato da Palpatine da sempre: Snoke era infatti una sua creazione artificiale, attraverso cui ha guidato tutto il percorso del giovane nel Lato Oscuro. I due si alleano quindi, per riconquistare la galassia e porla sotto il giogo di un Nuovo Impero.

Nel frattempo, la Resistenza è riuscita a ricostituirsi dopo i fatti di Episodio VIII. Grazie a una spia nel Primo Ordine scopre dell'alleanza tra Kylo Ren e Palpatine e decidono di andare alla ricerca dell'Imperatore per sconfiggerlo una volta per tutte. Possono farlo grazie agli appunti di Luke Skywalker, rubati da Rey insieme ai libri Jedi dopo la sua fuga da Ahch-To nel film precedente, in cui si svela che il Maestro Jedi stava cercando di raggiungere l'oscuro pianeta Sith. La ragazza interrompe quindi il proprio addestramento Jedi, svolto sotto la guida di Leia, e parte insieme a C-3PO, Poe Dameron, Finn e BB-8.

Il gruppo si reca su Pasaana, sulle tracce di un assassino Jedi che possedeva un indizio per trovare un puntatore Sith, una sorta di bussola che li guiderà verso il pianeta che cercano. Qui incontrano Lando Calrissian, che li aiuta a fuggire dal Primo Ordine, e scoprono un pugnale che reca un'iscrizione nell'antica lingua degli adepti del Lato Oscuro. C-3PO conferma che si tratta delle coordinate del puntatore, ma non può svelarle perché la sua programmazione gli impedisce di tradurre dal Sith. La squadra è quindi attaccata dal Primo Ordine, che riesce a rapire Chewbacca e a recuperare il pugnale. Rey, cercando di fermare la loro nave, scatena per errore dei Fulmini di Forza, facendola esplodere.

Lucasfilm Ltd.Le truppe del Primo Ordine in Star Wars: L'ascesa di Skywalker

Disorientati dall'apparente morte di Chewbacca, i protagonisti fuggono su Kijimi, dove trovano un riparatore di droidi abusivo che potrà bypassare i blocchi di C-3PO. L'operazione riesce, ma il Primo Ordine continua a inseguirli. Sulla loro nave Rey sente la presenza di Chewbacca e così gli eroi decidono di andare a salvarlo. Nello scontro con Kylo Ren però viene svelata finalmente la verità sulla genealogia della ragazza: si tratta della nipote di Palpatine, che la vuole morta da quando era bambina. Dopo questa rivelazione, la squadra riesce a fuggire grazie all'aiuto della famosa spia nascosta nel Primo Ordine. Si tratta del Generale Hux che però viene immediatamente scoperto dal suo superiore e ucciso.

Gli eroi nel frattempo, seguendo le coordinate rivelate da C-3PO, raggiungono i relitti della seconda Morte Nera, dove Rey riesce a raggiungere finalmente il puntatore Sith. Tuttavia arriva immediatamente Kylo Ren a distruggerlo. I due iniziano così uno scontro, risoltosi solo con un intervento a distanza di Leia che raggiunge la mente del figlio tramite la Forza. Si tratta però di un'operazione estremamente faticosa, che causa la morte del Generale Organa. Rey approfitta della distrazione di Kylo per trafiggerlo con la sua stessa spada. Immediatamente pentita, usa la Forza per curare la sua ferita, per poi fuggire con la nave del ragazzo.

Torna quindi su Ahch-To, dove vuole entrare in esilio come il suo Maestro Luke. Quando però sta per buttare la spada laser tra le fiamme, proprio quest'ultimo compare come Fantasma di Forza e la riporta alla ragione. La ragazza recupera quindi il puntatore presente sulla nave di Kylo Ren e parte all'attacco di Palpatine. Prima di partire, Luke ha un ultimo regalo per lei: si tratta della spada laser di Leia, usata all'epoca del suo addestramento Jedi. Parallelamente, Kylo Ren ricorda suo padre e decide di abbandonare definitivamente il Lato Oscuro, tornando a essere Ben Solo.

Il finale

Lucasfilm Ltd.Daisy Ridley in una scena di in Star Wars: L'ascesa di Skywalker

Rey parte verso il pianeta dei Sith, trasmettendo alla Resistenza la rotta da seguire. Poe e Finn, diventati Generali dopo la morte di Leia, preparano un piano per l'attacco. Una squadra impedirà alle navi nemiche di lasciare il pianeta, dove non possono attivare gli scudi, mentre Lando e Chewbacca a bordo del Millennium Falcon chiameranno all'adunata gli alleati sparsi per la galassia. Un ultimo scontro in nome della libertà di tutta la galassia.

Nel frattempo nelle profondità del pianeta, Rey affronta finalmente Palpatine. Quest'ultimo le rivela che il suo piano prevede che lei lo uccida. Questo permetterebbe allo spirito dell'Imperatore (incarnazione di tutti i Sith della storia) di controllare la ragazza, raggiungendo un potere inimmaginabile. Quando però arriva Ben Solo a sostegno della giovane, Palpatine scopre che i due sono legati in una diade della Forza, un concetto potentissimo. Per questo motivo, assorbendo la loro energia l'Imperatore riesce a tornare al suo massimo livello. Scaglia quindi Ben in un baratro e si prepara a prendere nuovamente il controllo della galassia.

Rey però ritrova le energie e riesce a entrare in contatto con tutti i Jedi che l'hanno preceduta. Grazie al loro sostegno, affronta l'Imperatore Palpatine per un'ultima volta. Si tratta dello scontro decisivo e finale tra Sith e Jedi, fortunatamente vinto dai secondi con la morte definitiva del simbolo del Lato Oscuro. Rey non sembra sopravvivere allo sforzo, ma un redivivo Ben Solo decide di cederle la propria energia vitale, riportandola alla vita. I due si baciano, prima che quest'ultimo muoia, riunendosi alla Forza. A questo punto quindi partono i festeggiamenti in tutta la galassia: il Primo Ordine e il Nuovo Impero sono stati sconfitti definitivamente e la Resistenza ha vinto. Il futuro è luminoso.

Il destino dei singoli personaggi

Lucasfilm Ltd.Finn, Poe Dameron e Rose Tico in Star Wars: L'ascesa di Skywalker

Dopo questo rapido riassunto di tutta la trama di Star Wars 9, entriamo maggiormente nel dettaglio di come si siano concluse le avventure di ciascuno dei personaggi principali del film, nonché dell'intera saga. Ci sono infatti alcuni aspetti che, a un primo impatto, possono sembrare piuttosto confusi per chi non conosce a fondo questo universo ed è il caso di fare maggior chiarezza.

Chewbacca

Durante i festeggiamenti per la vittoria, Maz Kanata porta al co-pilota del Millennium Falcon un regalo da parte di Leia: una medaglia. Si tratta di un riferimento diretto alla scena conclusiva di Star Wars: Una nuova speranza, dove la Principessa omaggia gli eroi che hanno distrutto la Morte Nera. A lungo i fan hanno contestato il fatto che Chewbacca non avesse ricevuto una medaglia, nonostante il suo contributo alla battaglia. Un'ingiustizia che finalmente è stata corretta.

Lando Calrissian

Lucasfilm Ltd.Billy Dee Williams in Star Wars: L'ascesa di Skywalker

Lando, tornato finalmente nei ranghi della Resistenza e alla guida del Millennium Falcon, compare in una scena finale del film al fianco di Jannah, una giovane conosciuta dagli eroi nel corso del film. Quest'ultima non conosce le proprie origini essendo, come Finn, una dei tanti individui rapiti in giovane età per diventare uno Stormtrooper. Il dialogo tra i due lascia immaginare che Jannah sia in realtà la figlia di Lando stesso, ma non c'è una conferma definitiva di ciò.

Luke Skywalker

Il Maestro Jedi compare per un'ultima volta in questo film, come Fantasma di Forza. Luke sembra essere tornato sui propri passi, abbandonando la sfiducia nei confronti della Forza che ha mostrato nel corso di Episodio VIII, come dimostra il suo salvataggio della spada laser dalle fiamme. Fornisce ancora una volta la sua guida a Rey, spingendola alla sua battaglia finale contro i Sith.

Han Solo

Il leggendario pilota compare in una breve sequenza in Star Wars 9. Non è però resuscitato, né è diventato un Fantasma di Forza come gli Jedi. Si tratta semplicemente di un ricordo nella mente del figlio, che lo aiuta a ritrovare la propria strada per abbandonare l'identità di Kylo Ren e con essa il Lato Oscuro.

Finn

Lucasfilm Ltd.John Boyega in Star Wars: L'ascesa di Skywalker

La storia dell'ex-Stormtrooper non ha una conclusione definita. Dopo la morte di Leia è diventato Generale della Resistenza, completando il suo arco narrativo da fuggitivo a coraggioso leader pronto a tutto per la causa. Lungo il corso del film ci sono vari indizi del fatto che sia inoltre sensibile alla Forza, anche se non viene chiarito quanto sia presente in lui questo potere. Con la definitiva sconfitta del Primo Ordine, ha davanti a sé un futuro aperto, che lo può portare ovunque.

Poe Dameron

Similmente al compagno di avventure Finn, anche Poe ha davanti tante possibilità. È finalmente diventato un leader vero, consapevole del proprio ruolo. In un gioco di sguardi cerca di riprendere contatto con la propria fiamma Zorii Bliss, ma questa declina l'offerta. Il film non ci dice chiaramente cosa gli succederà, anche se è facile immaginare un futuro per lui a guida della galassia in quella che sarà un'ipotetica nuova Repubblica.

Leia Organa

Lucasfilm Ltd.Carrie Fisher e Daisy Ridley in Star Wars: L'ascesa di Skywalker

Star Wars 9 ci rivela che l'ex-Principessa dopo la caduta dell'Impero ha seguito l'allenamento Jedi per un certo periodo, sotto la guida del fratello Luke. La Forza le ha dato, ancora una volta, una visione del futuro mostrandole parte del suo destino e quello di suo figlio. Ha quindi affidato a Luke la propria spada laser, perché la desse a Rey nel momento del bisogno. Nei suoi ultimi istanti di vita, Leia ha usato le proprie energie residue per contattare il figlio tramite la Forza, cercando di convincerlo un'ultima volta ad abbandonare il Lato Oscuro. Il suo sacrificio è stato fondamentale per il cambiamento di Kylo Ren.

Ben Solo/Kylo Ren

Il tormento di questo personaggio, diviso costantemente tra il male e il bene, finisce con la sua definitiva conversione al Lato Chiaro e l'abbandono dell'identità di Kylo Ren. Il suo legame con Rey, con cui è unito in una diade della Forza (una connessione fortissima tra due individui), sarà fondamentale per salvargli la vita nello scontro con i suoi vecchi alleati, i Cavalieri di Ren. In un atto di estremo sacrificio, decide di dare la propria energia alla giovane per salvarla. Dopo averla baciata per la prima e ultima volta, si unisce finalmente alla Forza, morendo da Jedi. Solo quando questo avviene anche il corpo della madre svanisce, entrambi finalmente in pace.

Rey  ̶P̶a̶l̶p̶a̶t̶i̶n̶e̶ Skywalker

Lucasfilm Ltd.Daisy Ridley in Star Wars: L'ascesa di Skywalker

Dopo aver scoperto la verità sulla propria origine, la ragazza è tormentata dall'idea di poter cedere al Lato Oscuro che scorre nel suo DNA. Tuttavia riesce a resistere ad ogni tentativo del suo antenato Palpatine di portarla sulla via del male e incarna definitivamente lo spirito di tutti i Jedi, sconfiggendo una volta per tutte i Sith, con il sostegno dei Maestri del passato

Dopo i festeggiamenti, la ragazza si reca su Tatooine, nella vecchia casa degli Skywalker. Qui seppellisce le due spade laser di Leia e Luke, in loro eterna memoria, prima di estrarne una completamente nuova, che ha costruito probabilmente da sola, completando finalmente il proprio cammino da Jedi. È interessante notare come quest'ultima sia gialla. Nel vecchio canone questo colore rappresentava la scuola di pensiero delle Sentinelle Jedi, una via a metà tra il combattimento e la diplomazia. Nel nuovo canone invece a usarle sono le guardie che proteggono il Tempio Jedi su Coruscant. Quale che sia il riferimento effettivo, entrambe le possibilità sono significative, rappresentando l'equilibrio nella Forza portato da Rey oppure il suo desiderio di essere la nuova custode delle tradizioni Jedi, in una sorta di nuovo tempio su Tatooine.

A questo punto, una donna la raggiunge e le chiede chi sia. Guardando nella distanza la ragazza vede le immagini dei suoi due Maestri Luke e Leia, le figure che l'hanno guidata nella sua vita: dopo averla a lungo cercata, finalmente ha la risposta a quella domanda. Abbandonando il passato oscuro dei suoi antenati, si dichiara fieramente Rey Skywalker, svelando quindi il mistero sul significato del titolo del film. 

Leggi anche

      Cerca