I migliori film d'amore del 2019

Storie nuove, storie classiche, storie d’amore. Dagli innamorati sotto la pioggia al tappeto magico che vola tra le stelle, ecco i film romantici più belli del 2019.

Lucky Red Una scena di Un giorno di pioggia a New York

Quando ci si ama scende la pioggia, parola di Woody Allen. Ma è bello anche volare fin sulla luna, sul tappeto dei sogni, mescolando i pensieri, sulla scia di Aladdin. Il campus universitario può diventare sede della più appassionante love story, così come i brandelli di un matrimonio finito riescono, inaspettatamente, a scrivere un nuovo inizio.

Dagli elfi di Natale alle giornate piovose, passando per il ritorno dall’aldilà, la fibrosi cistica e l’incontro tra uno splendido presidente e un giornalista nerd. L’amore è nell’aria, come insegnava Love Actually, e come cantavano i Beetles: All you need is love. Ho scelto 12 film romantici del 2019 da vedere e rivedere, per provare a intercettarne la magia e i curiosi punti di vista.

12 - After (Jenny Gage)

After merita di far parte di questa classifica perché è stato uno dei "casi" dell’anno.

Tessa, matricola universitaria che ha sempre mimato la vita senza viverla davvero, incappa nel suo fuoriprogramma, il tenebroso Landon, con una storia familiare controversa e una passione per la letteratura.

Rai Cinema - GiphyUna scena di After
Sguardi fatali in After

Tratto dal romanzo omonimo di Anna Todd, è stato il caso della scorsa primavera, e il sequel, che arriverà nel 2020, è in lavorazione. Un cocktail tra Twilight e 50 sfumature, la trama classica della brava ragazza con il bad boy, After non brilla per originalità o inediti punti di vista, ma coinvolge con uno dei meccanismi sentimentali più classici: l’amore irrazionale.

11 - Non è romantico? (Todd Strauss-Schulson)

Rebel Wilson, l’architetto Natalie (con mega-complesso di inferiorità) si troverà inaspettatamente catapultata in un film romantico e compirà un percorso “meta-romcom” riscrivendone le regole, aggirandone i luoghi comuni, facendo l’occhiolino ai cliché e arrivando a capire la realtà più importante: non esiste storia d’amore se non ami prima te stessa.

Non è romantico è un viaggio surreale che le servirà a gestire meglio il proprio quotidiano.

È un’antistoria d’amore, quella di questo film Netflix, ma Natalie, sovrappeso e sotto tutti i punti di vista un’antieroina, pone l’accento sull’importanza di quello che si prova per se stessi. Se non sei tu ad amarti e a rispettarti, perché dovrebbero farlo gli altri? Al suo fianco, un sexy principe come Liam Hemsworth e l’adorabile “ragazzo normale” Adam LeVine.

10 - Momenti di trascurabile felicità (Daniele Luchetti)

In Momenti di trascurabile felicità il palermitano Paolo muore all’improvviso.

Per un errore di conteggio, gli vengono concesse delle ore in più sulla terra, che può sfruttare per “sistemare le cose” con sua moglie, a cui è stato ripetutamente infedele, e con i figli.

01 DistributionUna scena di Momenti di trascurabile felicità
Pif e Toni sono i protagonisti

Dal libro di Francesco Piccolo (una coppia di libri gemelli, Momenti di trascurabile felicità e Momenti di trascurabile infelicità), il film racconta la storia d’amore a ritroso, malgrado gli anni, malgrado gli ostacoli, malgrado gli errori, tra una coppia sposata, tra alti e bassi, attraverso le fasi della vita, tra delusioni e scivolate, tra piccole gioie e grandi litigi, che li hanno portati a essere quello che sono.

9 - Let It Snow (Luke Snellin)

È Natale e una tempesta di neve sconvolge e stravolge i delicati equilibri di una cittadina. La vigilia di Natale di Let It Snow sarà un giorno speciale, in cui Cupido scoccherà diverse frecce all’interno di un gruppo di liceali, tra storie arcobaleno e incontri inaspettati. È Natale e tutto è possibile: la magia d'amore esiste davvero.

NeflixUna scena di Let it snow
Slitta in love nel film d'amore

Questa commedia delicata come i fiocchi di neve, è scivolata su Netflix in tempo per le feste, da accompagnare a una tazza di cioccolata calda.

8 - A un metro da te (Justin Baldoni)

Stella e Will, contemporanei Romeo e Giulietta in salsa sick movie, in A un metro da te si amano ma non possono sfiorarsi, perché entrambi sono affetti dalla fibrosi cistica. La prossemica ridisegna gli spazi della geografia del cuore e l’ultima speranza di salvezza per Will intercetta la strada di Stella, una ragazza attiva e solerte, disposta a tutto per aiutare se stessa e gli altri.

L’amore che li travolgerà, una storia forte e intensa come la morte, s’incrocia con il tema della modernità liquida, in cui gli sguardi e i contatti fisici annegano nel flusso di comunicazione degli smartphone. 

7 – What Men Want (Adam Shankman)

Le nuove riscritture di gender reclamano, e What Men Want is the new What Women Want. La protagonista è la spumeggiante Taraji P. Henson che interpreta un’agente sportiva che improvvisamente, dopo anni di battaglie per farsi accettare alla stregua degli uomini, comincia a sentire i loro pensieri, un po’ come era successo per Mel Gibson.

E scopre di poter sfruttare questo potere inatteso a proprio vantaggio anche nell’amore.

6 - Lady and the trump (Charlie Bean) 

Un piatto di spaghetti sotto una notte stellata. Dal lontano 1955 si conoscevano bene gli ingredienti del romanticismo puro, una sera d’estate in un quartiere poco affollato, nei tavolini di un ristorante italiano.

Tony suona Dolce sognar alla fisarmonica e Lilli e il Vagabondo, troppo distratti dal mood per accorgersi che stanno mangiando lo stesso spaghetto, s’innamorano, nel lontano film d’animazione come nel modernissimo live-action lanciato su Disney+.

Con il live-action di Lady and the Tramp torna la scintilla d'amore. Cosa c'è di più romantico delle polpette al chiaro di luna?

5 - Non succede, ma se succede… (Jonathan Levine)

Anche questa commedia romantica anticonvenzionale ribalta gli stereotipi: la bella ragazza e il nerd sfigato sono una storia possibile? Jonathan Levine racconta di Cenerentola al contrario: lei è sofisticata, stupenda e forse nuovo Presidente degli Stati Uniti. Lui un giornalista a cui lei faceva da baby-sitter tanti anni prima.

Lions Gate EntertainmentUna scena di Non succede ma se succede
L'amore tra opposti

In Non succede ma se succede nulla è meno probabile di un amore per loro… eppure le vie del cuore molto spesso seguono percorsi irrazionali. Politica, questioni di gender ed emancipazione femminile condiscono l’arco della love story di Charlotte e Fred, ancorandola saldamente al presente post #MeToo.

4 - Last Christmas (Paul Feig)

La magia del Natale a Londra è sempre stata speciale, e condita da una spolverata di pepe, dai tempi di Bridget Jones. La Regina dei Draghi è diventata un elfo di Natale, frizzante e spiritosa ma con un ghost triste e ingombrante alle spalle: una malattia da cui è scampata per miracolo, con una spada di Damocle dolorosa, che la porta all'autodistruzione.

Universal StudiosUna scena di Last Christmas
Daenerys diventa un elfo di Natale

Katarina è un elfo di Natale che sogna di fare la cantante, e trova l’amore per caso, in una Londra addobbata a festa, nello sfavillante omaggio a George Michael che è questa commedia di Natale, Last Christmas.

3 - Storia di un matrimonio (Noah Baumbach)

In Storia di un matrimonio Adam Driver e Scarlett Johansson raccontano una storia particolare, quella di una separazione, di un amore che c’è, che rimane, ma deve incanalarsi in un altro modo, per provare a costruire, dalla distruzione, qualcosa di nuovo.

Ex marito ed ex moglie si abituano a un nuovo linguaggio, ai nuovi piccoli riti, al nuovo status della loro relazione, che cambia di segno ma permane, perché condividono un figlio.

2 - Aladdin (Guy Ritchie)

Melting pot, musicale, nostalgico, romantico: il nuovo Aladdin dell’epoca del #MeToo rilancia la figura di Jasmine come regina politicamente schierata e attenta alle necessità del suo regno. Aladdin è spalleggiato dal Genio, un iconico Will Smith, che rende il film un caleidoscopio di colori e sensazioni. 

Disney - GiphyUna scena di Aladdin sul tappeto
Il viaggio sul tappeto

Forse, paradossalmente, la Jasmine che trascorre il film a dichiarare il proprio femminismo è meno militante della Jasmine del 1992, del film d’animazione, che non aveva bisogno di ribadire le proprie posizioni, le dimostrava. Inalterato, invece, il contesto magico e romantico che trasporta Aladdin e Jasmine, cullati dalle stelle, sul tappeto volante.

1 - Un giorno di pioggia a New York (Woody Allen)

Poetico e, allo stesso tempo, inesorabilmente cinico, Woody Allen racconta Un giorno di pioggia a New York come catalizzatore di affinità elettive e innescatore di conflitti di classe, di divari culturali, tra città e provincia. Il newyorchese Gatsby è un malinconico, ama la pioggia e i club jazz, la sua ragazza Asheligh viene dall’Arizona, ha il padre banchiere e ha una passione “cheap” per il cinema, tanto che la loro giornata insieme nella Grande Mela si rivelerà un flop.

Tuttavia, un forte acquazzone riserva sorprese a entrambi. Delicato e impalpabile come la pioggia di una giornata d’autunno (a New York o altrove), questo film è da non perdere.

Leggi anche

      Cerca