Doctor Strange 2, Scott Derrickson abbandona la regia a causa di divergenze creative

Marvel Studios Il logo ufficiale di Doctor Strange in the Multiverse of Madness

Cambio di programma, Scott Derrickson non dirigerà Doctor Strange in the Multiverse of Madness. Ma ad attenderlo c'è il ruolo di produttore esecutivo.

Annunciato come il primo film tendenzialmente horror del Marvel Cinematic Universe, Doctor Strange in the Multiverse of Madness perde il regista Scott Derrickson, già dietro la macchina da presa in occasione del primo cinecomic del 2016 con Benedict Cumberbatch nei panni dell'iconico Stregone Supremo della Casa delle Idee.

La notizia, inizialmente diffusa in esclusiva da Variety, è stata confermata dallo stesso regista tramite il suo account Twitter. Alla base della rottura ci sarebbero forti divergenze creative, ma un compromesso tra le due parti sembra che sia stato comunque raggiunto. Derrickson infatti non abbandonerà definitivamente il progetto, ma lo curerà in qualità di produttore esecutivo.

È evidente che nella collaborazione tra Scott Derrickson e Marvel Studios si sia aperta una profonda crepa, ma ora è il momento di guardare avanti. La produzione della seconda pellicola dedicata a Doctor Strange dovrebbe iniziare infatti a maggio, quindi i tempi sono abbastanza ristretti per ufficializzare il passaggio del testimone. Resta invariata la data per l'uscita nelle sale, fissata per il 7 maggio 2021.

In Doctor Strange in the Multiverse of Madness dovrebbe esserci spazio anche per la Scarlet Witch di Elizabeth Olsen, prossima co-protagonista della serie live-action WandaVision, in arrivo su Disney+ nel corso del 2020. Il cinecomic sarà parte integrante della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe insieme a Black Widow, Gli Eterni, Shang-Chi e la Leggenda dei dieci Anelli, Spider-Man 3 (titolo provvisorio) e Thor: Love and Thunder.

Cosa ne pensate dei dissapori tra Derrickson e Marvel Studios? In che modo incideranno sul risultato finale?

Leggi anche

      Cerca