Con 11 candidature, Joker è il cinecomic con più nomination agli Oscar di sempre

Warner Bros. Joaquin Phoenix in una scena del film Joker

Il film di Todd Phillips con Joaquin Phoenix ha battuto Il cavaliere oscuro di Christopher Nolan con Christian Bale e Heath Ledger nei panni del villain di Gotham.

"Buona notte, e ricordatevi sempre: That's Life!": Arthur Fleck è pronto a sparare l'ultimo colpo perché Joker, il film di Todd Phillips con Joaquin Phoenix nei panni del villain di Gotham, ha ricevuto ben 11 candidature ai Premi Oscar 2020, risultando non solo il film con più nomination in questa edizione, ma anche il cinecomic con più candidature di sempre. L'elenco completo delle nomination è impressionante: Joker è candidato per il miglior film, il miglior regista, il miglior attore protagonista, la migliore sceneggiatura non originale (di Phillips e Scott Silver), la migliore fotografia (Lawrence Sher), il miglior montaggio (Jeff Groth), la migliore colonna sonora (Hildur Guðnadóttir), il miglior sonoro (Todd Maitland, Tom Ozanich e Dean Zupancic), il miglior montaggio sonoro (Alan Robert Murray), i migliori costumi (Mark Bridges) e il miglior trucco e acconciatura (Kay Georgiou e Nicki Ledermann).

Se qualche statuetta arriverà dalle categorie tecniche, Phoenix e Guðnadóttir potrebbero bissare i successi già ottenuti ai Golden Globes e Critics' Choice Awards. Con queste 11 candidature, Joker supera Il cavaliere oscuro: il film di Christopher Nolan è arrivato a quota 8 nomination nel 2009, vincendo due Oscar, quello postumo a Heath Ledger come miglior attore non protagonista (l'attore australiano era scomparso il 22 gennaio 2008, poco dopo il termine delle riprese) e quello a Richard King per il montaggio del suono.

Ad Oscar, Globes e Critics' Choice Awards, Joker aggiunge pure due nomination ai SAG Awards (i riconoscimenti assegnati dalla Screen Actors Guild per le migliori interpretazioni degli attori) e 11 ai BAFTA, l'equivalente britannico degli Oscar. Phillips, in una nota stampa diffusa subito dopo l'annuncio delle candidature agli Oscar, ha commentato così lo strepitoso risultato del suo film.

Joker è nato come un'idea, un vero esperimento: possiamo adottare un 'approccio indie' per una grande produzione invertendolo in uno studio dei personaggi per riflettere il mondo che ci circonda? Abbiamo esplorato ciò che vediamo e sentiamo nella società, dalla mancanza di empatia agli effetti dell'assenza d'amore. Sono profondamente onorato dal travolgente riconoscimento dell'Academy, e voglio ringraziare il genio di Joaquin Phoenix, e tutti i miei incredibili collaboratori. Siamo davvero onorati dal fatto che i nostri colleghi della comunità cinematografica abbiano abbracciato il film e il suo messaggio.

Phoenix non è stato da meno e, come riportato da Entertainment Weekly, ha espresso un sincero ringraziamento per i membri dell'Academy che hanno votato per lui.

Sono davvero onorato di essere stato candidato dai miei colleghi attori. L'incoraggiamento dell'Academy ha contribuito ad infiammare e sostenere la mia carriera e sono incredibilmente grato per questo sostegno. Vorrei anche congratularmi con i miei colleghi candidati perché le loro performance sono state riconosciute per aver ispirato e arricchito la nostra forma d'arte.

Phoenix riuscirà a "battere" Antonio Banderas, Leonardo DiCaprio, Adam Driver e Jonathan Pryce? E quante statuette pensate porterà a casa Joker? Per saperlo dovremo attendere la cerimonia di premiazione, che si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles il 9 febbraio. 

Leggi anche

      Cerca