Brad Pitt ricorda ancora l'imbarazzante prima di Fight Club a Venezia

Brad Pitt ed Edward Norton difficilmente dimenticheranno la proiezione del film di Fincher, quando erano strafatti tra le poltrone della kermesse veneziana ed erano gli unici a ridere.

20th Century Fox Brad Pitt in una scena del film Fight Club

"Beati quelli che sanno ridere di se stessi, perché non finiranno mai di divertirsi".

Deve aver pensato questo Brad Pitt la sera della prima di Fight Club alla Mostra del Cinema di Venezia di 21 anni fa, o almeno è quello che ha lasciato intendere nell'esilarante podcast WTF di Marc Maron.

Fresco di vittoria di un Golden Globe come miglior attore non protagonista per la pellicola C'era una Volta... a Hollywood di Quentin Tarantino, Brad ha ripercorso la sua lunga carriera cinematografica ricordando un divertente aneddoto legato alla controversa pellicola di David Fincher.

I protagonisti del film del 1999 erano Brad Pitt ed Edward Norton e - ancora adesso non è ben chiaro il motivo - per sorbirsi l'ennesima proiezione del film al Festival del Cinema di Venezia i due decisero di "rilassarsi un po'".

Avete capito bene, i due giovani attori decisero di farsi una canna e arrivare strafatti tra le poltrone della prestigiosa kermesse. 

Il racconto dell'ex marito di Angelina Jolie continua e si fa sempre più imbarazzante.

Appena iniziò il film io ed Edward, che eravamo entrambi strafatti, ci siamo accorti che nessuno rideva alle nostre battute, forse troppo di cattivo gusto per la platea veneziana. Arriva la prima battuta e nessuno ride. Poi un’altra e ancora niente. C'era il gelo totale, ma non eravamo imbarazzati, anzi, io e Norton non potevamo far altro che ridere. Trovavamo tutto così divertente perché eravamo due idioti che ridevano delle loro stesse battute.

La grottesca situazione creatasi quel lontano 1999 diverte ancora Brad Pitt, soprattutto ricordando che era seduto accanto all'allora direttore della Mostra, Alberto Barbera che, dopo aver avuto un'espressione contrariata per tutta la proiezione di Fight Club, decise di abbandonare la sala subito dopo la famosa battuta di Helena Bonham Carter.

C'era gente sbigottita, che non aveva apprezzato il film. Quando uno spettatore andò via scuro in volto, subito dopo la battuta di Helena Bonham Carter che diceva "Oh mio Dio, era dalle elementari che nessuno mi sc...ava così", iniziammo a ridere ancora più forte.

Ma perché la pellicola di David Fincher fece così scalpore?

Fight Club e le reazioni contrastanti

Era il 1999 quando David Fincher - regista di Seven e Il Curioso Caso di Benjamin Button - diresse Fight Club, pellicola ispirata all'omonimo romanzo di Chuck Palahniuk. Nel cast principale dello scandaloso viaggio introspettivo nella natura dell'uomo e della società figuravano Brad Pitt, Edward Norton, Helena Bonham Carter e Jared Leto.

Il film, violento e pervaso da un umorismo forse troppo elevato ed estremo per essere apprezzato dai più, rappresentava un pugno allo stomaco della società consumistica di fine anni '90 e costringeva la stessa a guardarsi allo specchio e analizzare gli effetti devastanti sulla natura umana.

La reazione scioccata e contrariata ricordata da Brad Pitt alla Mostra del Cinema di Venezia di allora non fu l'unica nel suo genere. La maggior parte della critica stroncò il film e il flop ai botteghini fece eco al parere degli addetti ai lavori. 

Ma come spesso accade, il successo e la giusta valutazione del prodotto arrivarono in seguito, con la distribuzione in home video. Il film venne apprezzato al punto da diventare un cult movie degli anni '90 ed essere annoverato tra i 500 migliori film della storia secondo Empire, piazzandosi al decimo posto.

A distanza di più di 20 anni la pellicola di Fincher viene ancora ricordata e citata sotto molti aspetti, venendo meno proprio alla prima regola del Fight Club... non parlate mai del Fight Club.

Leggi anche

      Cerca