Miss Americana: tutto quello che sappiamo sul documentario su Taylor Swift

Miss Americana è pronta al debutto su Netflix: il documentario incentrato su Taylor Swift arriva sulla piattaforma a fine gennaio dopo le polemiche sulle musiche.

Il 31 gennaio 2020 arriva su Netflix Miss Americana. In realtà, il documentario dedicato a Taylor Swift avrà l’onore di aprire il Sundance Film Festival 2020. 

Miss Americana, infatti, verrà presentato il 23 gennaio al festival cinematografico fondato da Robert Redford. 

Ma di cosa parlerà esattamente? Netflix ha affidato la regia a Lana Wilson, nota per i documentari After Tiller e The Departure. 

La regista ha raccontato Taylor Swift dal punto di vista sia pubblico che privato. Non a caso, la sinossi pubblicata dal servizio streaming recita così: 

Uno sguardo crudo ed emotivamente rivelatore su uno degli artisti più iconici del nostro tempo, filmata in un periodo di trasformazione della sua vita mentre impara ad abbracciare il suo ruolo non solo come cantautrice e come performer, ma anche come donna che sfrutta tutta la potenza della sua voce. 

In effetti, Taylor Swift esce da un anno ricco di soddisfazioni ma anche di difficoltà. La cantante ha pubblicato il suo settimo album Lover e ha dovuto combattere una guerra dei diritti con il manager Scott Samuel Braun, che rappresenta artisti del calibro di Justin Bieber, Ariana Grande e Kanye West. 

La guerra si è scatenata tra i due per i diritti dei primi sei album di Taylor Swift. Inizialmente, infatti, Braun non aveva concesso l’utilizzo dei brani nel documentario. 

In un tweet, risalente al novembre del 2019, la cantante aveva svelato il divieto di Braun a usare le canzoni e le performance in Miss Americana. 

Scott e Scooter hanno impedito l’uso dei miei vecchi brani e delle performance dal vivo per questo progetto [Miss Americana]. Il messaggio che mi è stato mandato è molto chiaro. Sostanzialmente, fai la brava ragazza e taci altrimenti sarai punita…

Secondo Variety, l’utilizzo delle musiche è stato concesso subito dopo il clamore mediatico, anche se pare che non ci sia stata una riappacificazione tra i due. Secondo quanto riportato da una fonte vicina al produttore, la cantante si sarebbe rifiutata di comunicare con lui. 

Questi i retroscena che hanno animato la lavorazione di Miss Americana. Se siete curiosi di dare un'occhiata al risultato finale, ricordatevi che il documentario sarà disponibile su Netflix dal 31 gennaio 2020.

Leggi anche

      Cerca