Sergio: il trailer ufficiale e la trama del film Netflix con Wagner Moura

L'attore della serie TV Narcos impersonerà l'alto funzionario delle Nazioni Unite ucciso in un attentato a Baghdad nel 2003.

Da Pablo Escobar ad un diplomatico di rilievo il passo è breve: Wagner Moura sarà Sergio Vieira de Mello nel film biografico targato Netflix sulla vita dell'alto funzionario delle Nazioni Unite ucciso in un attentato terroristico a Baghdad il 19 agosto 2003.

L'attore, reduce dal successo della serie TV Narcos in cui ha prestato il volto ad uno dei più arcinoti narcotrafficanti, nel biopic Sergio racconterà la vita del diplomatico brasiliano nel caotico periodo successivo all'invasione americana in Iraq. Il regista Greg Barker, che aveva già raccontato la storia di Viera de Mello nell'omonimo documentario Sergio del 2009, mostrerà il rischioso impegno del funzionario ONU durante la più ardua missione della sua carriera. 

Nel cast, accanto a Moura, figurano anche Ana de Armas, Garret Dillahunt, Brían F. O'Byrn, Will Dalton e Clemens Schick. La pellicola sarà distribuita il 17 aprile 2020 sulla piattaforma Netflix.

NetflixWagner Moura nel film Netflix, Sergio

Chi era Sergio Vieira de Mello

Sergio Vieira de Mello è stato un rappresentante di spicco nell'ambito della cooperazione internazionale. Alto ufficiale delle Nazioni Unite - per le quali ha lavorato oltre 34 anni in contesti quali Sudan, Cipro, Mozambico, Libano, Cambogia, Bosnia, Congo, Kosovo guadagnando rispetto e ammirazione internazionale per il suo impegno nei programmi umanitari e politici dell'ONU - è rimasto ucciso, assieme ad altri 21 membri del suo staff, nell'attentato dell'Hotel Canal a Baghdad, dove era in servizio come rappresentante speciale delle Nazioni Unite per l'Iraq. Vieira de Mello aveva inizialmente rifiutato la nomina, prima di essere convinto da Condoleezza Rice e dal presidente americano George W. Bush ad accettare il mandato di 4 mesi.

Durante la sua longeva carriera diplomatica, iniziata nel '69, è stato il primo e unico rappresentante dell'ONU a discutere con i Khmer rossi. È stato inoltre consulente politico della Forza di Interposizione delle Nazioni Unite in Libano tra il 1981 e il 1983.

Viera de Mello è sepolto a Ginevra nel cimitero di Plainpalais. Dopo la sua morte, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite l'11 dicembre 2008, ha istituito la Giornata mondiale dell'aiuto umanitario che ricade annualmente il 19 agosto. Anche l'Italia ha voluto ricordare quest'uomo simbolo di pace e speranza: la città di Bologna ha intitolato a Sergio Vieira de Mello l'omonima piazza cittadina nei pressi di porta Europa, confine tra i quartieri San Donato e Navile. La città di Milano, invece, gli ha dedicato dei giardini pubblici.

Leggi anche

      Cerca