Quentin Tarantino spiega la sua 'lotta' ai blockbuster Marvel e Disney

Heyday Films Un'immagine dei protagonisti di C'era una volta a... Hollywood

Il regista di C'era una volta a... Hollywood ha spiegato che il 2019 è stato un anno fondamentale per il cinema d'autore, in grado di contrastare lo strapotere di blockbuster come Avengers: Endgame o l'ultimo Star Wars.

Il 2019 cinematografico verrà ricordato anche e soprattutto per l'uscita di blockbuster di un certo peso come Star Wars: L'Ascesa di Skywalker e Avengers: Endgame, rispettivamente l'ultimo capitolo della nuova trilogia di Guerre Stellari diretto da J.J. Abrams e l'episodio conclusivo della saga dei Vendicatori a cura dei fratelli Russo.

Nonostante gli ottimi risultati al botteghino ottenuti dalle due pellicole in questione, durante un’intervista per Deadline il regista di C'era una volta a... Hollywood Quentin Tarantino ha voluto sottolineare quanto anche un certo cinema d’autore abbia ottenuto risultati più che eccellenti al box office internazionale, specie se messo a confronto dei colossi targati Disney e Marvel.

Dal mio punto di vista, i prodotti commerciali che appartengono alle grandi case di produzione, i progetti che tutti conoscono perché fanno parte del loro DNA tipo i cinecomic Marvel, i film di Star Wars, Godzilla e James Bond, non hanno mai avuto un anno migliore di questo. [Il 2019, n.d.R] doveva essere l’anno in cui il loro dominio sul mondo avrebbe dovuto completarsi. Ma in qualche modo non è stato così. Perché tanti film originali sono usciti ed esigevano di essere visti, specie al cinema.

Fresco di ben 10 candidature ai premi Oscar 2020 per il suo nono film, Tarantino è quindi più che soddisfatto dell'anno cinematografico appena trascorso.

Sono davvero fiero di essere candidato assieme agli altri film nominati. Penso che, tirando le somme, ad aver tenuto testa quest’anno è il cinema che non si arrende allo status di blockbuster. Se quest’anno i film originali non lo avessero fatto, avrebbero potuto non avere un’altra occasione. Questo è stato un anno davvero incredibile. Combattere contro qualcosa come Avengers: Endgame, di cui non si poteva non parlare sino a un mese prima dell'uscita e fino al mese successivo. Hanno provato a fare la stessa cosa con l’ultimo Star Wars, ma credo che qualcosa non abbia funzionato. In tutto ciò non potevi salire su un volo della United Airlines senza imbatterti nel franchise, persino le istruzioni per la sicurezza mostravano scene di Star Wars.

Ricordiamo che Tarantino ha rivelato anche di aver scritto (e di voler dirigere personalmente) una serie TV tratta da Bounty Law, lo show western fittizio creato appositamente per il suo C’era una volta… a Hollywood.

Siete d'accordo con l'idea di cinema espressa dal regista de Le Iene e Pulp Fiction?

Leggi anche

      Cerca