George R. R. Martin rivela: Game of Thrones doveva finire con tre film

George R. R. Martin, scrittore dei romanzi che hanno dato vita a Game of Thrones, ha confermato nel corso di un'intervista che gli showrunner David Benioff e D. B. Weiss avevano pianificato un finale al cinema per la serie fantasy di HBO.

HBO Kit Harington, Sophie Turner e Maisie Williams in un teaser di Game of Thrones 8

Uno dei più ricorrenti dibattiti legati alla stagione finale de Il Trono di Spade – al di là dei contenuti e degli eventi narrati – è legato al fatto che alcuni spettatori abbiano lamentato di trovare la chiusura delle vicende affrettata. Dopo aver seguito un modello da dieci episodi per molte stagioni, Game of Thrones è passato a sette nella settima stagione e a sei (ma di durata variabile) per l'ultima. Troppo pochi, per chiudere le vicende di così tanti protagonisti? Forse. Anche perché, in origine, al posto di quei sei episodi dovevano esserci tre film da trasmettere al cinema. A rivelarlo è stato nientemeno che George R. R. Martin, che ha parlato delle intenzioni degli showrunner nel corso di un'intervista.

Tre film per l'epilogo di Westeros

Intervistato dalla rivista tedesca Welt, con la traduzione dell'articolo resa disponibile dall'utente Reddit conosciuto come mellycafe, lo scrittore di Cronache del Ghiaccio e del Fuoco ha rivelato che, nei piani degli autori D. B. Weiss e David Benioff c'era quello di portare Jon Snow e compagni al cinema.

HBOEmilia Clarke e Kit Harington in Game of Thrones 8x06
Un'immagine dal finale di Game of Thrones

Quando gli è stato domandato se, in futuro, sia legittimo aspettarsi un approdo di Game of Thrones sul grande schermo, Martin ha replicato che i diritti sono tutt'oggi nelle mani di HBO. Subito dopo, ha aggiunto:

Abbiamo davvero tenuto a mente questa possibilità: David Benioff e Dan Weiss, gli autori della serie televisiva, volevano far finire la saga con tre grossi film, dopo la stagione 7. Game of Thrones doveva finire al cinema. È una cosa che è stata discussa seriamente, quattro o cinque anni fa.

Come sappiamo, l'idea non è però arrivata a compimento, con la settima stagione che è stata seguita dall'ottava – presentata come una in cui gli episodi sarebbero, in effetti, durati quanto un film, in alcuni casi. Martin ha spiegato che i tre film di Game of Thrones non si sono concretizzati perché HBO ha voluto rimarcare di occuparsi di televisione, e non di produzioni cinematografiche. Non si è trattato, insomma, di un problema di budget, che non sembra essere mai mancato.

Come dichiarato dallo scrittore:

Non si è fatto nulla perché HBO non voleva farlo. I dirigenti dissero: noi produciamo serie televisive, non siamo nel business del cinema. E se HBO realizza un film, come quelli basati su Deadwood, allora lo fa solo per trasmetterlo in televisione, non in sala.

È anche vero, sottolinea l'autore statunitense, che la situazione attuale è molto diversa da quella di qualche anno fa. Basti pensare alle opere di Netflix arrivate sul grande schermo (e sul tappeto rosso dei Premi Oscar), per rendersi conto che i confini tra produzioni per la TV e produzioni per il cinema sono ora molto più sottili.

Martin ha spiegato:

Tutto sta cambiando: cosa viene mostrato al cinema, ora come ora? Le cose si stanno un po' mescolando. Attualmente, non sappiamo dove passa il confine tra cinema, servizi di streaming e televisione.

A Game of Thrones

Game of Thrones è andato in onda su HBO in otto stagioni, dal 2011 al 2019. La serie si è affermata come un vero e proprio fenomeno di culto, divenendo la più premiata di sempre ai Primetime Emmy Awards (con 59 riconoscimenti e 160 nomination portati a casa).

Tra i tanti membri del cast, Kit Harington (Jon Snow), Emilia Clarke (Daenerys Targaryen), Sean Bean (Ned Stark), Mark Addy (Robert Baratheon), Jason Momoa (Khal Drogo), Lena Headey (Cersei Lannister), Peter Dinklage (Tyrion Lannister), Charles Dance (Tywin Lannister), Nikolaj Coster-Waldau (Jaime Lannister), Michelle Fairley (Catelyn Tully Stark), Sophie Turner (Sansa Stark), Maisie Williams (Arya Stark) e Gwendoline Christie (Brienne di Tarth).

HBOGli Stark in Game of Thrones 8x04
Alcuni membri del cast di Game of Thrones: da sinistra, in primo piano, Rory McCann, Liam Cunningham, Sophie Turner, Maisie Williams e Isaac Hempstead-Wright

Attualmente disponibile in un cofanetto completo con tutti gli episodi, Il Trono di Spade vedrà anche l'uscita di uno spin-off, House of the Dragon, interamente incentrato sulle origini della casa Targaryen. Secondo HBO, l'arrivo è atteso almeno per il 2022.

Leggi anche

      Cerca