Bloodshot, il nuovo film con Vin Diesel vietatissimo (ma non troppo) negli Usa

L'esercito "che vive nelle vene" di Ray Garrison non è "Restricted" per la Motion Picture Association, che gli affibbia un "PG-13" per le sue "sequenze intense di violenza".

Sony Pictures Vin Diesel in una scena del film Bloodshot

Bloodshot è uno dei film più attesi del 2020. Non solo per il ritorno di Vin Diesel in un ruolo alla Riddick, ma perché porta sul grande schermo il celebre personaggio dei fumetti Valiant Comics creato da Kevin VanHook, Don Perlin e Bob Layton. Dopo il lancio del nuovo trailer ufficiale, la Motion Picture Association ha assegnato al cinecomic di Dave Wilson, al suo esordio alla regia, un divieto PG-13.

Il film, secondo la MPAA, è inadatto ai bambini al di sotto dei 13 anni perché presenta "sequenze intense di violenza" e "del linguaggio e del materiale spinto". Le vicende dell'eroe senza identità alla ricerca del proprio passato e cha ha un "esercito che vive nelle sue vene" non hanno impressionato più di tanto l'organizzazione del "film rating system". Un divieto ai minori di 13 anni è quello che si auspicava (nella migliore delle ipotesi) il produttore Dinesh Shamdasani.

Sony PicturesVin Diesel in una scena del film Bloodshot
Vin Diesel torna in azione

Shamdasani, intervistato dal sito Comics Beat, ha spiegato che il regista si è ispirato a classici del cinema action degli anni '80 e '90 come RoboCop e Atto di forza di Paul Verhoeven e l'originale Terminator di James Cameron ed era quasi sicuro di doversi scontrare con un "Rated R", un divieto ai minori dei 17 se non accompagnati da un adulto.

Non credo che quando gli spettatori andranno al cinema a vedere questo film, sentiranno che abbiamo tolto qualcosa. È un film che provoca emozioni intense. Posso dire che personalmente, per quanto mi riguarda, non ho rimpianti. Non ho mai pensato: 'Oh, vorrei che avessimo un Rated R. Avremmo potuto spingerci un po' oltre'. Credo che questo sia proprio il film che volevamo fare.

La storia del film è molto semplice: Ray Garrison (ma in origine il suo nome nei fumetti era Angelo Mortalli) è un soldato dei Marines ucciso durante una missione. Grazie ai poteri di rigenerazione e meta-morphing viene riportato in vita dalla RST Corporation. Ray, con un insieme di nanotecnologie che gli donano una forza incontrollabile e la possibilità di rigenerare i propri tessuti istantaneamente, diventa Bloodshot, il superkiller del Progetto Lazarus. La compagnia ha però preso possesso non solo del suo corpo, ma anche della sua mente e della sua memoria: Ray non sa più cosa è vero e cosa no, ma è sua intenzione scoprirlo, ad ogni costo. Specie in seguito alla misteriosa uccisione della moglie.

Diretto da Dave Wilson (è stato suo il corto Il vantaggio di Sonnie della serie Netflix Love, Death & Robots) e sceneggiato da Eric Heisserer (Arrival) e Jeff Wadlow (Kick-Ass 2), Bloodshot vede nel resto del cast Guy Pearce, Eiza Gonzalez, Sam Heughan, Lamorne Morris, Toby Kebbell e Talulah Riley.

Sony PicturesIl poster italiano del film Bloodshot
Il fumetto bestseller arriva al cinema

Il film arriverà nelle sale italiane dal 26 marzo 2020. Voi cosa ne dite da queste prime immagini? Andrete a vederlo?

Leggi anche

      Cerca