DGA Awards 2020, tutti i vincitori: Sam Mendes trionfa con il suo 1917

Il regista britannico Sam Mendes ha conquistato il Directors Guild of America Award 2020 per il suo epico 1917. Successi anche per Honey Boy di Alma Har'el e la miniserie HBO Chernobyl.

Universal Pictures Sam Mendes

Lo scorso sabato 25 gennaio al Ritz-Carlton Hotel a Downtown, Los Angeles è andata in scena la 72esima edizione dei DGA Awards, il premio che ogni anno viene assegnato ai migliori registi dalla Directors Guild of America, il sindacato che li rappresenta. 

A conquistare il Directors Guild of America Award 2020 è stato Sam Mendes grazie al suo 1917, pellicola bellica ambientata durante la Prima Guerra Mondiale e attualmente in programmazione nelle sale italiane. Questo importante riconoscimento, che si aggiunge al Golden Globe, potrebbe aprire la strada al regista britannico verso la statuetta più ambita

Solitamente infatti, i cineasti premiati con il DGA Award sono i favoriti per gli Oscar. Il regista britannico era in lizza con Martin Scorsese per The Irishman, Quentin Tarantino per C'era una volta a... Hollywood, Taika Waititi per Jojo Rabbit e Bong Joon Ho per Parasite. Queste le parole di Mendes durante il suo discorso di ringraziamento:

Mi ritengo abbastanza fortunato ad aver vinto questo premio vent'anni fa e, se devo essere onesto con me stesso, ammetto che ultimamente non sapevo bene cosa stessi facendo. Adesso mi sembra di saperlo un po’ di più.

Il DGA Award 2020 per la migliore opera prima è stato invece assegnato ad Alma Har'el per Honey Boy, film scritto e interpretato da Shia Labeouf, che racconta proprio la storia vera dell'attore americano.

Nelle categorie televisive poi ha trionfato HBO portandosi a casa ben quattro riconoscimenti: quello per il primo episodio di Watchmen, per la quinta puntata della seconda stagione di Barry, per la miniserie Chernobyl e per il programma per bambini Song of Parkland. 

Ecco di seguito tutti i vincitori dei DGA Awards 2020, in grassetto, insieme all'elenco delle nomination.

I vincitori per le categorie cinema

Miglior film

  • Bong Joon-ho – Parasite 
  • Sam Mendes – 1917
  • Martin Scorsese – The Irishman
  • Quentin Tarantino – Once Upon a Time… in Hollywood
  • Taika Waititi – Jojo Rabbit

Miglior documentario

  • Steven Bognar e Julia Reichert – Made in USA – American Factory
  • Feras Fayyad – The Cave
  • Alex Holmes – Maiden
  • Ljubomir Stefanov e Tamara Kotevska – Honeyland
  • Nanfu Wang e Jialing Zhang – One Child Nation

Miglior opera prima

  • Mati Diop – Atlantique
  • Alma Har’el – Honey Boy
  • Melina Matsoukas – Queen & Slim
  • Tyler Nilson e Michael Schwartz – The Peanut Butter Falcon
  • Joe Talbot – The Last Black Man in San Francisco

I vincitori per le categorie TV

Miglior serie drammatica

  • Nicole Kassell – Watchmen per la puntata It’s Summer and We’re Running Out of Ice
  • Mark Mylod – Succession per la puntata This Is Not for Tears
  • David Nutter – Game of Thrones per la puntata The Last of the Starks
  • Miguel Sapochnik – Game of Thrones per la puntata The Long Night
  • Stephen Williams – Watchmen per la puntata This Extraordinary Being

Miglior serie comedy

  • Dan Attias – The Marvelous Mrs. Maisel per la puntata It’s the Sixties, Man!
  • Bill Hader – Barry per la puntata ronny/lily
  • David Mandel – Veep per la puntata Veep
  • Daniel Palladino – The Marvelous Mrs. Maisel per la puntata Marvelous Radio
  • Amy Sherman-Palladino – The Marvelous Mrs. Maisel per la puntata It’s Comedy or Cabbage

Miglior miniserie o film TV

  • Ava DuVernay – When They See Us
  • Vince Gilligan – El Camino: A Breaking Bad Movie
  • Thomas Kail – Fosse/Verdon per la puntata Nowadays
  • Johan Renck – Chernobyl
  • Minkie Spiro – Fosse/Verdon per la puntata All I Care About Is Love
  • Jessica Yu – Fosse/Verdon per la puntata Glory

Miglior varietà, talk show, news e sport

  • Paul G. Casey – Real Time with Bill Maher per la puntata dell’11 ottobre 2019
  • Nora S. Gerard – CBS Sunday Morning per la puntata del 40° anniversario
  • Jim Hoskinson – The Late Show with Stephen Colbert per la puntata del 26 giugno 2019
  • Don Roy King – Saturday Night Live per la puntata del 21 dicembre 2019 presentata da Eddie Murphy
  • Paul Pennolino e Christopher Werner – Last Week Tonight with John Oliver per la puntata del 10 novembre 2019

Miglior varietà, talk show, news e sport - Speciali

  • James Burrows and Andy Fisher – Live in Front of a Studio Audience: Norman Lear’s All in the Family and The Jeffersons
  • Spike Jonze – Aziz Ansari: Right Now
  • Stan Lathan – Dave Chappelle: Sticks & Stones
  • Linda Mendoza – Wanda Sykes: Not Normal
  • Glenn Weiss – The 91st Annual Academy Awards

Miglior reality show

  • Hisham Abed – Queer Eye per la puntata Black Girl Magic
  • Jason Cohen – Encore! per la puntata Annie
  • Jon Favreau – The Chef Show per la puntata L’isola Hog
  • Ashley S. Gorman – First Responders Live per la puntata del 25 giugno 2019
  • Patrick McManus – American Ninja Warrior per la puntata del 23 settembre 2019 Las Vegas National Finals Night 4

Miglior programma per bambini

  • Dean Israelite – Are You Afraid of the Dark? per la puntata Part One: Submitted for Your Approval
  • Jack Jameson – Sesame Street per la puntata speciale del 50° anniversario
  • Luke Matheny – Ghostwriter per l’episodio Ghost in Wonderland, Part 1
  • Amy Schatz – Song of Parkland
  • Barry Sonnenfeld – A Series of Unfortunate Events per l’episodio The Penultimate Peril: Part 1

Leggi anche

      Cerca