Jim Carrey acceterebbe di girare un sequel di The Mask (ma solo con un regista visionario)

Il grande attore americano, nelle sale a febbraio con Sonic - Il film, ripensa a un possibile sequel del grande cult anni Novanta.

Nell’elenco dei sequel più desiderati dal pubblico cinematografico non si può non aggiungere ⤑The Mask.

Il film, che nel 1994 consacrò Jim Carrey nell’olimpo dei più bravi attori comici americani, non ha mai avuto un vero sequel (i fan si ostinano a non considerare il flop The Mask 2 del 2005 come un degno seguito della pellicola). Ma il tempo, si sa, riserva sempre delle sorprese: dopo 26 anni, Carrey ha infatti aperto uno spiraglio alla possibilità di un nuovo capitolo del franchise.

Durante la promozione del film ⤑Sonic, in cui Carrey interpreta il cattivo Dr. Ivo "Eggman" Robotnik, il giornalista Chris Killian del sito ComicBook ha chiesto all’attore se avesse intenzione di riprendere il ruolo dell’iconica maschera verde, e la risposta è stata una fantastica sorpresa.

Carrey si è mostrato disponibile a una condizione: che a dirigerlo sia un regista visionario. "Non penso in termini di sequel e cose del genere, voglio dire, [Sonic] è adatto [a un possibile sequel] perché non abbiamo ancora sviluppato completamente il personaggio”:

Penso che per The Mask tutto dipenda dal regista. Non vorrei farlo tanto per farlo. Parteciperei solo se il regista fosse un pazzo visionario. Di sicuro.

The Mask è ricordato non solo per le movenze cartoonesche dell’attore che dallo scialbo Stanley Ipkiss sapeva trasformarsi in una spumeggiante creatura senza paura, ma anche per aver lanciato la carriera della bellissima Cameron Diaz (nel ruolo della cantante Tina Carlyle) e aver favorito la diffusione del nome Milo (il fedele cane del protagonista) per migliaia di Jack Russel Terrier nel mondo.

Mike Richardson, uno degli autori del fumetto targato Dark Horse Comics da cui il film è stato tratto, ha espresso il suo interesse su un possibile sequel: "Mi piacerebbe che fosse un altro film su un personaggio che abbia a che fare con il potere assoluto", ha dichiarato.

Il tema di The Mask era questo, cosa faremmo se avessimo il potere assoluto, proprio come accade a Stanley Ipkiss. Quando otteniamo il potere spesso ricorriamo alle azioni più meschine, tanto da sopraffare la nostra stessa natura umana, senza pensare che si potrebbe usare quello stesso potere per fare del bene.

Aspettando che il sogno di rivedere Jim Carrey con indosso il suo completo giallo canarino diventi presto realtà, quali altri sequel vorreste vedere presto sullo schermo?

Leggi anche

      Cerca