Stranger Things 4, la teoria dei fan secondo cui Murray Bauman è "l'americano"

In attesa della season 4, gli appassionati della serie Netflix pubblicano in rete teorie molto interessanti.

Netflix Murray nella season 3

Stranger Things 4 si prefigge l'obiettivo di rispondere alle numerose domande rimaste in sospeso al termine della terza stagione, in cui i russi hanno aperto un portale per il Sottosopra in quel di Hawkins. 

Guardando gli episodi usciti lo scorso luglio, molti fan si sono chiesti come facessero i ricercatori russi a sapere che un varco verso la dimensione parallela era stato precedentemente creato nella cittadina dell'Indiana. Sebbene in parecchi suppongano che alla base di tutto ciò ci sia lo zampino del dottor Brenner, altri pensano sia stato Murray Bauman a condurre i sovietici al Laboratorio di Hawkins.

A un certo punto durante la terza stagione, Alexei spiega che, essendo il tessuto dello spazio-tempo ancora in "via di guarigione" a Hawkins, il macchinario russo avrebbe avuto più possibilità di aprire lì un portale. Si potrebbe supporre che Brenner abbia lavorato con i russi per un periodo o che ci sia una spia tra gli americani; ma qualcuno sostiene che l'arrivo dei sovietici sia dovuto a un inconsapevole Murray.

Chi è Murray Bauman

Il personaggio viene presentato per la prima volta nella seconda stagione di Stranger Things, quando cerca di convincere lo sceriffo Jim Hopper della possibile presenza di spie russe a Hawkins. È un investigatore privato, precedentemente giornalista per il Chicago Sun-Times, ossessionato dalle teorie del complotto. Nella season 2 viene assunto dai genitori di Barb per indagare sulla scomparsa della loro ragazza e, grazie a tale indagine, scopre che qualcosa di strano stava succedendo nella piccola città dell'Indiana (inizia a credere ci siano spie sovietiche e una "bambina russa con abilità psioniche", in realtà Undici).

Murray viene poi avvicinato da Nancy e Jonathan: i due gli chiedono aiuto per portare alla luce la verità sul Laboratorio di Hawkins, in modo da far chiudere la struttura una volta per tutte.

Grazie al suo fluente russo, Murray è "assoldato" da Hopper nella terza stagione, dove si scopre che i suoi sospetti erano fondati e i russi stavano lavorando in gran segreto in un laboratorio sotterraneo. Murray, insomma, è coinvolto in tutto ciò che riguarda il Laboratorio di Hawkins e il suo lavoro potrebbe aver fornito ai russi le informazioni di cui avevano bisogno.

NetflixMurray alla festa con Alexei (non è presente nell'indagine)

Murray ha condotto i russi a Hawkins: la teoria dei fan

Su Reddit è emersa allora la teoria secondo cui sarebbe colpa di Murray se i sovietici sono arrivati nella cittadina americana. L'utente che ha supposto tutto ciò spiega che, quando l'investigatore privato era ancora a Chicago e lavorava per il quotidiano, avrebbe indagato su Kali (Otto) e compagnia: essendo, però, un tantino surreale credere alla presenza di persone con super poteri, il Chicago Sun-Times avrebbe deciso di allontanarlo.

I russi in qualche modo ne hanno sentito parlare e hanno deciso di tenere d'occhio Murray e le sue ricerche. L'utente che ha postato la fan-theory sottolinea inoltre che, nella season 2, il dottor Owens avverte Nancy e Jonathan di "non dire nulla", in modo che le informazioni non arrivino ai sovietici (suggerendo che fossero già una minaccia).

Stranger Things 4 dovrà poi svelare chi è "l'americano" di cui si parla nella scena post-credits del finale della terza stagione.

I fan hanno così iniziato a scommettere su chi sarà il misterioso personaggio. Molti sostengono si tratti di Hopper, altri di Brenner. C'è anche, tuttavia, chi sostiene sia proprio Murray a trovarsi nella base militare in Kamchatka.

Murray Bauman è "l'americano" in Stranger Things 4: la teoria dei fan

L'investigatore privato "sa troppo", questo il motivo per cui potrebbe essere lui il prigioniero. L'utente che ha postato la teoria spiega che il personaggio sarebbe stato catturato dai russi subito dopo La battaglia di Starcourt.

In questo modo, si spiegherebbe anche il motivo per cui non viene fatto divorare dal Demogorgone nella scena post-credits: i russi hanno bisogno di interrogarlo. Murray avrebbe avuto abbastanza tempo per lasciare un messaggio a Joyce nella segreteria telefonica dicendole di aver trovato "qualcosa" e di doverle parlare di persona, ma l'incontro non sarebbe mai avvenuto per via del rapimento.

La fan-theory in questione dopotutto non è così campata per aria: l'investigatore privato è una grande minaccia per i russi, allora potrebbe benissimo essere lui "l'americano" in Stranger Things 4.

Cosa ne pensate? Secondo voi è possibile che Murray abbia condotto i russi a Hawkins? E che si tratti dell'americano?

Via: Screen Rant

Leggi anche

      Cerca