Star Wars: Underworld, il footage della serie di George Lucas mai realizzata

LucasFilm Assaltatori Imperiali nel footage di prova di Star Wars: Underworld

In rete un assaggio di Star Wars: Underworld, la serie live-action ideata e diretta da George Lucas ma mai prodotta perché troppo costosa.

Ci son voluti ben 42 anni (Una nuova speranza è del 1977) per realizzare la prima serie live-action ambientata nell'universo di Star Wars. Parliamo ovviamente di The Mandalorian, produzione originale disponibile da novembre 2019 in esclusiva sulla piattaforma di streaming Disney+ in USA ma in arrivo anche in Italia dal prossimo marzo. Un primato che tuttavia avrebbe potuto conquistare una serie creata e diretta da George Lucas più di dieci anni fa se solo non fosse stata riposta nel dimenticatoio perché troppo costosa.

Risale al 2005 l'annuncio ufficiale di Star Wars: Underworld, ambiziosa serie diventata nelle ultime ore un argomento di tendenza, anche sui social, grazie ad un footage di prova pubblicato su YouTube ma a quanto pare disponibile già da diversi anni sulla pagina Vimeo degli addetti agli effetti speciali, gli Stargate Studios. Il video di circa 10 minuti risale al 2010 e include anche un dietro le quinte che testimonia un abbondante uso del green screen e della tecnologia Virtual Backlot Live, utile per guardare in tempo reale il rendering della ambientazioni sullo sfondo.

Nella clip una figura misteriosa (una donna il cui nome resta sconosciuto) si reca sul pianeta Coruscant per ottenere furtivamente i piani di uno Star Destroyer Imperiale, acquistare armi e una nave per sfuggire agli Assaltatori Imperiali. Tuttavia, questi si accorgono dell'anomalia e danno inizio ad uno scontro a fuoco con il proprietario del piccolo negozio d'armi dimostrando ancora una volta di essere infallibili tiratori scelti (certo, come no). È incredibile come nessun colpo vada a segno, nonostante la più che ridotta distanza dai bersagli. Ma in fondo anche questo è un marchio di fabbrica dell'epopea spaziale.

Della serie cronologicamente ambientata tra Episodio III - La vendetta dei Sith ed Episodio IV - Una nuova speranza erano previsti almeno 50 episodi (le cui sceneggiature erano già complete) ma l'eccessivo sforzo economico richiesto per gli effetti speciali in uno show per la TV, che considerati gli anni di produzione sono incredibilmente convincenti, ha obbligato LucasFilm prima e Disney poi ad abbandonare definitivamente il progetto.

Nel 2012 Star Wars: Undeworld è stata così descritta da Rick McCallum, produttore in forza alla LucasFilm (via GeekTyrant):

Fondamentalmente, è come Il Padrino. C'è l'impero che sta ponendo le basi per il potere nella galassia, e c'è Coruscant - che è la capitale principale - dove un gruppo di boss dei bassifondi controlla lo spaccio di droga e la prostituzione.

Nonostante sembrasse abbastanza promettente, Star Wars: Underworld appartiene ormai al passato. Non c'è però da disperare perché nel futuro di Guerre Stellari sul piccolo schermo ci sono la seconda stagione di The Mandalorian (già confermata) e le serie live-action su Obi-Wan Kenobi e Cassian Andor.

Leggi anche

      Cerca