V per Vendetta 2: il film con Natalie Portman avrà un sequel?

La maschera di Guy Fawkes tornerà mai sul grande schermo? Tra rumor e smentite, è tempo di capire se V per Vendetta 2 vedrà la luce, o se è destinato a rimanere solo un'utopia.

Warner Bros. V, iconico personaggio di V per Vendetta

V per Vendetta è rimasto nella mente di molti appassionati e non solo. La pellicola diretta da James McTeigue, basata sulla graphic novel scritta da Alan Moore e illustrata da David Lloyd, ha lasciato il segno. Tutto ciò grazie alla sua rappresentazione di un mondo oppresso dal regime nazista, ai suoi dialoghi originali e a una simbologia ricca di significati, entrata a far parte dell’immaginario collettivo.

Nella Gran Bretagna occupata dalla Germania, vincitrice della Seconda Guerra Mondiale, muoveva i propri passi il misterioso uomo mascherato conosciuto col nome di V. I suoi atti terroristici, compiuti indossando una maschera di Guy Fawkes, attiravano le attenzioni di Evey Hammond, in un turbine di eventi che portava i due a un passo dal rovesciare il regime, e a ridare potere al popolo.

Il film, uscito nel 2005, poteva contare su un cast di alto profilo. I ruoli di V ed Evey, in particolare, erano assegnati a Hugo Weaving e Natalie Portman. Il compianto John Hurt, invece, portava in scena l’Alto Cancelliere Adam Sutler, a capo del regime dittatoriale.

Dopo questa breve introduzione, è giunto il tempo di capire se V per Vendetta potrà mai avere un sequel, quali sono le ragioni per sperare in un suo arrivo e quali, invece, dovrebbero far desistere anche il fan più appassionato.

Natalie Portman vorrebbe un V per Vendetta 2

Una delle argomentazioni più importanti a supporto dell’uscita di un possibile V per Vendetta 2 riguarda una breve intervista rilasciata da Natalie Portman nel 2018. In quell’occasione, l’interprete di Evey era chiamata a rispondere a una serie di interrogativi sulla sua carriera. Alla domanda: “Per quale dei tuoi film passati ti piacerebbe tornare per un sequel?” La risposta di Natalie era stata:

Questa è una bella domanda. Forse V per Vendetta.

C’è da dire che a questa dichiarazione, almeno per il momento, non sono seguiti riscontri concreti. L’unica iniziativa di un certo peso riguardante l’universo di V per Vendetta, nel corso degli anni, è stata la possibile produzione di una serie TV. Era il 2017: in quell’occasione fu il network britannico Channel 4 a mostrarsi interessato ai diritti per la trasposizione televisiva dell’opera di Alan Moore. A oggi non si hanno notizie sull’arrivo di uno show dedicato alle avventure di V, e in ogni caso si tratterebbe presumibilmente di un progetto slegato dalla controparte cinematografica, con un cast differente.

Al momento, allora, non è lecito pensare all’arrivo di V per Vendetta 2, nonostante la volontà di una delle stelle del cast.

Per James McTeigue non ci sarà alcun sequel

La ragione principale per la quale V per Vendetta 2 sembra destinato a essere solo un progetto ipotetico riguarderebbe il regista James McTeigue. In un’intervista ripresa dalle pagine di The New Indian Express, e realizzata dalla Indo-Asian News Service nell’agosto 2019, il regista avrebbe spiegato la sua personale visione sulla questione sequel. La storia di V per Vendetta, pertanto, si sarebbe chiusa, anche se questo non impedirebbe un possibile ritorno in scena:

La storia si è chiusa con il primo film. Penso che, in alcuni casi, le storie si chiudono, ma ciò non vuol dire che non debba esserci un sequel. Hollywood ci ha insegnato di essere capace di proporre sequel praticamente per qualsiasi cosa.

Nonostante il grande impatto culturale che il film ha avuto nel corso degli anni, allora, McTeigue non vede in futuro l’arrivo di un sequel di V per Vendetta:

Sono contento che il film abbia avuto un impatto culturale. Le maschere di Guy Fawkes sono state utilizzate durante le proteste a Wall Street [si riferisce al movimento di protesta Occupy Wall Street, iniziato nel 2017, n.d.r.] e durante la primavera araba [i moti di protesta anti-governativi iniziati in Tunisia nel 2010, n.d.r.]. La maschera è diventata parte della cultura comune in tutto il mondo. Ma al momento non ci sono piani per una seconda parte del film, e nessuno mi ha avvicinato proponendo un’idea in merito. Sono felice che la pellicola sia ancora apprezzata, ma ancora non ci sono piani per un secondo capitolo.

Come visto, V per Vendetta 2 non sembra essere un progetto in via di sviluppo. Nonostante il volere di Natalie Portman, il regista James McTeigue non ha ricevuto alcun aggiornamento in merito. Neanche le sorelle Lana e Lilly Wachowski, sceneggiatrici e produttrici del primo film, sembrano essere interessate. Lana, in particolare, al momento è impegnata nella produzione di Matrix 4, che vedrà il ritorno di Neo e Trinity ma non dell’agente Smith.

Warner Bros.La locandina di V per Vendetta

Avreste voglia di vedere V per Vendetta 2?

Leggi anche

      Cerca