BAFTA 2020, la battuta su Harry di Brad Pitt fa ridere (a denti stretti) anche il principe William

Tra i momenti più divertenti (e condivisi) della notte dei BAFTA 2020 c'è il discorso di ringraziamento "in differita" di Brad Pitt, che lancia un paio di ironiche stoccate alla Brexit e alla casa reale inglese.

In attesa degli imminenti Oscar, si è consumata anche la notte magica del cinema inglese. La premiazione dedicata ai BAFTA 2020 - prestigiosi riconoscimenti britannici assegnati dalla British Academy of Film and Television Arts - si è svolta nella serata del 2 febbraio 2020, incoronando come vincitore il regista Sam Mendes con il suo 1917. La vittoria del regista inglese sembra rafforzare la sua posizione in prospettiva Oscar, in un'annata in cui la statuetta di miglior film non è ancora saldamente nelle mani di un grande favorito, almeno stando a bookmaker e pronostici. 

Nella serata del cinema inglese non sono mancati momenti divertenti ed emozionanti, alla presenza del principe William e della consorte Kate, che ormai da anni presenziano alla cerimonia di premiazione. Tra il recentissimo divorzio dall'Unione Europea e quello altrettanto scioccante e chiacchierato tra Buckingham Palace e la coppia formata dal principe Harry e dalla duchessa di Sussex Meghan, era solo questione di tempo prima che qualcuno indicasse l'elefante nella stanza. A farlo, a sorpresa, è stato un americano e un grande assente della serata: l'attore Brad Pitt.

Brad Pitt scherza sulla Brexit e sul principe Harry

Come da pronostici, l'attore statunitense ha vinto il BAFTA come miglior attore non protagonista per la sua performance in C'era una volta a...Hollywood di Quentin Tarantino. A salire sul palco dopo l'annuncio di Scarlett Johansson però non c'era lui, bensì la splendida Margot Robbie, altra protagonista del film e incaricata di leggere il discorso in sua vece. Pitt infatti non è potuto essere presente per concomitanti impegni familiari. 

Dopo aver salutato la collega Scarlett Johansson, Margot Robbie ha estratto un foglio e cominciato a leggere il discorso ironico e scanzonato dell'attore, che si apriva con un "Hey Britain!", seguito da una battuta sulla Brexit: 

Ciao Gran Bretagna, ho sentito che sei appena tornata single, benvenuta nel club! Ti auguro il meglio per l'accordo sulle condizioni di divorzio, blablabla.

Il discorso si è poi inoltrato su un territorio più convenzionale, con qualche ironico riferimento ai jeans molto attilati indossati dall'attore nel film e l'immancabile tributo al regista e amico Quentin Tarantino, che ascoltava dalle prime file l'attrice leggere il discorso con un sorriso sardonico stampato sul volto. 

Brad Pitt gela i BAFTA con una battuta sul principe Harry

Quanto tutto sembrava finito, ecco la bordata conclusiva che ha lasciato di stucco i presenti e gli spettatori. Margot Robbie ha preso il premio a forma di maschera teatrale e ha letto un passaggio davvero inaspettato del discorso: 

Brad dice che lo chiamerà Harry perché non vede l'ora di riportarlo con sé negli Stati Uniti. 

Il riferimento alla recente faida tra i fratelli William e Harry risuona quasi come uno schiaffo nella platea, tanto che si sentono risate ma anche esclamazioni di sorpresa e indignazione nel pubblico. Margot Robbie raccoglie il premio e il foglietto e aggiunge, di fronte alle proteste che si levano, che ambasciator non porta pena. 

La regia implacabile si sposta subito su William e Kate, seduti in prima fila. Una vita sotto i riflettori ha preparato William a momenti come questo: il principe riesce a cavar fuori una risata, anche se un po' tirata. Kate invece ride di gusto, o forse chissà, è lei la miglior attrice della serata. 

Leggi anche

      Cerca