Rick Moranis tornerà a recitare nel reboot di Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi?

L'attore, lontano dalle scene da più di vent'anni, potrebbe tornare a recitare in Shrunk, reboot della commedia anni '80 Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi.

Walt Disney Pictures Una scena del film Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi

La notizia farà felici i fan della scatenata commedia anni '80 Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi: stando a quanto riferito da The DisInsider, l'attore Rick Moranis potrebbe tornare alla recitazione dopo oltre vent'anni di assenza dagli schermi, prendendo parte a Shrunk, reboot della pellicola di Joe Johnston che vedrà Josh Gad come protagonista.

Moranis, che di recente ha rifiutato la proposta di Sony di rivestire i panni dello svitato Louis Tully nel sequel Ghostbusters: Legacy, sarebbe invece in trattative finali per riprendere il ruolo dello scienziato da strapazzo Wayne Szalinski, inventore da ridere nel cult Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi datato 1989.

Rick Moranis in Shrunk?

Come molti sapranno, Moranis si è ritirato dalle scene nel '97 dopo Tesoro, ci siamo ristretti anche noi, terzo capitolo della "mini saga" che comprende anche Tesoro, mi si è allargato il ragazzino del '92. L'attore, celebre per i suoi ruoli ne Gli Acchiappafantasmi, in Balle spaziali e nel primitivo I Flinstones, si è cimentato fino al 2006 solo con l'attività di doppiaggio (tra i suoi lavori spicca Koda, fratello orso), allontanandosi definitivamente da Hollywood a partire dal 2006, dedicandosi negli ultimi anni alla musica come performer country.

Il motivo di un progressivo allontanamento di Moranis dal cinema risiede nella vita privata dell'attore, segnata tragicamente dalla prematura scomparsa della moglie Ann Belsky, morta nel 1991 per un cancro al seno. Per poter stare vicino ai figli, Moranis ha in pratica sacrificato la sua carriera.

Ciò che colpisce è che, stando a quanto emerge dal report di The DisInsider, la storia di Shrunk, reboot di Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi, presenta più di un'analogia con la vicenda personale di Moranis. Proprio il suo personaggio, l'inventore sbadato Wayne Szalinski, sarebbe stato colpito da un grave lutto (la morte della moglie Diane) per il quale avrebbe scelto di isolarsi da tutti, preda di un dolore indescrivibile. La pellicola seguirebbe le vicende del figlio ormai adulto di Szalinski (impersonato da Josh Gad), che a distanza di anni dovrebbe riallacciare i rapporti col genitore. 

Un tono decisamente poco comedy per il film che sarà diretto da Joe Johnston, già regista del primo film. Si attendono ora conferme ufficiali sul coinvolgimento di Moranis nel progetto, che dovrebbe vedere la luce nel 2021.

Leggi anche

      Cerca