Taika Waititi spiega perché ha interpretato lui stesso Hitler in Jojo Rabbit

Il regista "ha voluto metterci la faccia", in senso letterale.

20th Century Fox Taika Waititi nei panni di Adolf Hitler

Jojo Rabbit è stato candidato agli Oscar 2020 come miglior film e racconta la disfatta nazista attraverso gli occhi di un bambino che è fan di Hitler. È lo stesso regista, Taika Waititi, a interpretare il Führer nella sua pellicola satirica e adesso ha spiegato il motivo dietro tale scelta. 

Dopo aver ricevuto il premio alla migliore sceneggiatura non originale ai BAFTA 2020, gli è stato chiesto se fosse vero che nessun altro era stato preso in considerazione per la parte. Waititi ha risposto:

Sì, l'ha detto Searchlight [Fox]. È chiaro che condividiamo molte somiglianze. Non so se dovrei essere insultato per questo…

Quello di Jojo Rabbit è un Adolf Hitler volutamente sopra le righe, divertente e spigliato. Un personaggio senza dubbio riuscito, che esiste solo nella mente del bambino protagonista. Il regista ha così rivelato perché ci ha messo la faccia, letteralmente:

Se fosse stata una grande celebrità a interpretare Hitler, penso che l'attenzione sarebbe stata tolta dal fulcro della storia, che sono i bambini. Credo che sarebbe stata una distrazione, una strategia di marketing. Inoltre, il personaggio è stato scritto in modo così particolare che non è mai stato pensato come un ritratto autentico. Bisognava essere un bambino di 10 anni nel corpo di un adulto, e, se mi incontri…

Anche Scarlett Johansson ha ricevuto una nomination ai prossimi Oscar grazie alla sua performance come attrice non protagonista in Jojo Rabbit. La pellicola è stata inoltre candidata ai premi Oscar per il miglior montaggio, migliore sceneggiatura non originale, miglior scenografia e migliori costumi (per un totale di sei nomination).

Avete visto il film? Vi è piaciuto?

Via: Digital Spy

Leggi anche

      Cerca