Le regole del delitto perfetto 6x09: colpi di scena prima della pausa

Le regole del delitto 6x09: un episodio ricchissimo di colpi di scena. Fra morti, morti inscenate e inattesi ritorni. Ecco cos'è successo nel cliffhanger prima della pausa nella programmazione della serie con Viola Davis.

Il tormentone della stagione era la resa dei conti, il farla franca una volta per tutte.

L’operazione Bonfire, l’informatore, il notiziario che sbatte il nome di Annalise (Viola Davis) e dei suoi studenti in prima pagina...

Le regole del delitto perfetto va in pausa programmazione, e ci lascia con un cliffhanger di quelli da togliere il fiato.

La sesta e ultima stagione, che tornerà da maggio con gli episodi inediti su FOX, in contemporanea con gli USA, non sta deludendo i fan: tutti i nodi vengono al pettine.

E l'episodio trasmesso mercoledì da FOX in prima assoluta, in particolare, ci ha lasciato tutti di stucco.

ABC StudiosLe regole del delitto perfetto 6x09
Le regole del delitto perfetto: una chiamata inattesa nell'episodio 6x09

Un colpo di scena dietro l'altro. Un morto. Qualcuno che ha inscenato la propria morte. Un doppio arresto per un crimine non commesso (di nuovo)... 

Abbiamo visto questo e molto altro in Sei tu la talpa? E sì, ora lo sappiamo. Finalmente sappiamo chi ha parlato con l'FBI...

La telefonata di Laurel (Karla Souza) accusa Tegan (Amirah Vann), ma non ci convince. Il durissimo scontro fra Nate (Billy Brown) e Annalise ci lascia di stucco... E Frank (Charlie Weber) che minaccia di uccidere Gabriel (Rome Flynn) non è nemmeno il colpo di scena più sconvolgente.

Abbiamo visto di tutto in questo nono episodio de Le regole del delitto perfetto, che è di fatto un finale di metà stagione.

La paranoia serpeggia ovunque: tutti accusano tutti di essere l’accusatore anonimo, finché Michaela (Aja Naomi King) intuisce la verità.

A tradire lei, Connor (Jack Falahee), Oliver (Conrad Ricamora), Annalise e tutti gli altri è stato Asher (Matt McGorry). E prima che possa finire di giustificarsi, viene colpito alla testa. Da Oliver. La situazione è completamente fuori controllo e ricorda la prima stagione, quel momento in cui tutto diede inizio a una serie di tragici eventi che avrebbero condizionato le vite di Annalise e di coloro che erano in qualche modo legati a lei.

Il fatto che Oliver e gli altri - tutti tranne Asher - siano sotto allucinogeni spiega in qualche modo i loro comportamenti, mentre un flashback ci mostra come anche Asher abbia dovuto parlare di Annalise e dei suoi amici per evitare che la madre venisse arrestata.

Ma questo non basta, non convince nessuno. Asher ha spiato, registrato e sviato i suoi amici per giorni. A lungo. Afferma che l’FBI vuole Annalise, solo Annalise. Secondo lui, tutti gli altri sono al sicuro a patto che chiedano un accordo anche loro ai federali. Lo stesso accordo sottoscritto da Asher. 

Sì, la resa dei conti è vicina, e si tratta di una sola scelta: tradire Annalise per salvare se stessi.

Fare in modo che qualcun altro paghi, per i propri crimini o per i suoi, è un tema ricorrente nella serie.

Ora che siamo a un punto cruciale, un punto di svolta fondamentale per l’ultima stagione, gli autori sono costretti a mettere tutti i personaggi di fronte allo stesso dilemma: salvare se stessi o affondare tutti insieme. In modi differenti, tutti - da Tegan a Nate, da Annalise a Bonnie (Liza Well) - devono prendere una decisione come questa.

E mentre Annalise si prepara a inscenare la propria morte qualcun altro torna dal mondo dei morti.

Connor e Michaela vengono arrestati per omicidio. L’omicidio di Asher Millstone, colpito a morte. 

Asher è morto… Ma il funerale a cui assistiamo è quello di Annalise Keating.

E fra i partecipanti al funerale c’è lui: Wes Gibbins (Alfred Enoch), pronto a salire sul pulpito per dire qualche parola in ricordo di Annalise.

Di fronte a tutti.

E noi dovremo aspettare per sapere cos'ha da dire. Cosa gli è successo. Perché è tornato. 

Le regole del delitto perfetto vi dà appuntamento per gli ultimi, sconvolgenti episodi della serie, da maggio su FOX. 

Leggi anche

      Cerca