Clue, James Bobin in trattative per la regia del remake con Ryan Reynolds

Signori, il delitto è servito, cult movie del 1985 parodia del celebre detective-game Cluedo, tornerà sullo schermo: l'idea è di Reynolds, che sta sondando il regista storico collaboratore di Sacha Baron Cohen.

Paramount Pictures Tim Curry in una scena del film Clue

Ryan Reynolds vuole sfruttare il successo di Cena con delitto - Knives Out e portare al cinema un altro pirotecnico e divertente whodunnit alla Agatha Christie: Clue, cult movie diretto nel 1985 da Jonathan Lynn, scritto con lo zampino di John Landis e parodia di uno dei giochi da tavolo più amati di sempre, Cluedo.

Reynolds sta preparando il remake del film, noto in Italia come Signori, il delitto è servito, con gli sceneggiatori di Deadpool, Rhett Reese e Paul Wernick. Il divo aveva pensato inizialmente di affidare la regia all'amico e collega Jason Bateman, ormai sempre più lanciato dietro la macchina da presa con Ozark e The Outsider, e con il quale ha diviso il set di Cambio vita.

La notizia del giorno è però che, con un colpo di scena a metà strada tra un murder mystery e una detective story, Reynolds pare aver cambiato idea. Bateman ha abbandonato il progetto (troppo gravoso il suo impegno con Netflix per Ozark) e, rivela Variety, James Bobin potrebbe prendere il suo posto.

Bobin è il regista e sceneggiatore britannico classe 1972 che si è fatto le ossa da autore per programmi comici come Da Ali G Show con Sacha Baron Cohen e Flight of the Conchords. Nel 2011 ha debuttato dirigendo per Disney I Muppet, il film con cui ha riportato al cinema i pupazzi di Jim Henson e vinto un Oscar per la miglior canzone originale, Man or Muppet di Bret McKenzie.

Dopo il flop del sequel Muppets 2 - Ricercati, ha proseguito il lavoro con Disney dirigendo Alice attraverso lo specchio, il live action 3D sulle avventure tratte da Lewis Carroll con Mia Wasikowska e Johnny Depp nei panni del Cappellaio Matto, e ha inaugurato una collaborazione con Paramount portando sul grande schermo Dora e la città perduta, la versione in carne e ossa della celebre esploratrice, con le fattezze di Isabela Moner.

L'eventualità del suo approdo al remake di Clue significherebbe anche il ritorno sotto l'egida Disney: il progetto è infatti prodotto da 20th Century Studios con Maximum Effort (la società di Reynolds) e Allspark Pictures, la divisione cinema di Hasbro.

C'è da immaginare che la star di Deadpool, nelle nostre sale dal 2 luglio nella commedia action Free Guy - Eroe per gioco, si ritaglierà la parte di Wadsworth, l'efficiente maggiordomo (interpretato nell'originale da Tim Curry) che apre le porte del lussuoso castello gotico di Mr. Boddy ai suoi ospiti.

Quando il padrone di casa viene assassinato, si susseguono uno dopo l'altro gli omicidi della cuoca e della cameriera: chi è il colpevole? La vedova White, lo psicologo Plum, il colonnello Mustard, la pappona Miss Scarlet o il colonnello Mustard? Tutte quelle persone hanno un segreto e soprattutto un legame involontario: Mr. Boddy ricattava ognuno di loro.

Reese e Wernick hanno promesso un remake ricco di suspense e risate: sarà all'altezza dell'originale?

Leggi anche

      Cerca