Inseparabili - Vite all'ombra del genio: in arrivo il 17 febbraio su Sky Arte

Bottega Finzioni/Sky Arte Carlo Lucarelli

Inseparabili - Vite all’ombra del genio arriva su Sky Arte da lunedì 17 febbraio: Carlo Lucarelli racconta otto vite di grandi geni, da John Lennon a Marlon Brando.

Da lunedì 17 febbraio 2020, Carlo Lucarelli torna in TV con Inseparabili - Vite all’ombra del genio. Il giallista aspetta i telespettatori ogni lunedì su Sky Arte per esplorare la biografia di grandi geni attraverso le storie delle persone che hanno fatto parte della loro vita. 

Lucarelli si concentrerà su quanti hanno vissuti all’ombra di scrittori, cantanti, pittori e artisti e ne hanno influenzato, condiviso e, in alcuni casi, determinato il percorso. Tra i protagonisti delle puntate ci sono John Lennon, Marlon Brando e Philip K. Dick, presentati attraverso le storie  di un assassino, di un figlio e di una sorella gemella morta. 

Il formato è costituito da 8 puntate che saranno visibili su Sky Arte e  disponibili on demand su Now TV. 

Qui di seguito, tutti gli appuntamenti: 

  • 17 febbraio – Essere John Lennon - ore 21:15
  • 17 febbraio – La maledizione di Marlon Brando - ore 21:45
  • 24 febbraio – Una bambola per Kokoschka - ore 21:15
  • 2 marzo – La gemella fantasma di Philip K. Dick  - ore 21:15
  • 9 marzo – Inventando i Sex Pistols   - ore 21:15
  • 16 marzo – La grande Zelda  - ore 21:15
  • 23 marzo – L’ombra di Dracula - ore 21:15
  • 30 marzo – Ho ucciso Marvin Gaye - ore 21:15
Bottega Finzioni/Sky ArteInseparabili - Vite all’ombra del genio con Carlo Lucarelli

Inseparabili - Vite all’ombra: i protagonisti 

Carlo Lucarelli racconterà le vite di otto geni in tre affascinanti ambientazioni: i saloni di Salsomaggiore Terme, Palazzo Berzieri e Palazzo dei Congressi.

Il ciclo inizia con un cantante e finisce con un cantante, accomunati dal triste destino di essere entrambi morti assassinati. 

  • Essere John Lennon - la storia di Lennon viene raccontata dagli occhi del suo assassino Mark David Chapman, l’uomo che l’8 dicembre 1980 impugnò una pistola e sparò. Durante l’interrogatorio, dichiarò di aver ucciso semplicemente perché si sentiva un fallito ed era imbestialito per il successo di Lennon. 
  • La maledizione di Marlon Brando - l’episodio documenta la caduta della stella di Hollywood, iniziata con la triste vicenda del tormentato e conteso figlio Cristian. Il racconto inizia il 16 maggio del 1990 quando il 32enne Cristian spara e uccide il fidanzato della sorella, incinta di 7 mesi. 
  • Una bambola per Kokoschka -  Lucarelli racconta il pittore espressionista Oskar Kokoschka concentrandosi sulla sua ossessione per una donna: Alma Mahler. Abbandonato dalla donna, il pittore realizza una bambola con le sue fattezze e la tratta come un vero e proprio essere umano fino a quando, preso da uno scatto d’ira, la decapita lanciandola in giardino. 
  • La gemella fantasma di Philip K. Dick - la vita tormentata e la psiche fragile dello scrittore di fantascienza è descritta attraverso il rapporto con la sorella gemella Jane, morta a circa sei settimane di distanza dalla nascita. L’ombra della sorella accompagnerà lo scrittore per tutta la vita. 
  • Inventando i Sex Pistols - la nascita del gruppo inglese e del punk viene ripercorsa grazie alla storia del produttore Malcolm McLaren. Uomo dalla biografia assolutamente particolare, ex fidanzato della stilista Vivienne Westwood, provocatore estremo e scopritore di quel Sid Vicious che finì per morire di overdose dopo aver ucciso a coltellate la fidanzata Nancy. 
  • La grande Zelda - lo scrittore Francis Scott Fitzgerald è presente nell'episodio in veste di marito di Zelda. Una donna che ha provato di tutto per uscire dall’ombra del marito. È stata scrittrice e persino pittrice, ma senza riuscire mai a conquistare la fama. La battaglia di Zelda è stata spezzata dalla malattia mentale, in una forma così grave da costringerla al ricovero. La poverina muore nell’incendio dell’ospedale in cui era ricoverata il 10 marzo 1948. 
  • L’ombra di Dracula - Bella Lugosi è il protagonista di questo episodio. Il re dei vampiri si reincarna in questo attore ungherese arrivato a Hollywood e diventato famoso proprio per la sua interpretazione del Conte Dracula. L’identificazione con il personaggio, però, è tale da indurlo a commettere una serie di stranezze, finendo vittima della morfina. Sembra che le sue ultime parole sul letto di morte siano state proprio “Io sono il Conte Dracula”. 
  • Ho ucciso Marvin Gaye - Marvin soffriva di depressione, aveva tentato il suicidio tre volte e si era convinto che qualcuno volesse ucciderlo. Il cantante aveva un rapporto complicato anche con il padre, geloso del suo successo. Proprio quest’ultimo è il protagonista della puntata. Sarà lui, infatti, a uccidere il figlio con due colpi al cuore, usando tra l’altro l’arma ricevuta in dono a Natale dallo stesso Marvin. 

Leggi anche

      Cerca