Il cacciatore di donne: trama, curiosità e la storia vera che ha ispirato il film

Il cacciatore di donne: tutto sul thriller che vede protagonisti il premio Oscar Nicolas Cage e John Cusack, dalla trama alla vera storia che ha ispirato la pellicola di Scott Walker.

Dopo che una giovane donna riesce a salvarsi da un omicidio, il detective della polizia dell'Alaska Jack Halcombe si mette sulle tracce di un serial killer che agisce da 13 anni e il suo sospettato principale è Robert Hansen, ma l'uomo sembra avere un alibi di ferro. Questa è la trama de Il cacciatore di donne, la pellicola ispirata alla storia vera del serial killer che tra il 1971 e il 1983 ha terrorizzato la città di Anchorage, in l'Alaska, uccidendo e torturando più di 20 donne. 

Scritto e diretto dal regista neozelandese Scott Walker, Il cacciatore di donne vede protagonisti il premio Oscar Nicolas Cage, John Cusack e l'ex star Disney, Vanessa Hudgens. Il film di genere thriller è stato distribuito nelle sale cinematografiche italiane da Videa nel 2013. 

VideaUna scena de Il cacciatore di donne

La trama

La pellicola è ambientata nel 1983 ad Anchorage, in Alaska, dove una giovane prostituta, Cindy Paulson (Vanessa Hudgens), viene ritrovata in lacrime e ammanettata dalla polizia locale in una stanza dove è riuscita a rifugiarsi dopo essere fuggita dal suo aguzzino che l'ha sottoposta a terrificanti violenze. La ragazza viene interrogata ma la sua versione non viene considerata attendibile e l'uomo da lei accusato, Robert Hansen (John Cusack), ha fornito un alibi di ferro.

Nel frattempo viene ritrovato il cadavere di una donna, rimasto sepolto per mesi in una zona di caccia nelle vicinanze di Anchorage, che viene identificato come quello di una ballerina che era stata selezionata per un servizio fotografico. Il caso viene affidato a Jack Halcombe (Nicolas Cage), un detective della polizia dell'Alaska in procinto di lasciare il servizio, il quale inizia ad indagare sull'omicidio.  

Le indagini e il ritrovamento di altri cadaveri di donne, portano Halcombe a rivalutare le dichiarazioni fornite da Cindy Paulson ed è convinto che tutti i casi sono collegati tra loro e sono opera di uno spietato serial killer che agisce indisturbato da diversi anni ormai. I suoi sospetti ricadono sul nome dell'uomo indicato dalla giovane prostituta, Robert Hansen, già accusato in passato di stupro. 

Per riuscire ad incastrarlo, Halcombe avrà bisogno di prove schiaccianti e la chiave è rappresentata dalla testimonianza di Cindy. Tuttavia la ragazza ha un carattere complicato, a causa di un'infanzia difficile, e non sembra intenzionata a testimoniare. Il detective però non si arrende e riesce a convincere Cindy e a incastrare finalmente Hansen. 

VideaLa locandina italiana del film

Il cast

Il thriller di Scott Walker vanta un cast d'eccezione che vede protagonisti il premio Oscar Nicolas Cage e John Cusack. Ecco l'elenco completo di attori ed i rispettivi personaggi interpretati nel film:

  • Nicolas Cage - Jack Halcombe
  • John Cusack - Robert Hansen
  • Vanessa Hudgens - Cindy Paulson
  • Dean Norris - sergente Lyle Haugsven
  • Radha Mitchell - Allie Halcombe
  • Jodi Lyn O'Keefe - Chelle Ringell
  • Katherine LaNasa - Fran Hansen
  • 50 Cent - Clayton Johnson
  • Gia Mantegna - Debbie Peters
  • Kevin Dunn - tenente Bob Jent
  • Kurt Fuller - Pat Clives
  • Michael McGrady - vice detective John Gentile

Il cacciatore di donne: la storia vera del serial killer Robert Hansen

La sceneggiatura de Il cacciatore di donne è stata firmata dallo stesso regista Scott Walker che si è ispirato alla vera storia di Robert Hansen, uno spietato serial killer che tra gli anni '70 e i primi anni '80 ha seminato terrore in Alaska. Nato a Estherville, in Iowa, il 15 febbraio del 1939, figlio di immigrati danesi, Hansen viene descritto come un ragazzo tranquillo ma solitario che spesso è vittima di atti di bullismo a causa della sua balbuzie e dell'acne sul suo viso.

In quegli anni inizia ad appassionarsi al tiro con l'arco e soprattutto alla caccia, grazie alla quale riesce a sfogare tutta la rabbia repressa. Nel 1957 presta servizio per un anno nell'esercito degli Stati Uniti e in seguito trova lavoro come assistente istruttore nella scuola di polizia di Pocahontas, in Iowa. Qui conosce una donna di cui si innamora e che sposa nell'estate del 1960 ma qualche mese più tardi Hansen viene arrestato per aver incendiato la rimessa di scuolabus della città e condannato a 3 anni di reclusione.

Sua moglie chiede il divorzio proprio mentre l'uomo è in carcere. Viene rilasciato sulla parola dopo 20 mesi ed etichettato come un soggetto con una spiccata personalità infantile. Successivamente finisce di nuovo in prigione per svariati furti ma nel 1967 decide di trasferirsi ad Anchorage, in Alaska, con la sua seconda moglie, sposata quattro anni prima e dalla quale in seguito ha due figli. 

In questa nuova cittadina Hansen è benvoluto e apprezzato soprattutto per le sue spiccate capacità nella caccia. Tuttavia nel 1977 viene arrestato nuovamente dopo aver rubato una motosega e condannato a 5 anni. In prigione viene sottoposto ad una visita psichiatrica e gli viene diagnosticato il disturbo bipolare, così dopo un anno viene rilasciato. Una volta tornato in città, l'uomo cerca di integrarsi nuovamente e apre un panificio.

Ben presto però la sua vera personalità viene fuori e compie una serie di terribili omicidi. Nel 1982 due poliziotti, fuori servizio, trovano il cadavere putrefatto di una donna e, grazie all'autopsia, si scopre che prima di morire ha subito violente sevizie. Il corpo ritrovato appartiene a Sherry Morrow, una ballerina di 24 anni, che è stata vista un'ultima volta mentre andava a fare un servizio fotografico per un uomo misterioso. 

Nei mesi successivi, altre donne scomparvero e vennero trovati altri cadaveri dalla polizia, che riuscì ad identificare tutte le vittime ad esclusione del corpo martoriato di una donna ritrovato vicino Eklutna Road. Il suo cadavere non venne mai riconosciuto e, visto il luogo in cui era, venne chiamata Eklutna Annie. A segnare una svolta nelle lunghe indagini portate avanti dalla polizia dell'Alaska è stato il caso di Cindy Paulson.

La giovane 17enne è stata l'unica a riuscire a scappare dal suo aguzzino e nel suo racconto alla polizia ha fornito il nome di Robert Hansen. L'uomo l'aveva ingaggiata per una prestazione sessuale. Dopo averla fatta salire nella sua auto, le aveva puntato una pistola contro e l'aveva portata nella sua abitazione dove l'aveva incatenata e violentata. La mattina seguente Cindy era riuscita a fuggire trovando rifugio in un motel dove poi è stata ritrovata dalla polizia.

La sua testimonianza è stata cruciale per incastrare Robert Hansen che, messo alle strette dagli agenti, ha poi confessato gli omicidi ed è stato condannato a 461 anni di carcere. L'uomo è morto nel 2014 all'età di 75 anni presso l'ospedale di Anchorage. 

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.