All'ovest niente di nuovo, Daniel Brühl guida il cast del remake

Universal / Weinstein Company Daniel Brühl in una scena del film Bastardi senza gloria

L'attore tedesco sarà anche produttore del terzo adattamento del romanzo storico Niente di nuovo sul fronte occidentale di Erich Maria Remarque: il film sarà girato in tedesco e diretto da Edward Berger, il regista di Deutschland 83 e Patrick Melrose.

Niente di nuovo sul fronte occidentale, il romanzo storico di Erich Maria Remarque diventato il best seller tedesco più venduto di tutti i tempi, verrà portato per la terza sullo schermo. Dopo All'ovest niente di nuovo diretto da Lewis Milestone nel 1930 e la versione televisiva realizzata da Delbert Mann nel 1979, Rocket Science e Amusement Park hanno acquisito i diritti del libro e hanno affidato l'adattamento ad Edward Berger, il regista di Jack e All My Loving (presentati entrambi al Festival di Berlino) e delle serie Deutschland e Patrick Melrose.

Daniel Brühl sarà il produttore esecutivo del film, che si richiama direttamente a All'ovest niente di nuovo e ha un budget stimato di 20 milioni di dollari, fa sapere The Hollywood Reporter. L'Helmut Zemo del Marvel Cinematic Universe farà anche parte del ricco cast. Rocket Science, che si occuperà delle vendite internazionali durante l'European Film Market del Festival di Berlino, ha in cantiere un progetto ambizioso: un film girato in tedesco, con un parterre di attori giovani ed esperti, che aggiorna per le nuove generazioni uno dei più grandi libri mai scritti sulla carneficina della Prima guerra mondiale e uno dei migliori film bellici di sempre.

Durante la Prima guerra mondiale, Remarque combatté nelle trincee della zona tra Torhout e Houthulst. Tornato a casa dopo essere stato ferito gravemente, scrisse Niente di nuovo sul fronte occidentale, romanzo nel quale ha raccontato in modo realistico la vita durante la guerra e tutta la crudeltà del conflitto attraverso le storie del giovane protagonista Paul Bäumer e i suoi compagni.

All'ovest niente di nuovo è stata la prima trasposizione cinematografica, una produzione monstre valsa due Oscar come miglior film e per la migliore regia. Nonostante i tagli imposti da Universal all'epoca e la censura del regime fascista in Italia, dove uscì soltanto nel marzo del 1956, il war movie di Milestone è subito diventato un classico dell'antimilitarismo.

Il rifacimento televisivo del 1979, prodotto da ITC Entertainment per CBS e uscito nelle sale in diversi Paesi, si ricorda soprattutto per il cast, guidato da Richard Thomas nei panni di Paul Bäumer e con Ernest Borgnine, Donald Pleasence, Ian Holm e Patricia Neal.

Berger ha spiegato così il suo approccio a questo adattamento, che cercherà di essere il più possibile fedele all'originale di Milestone e soprattutto al racconto di quella generazione che, come disse Remarque, "venne distrutta dalla guerra, anche se sfuggì alle granate".

All'ovest niente di nuovo è ambientato nel 1918, ma parla direttamente ai nostri tempi e al tono divisivo delle dissertazioni odierne. È un film fisico, viscerale e molto moderno, ma non è mai stato raccontato dal punto di vista del mio paese e nella nostra lingua. Ora abbiamo la possibilità di realizzare un film pacifista che colpirà davvero il nostro pubblico.

Il casting per il ruolo del protagonista Paul è attualmente in corso: per aggiornamenti, restate sintonizzati.

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.