Come va a finire Sonic? Il finale e la scena post credit del film sull'eroe Sega

Il riccio blu della Sega conquista il suo film tra mille polemiche: ecco come si conclude la sua prima avventura e cosa succede nel finale e nella scena post credit.

Paramount Il profilo del nuovo Sonic

Dopo le infinite polemiche relative al suo look e la corsa ai ripari di Paramount che ha corretto il film con una spesa di 35 milioni di dollari, finalmente Sonic è arrivato nelle sale italiane. In attesa di vedere se la corsa al botteghino italiano e internazionale del riccio blu di Sega sarà all'altezza della sua celebre velocità, è arrivato il momento di analizzare il finale del film e la scena dopo i titoli di coda, presente anche in questa pellicola. 

Come raccontato nella nostra recensione dedicata, con Sonic Paramount non fa certo mistero di voler gettare le basi per un franchise: se l'andamento al botteghino sarà positivo, è molto probabile che rivedremo il diavolo blu al cinema con uno o più possibili sequel. A suggerirlo ci sono almeno un paio di dettagli contenuti nella chiusura del film. Se siete curiosi di scorprirli, proseguite la lettura di questo pezzo, ma occhio agli spoiler! 

Il finale di Sonic

Dopo che il dottor Robotnik (Jim Carrey) e le sue armi robotiche sono state sconfitte, Sonic torna a vivere a Green Hills (il cui nome cita quello di uno dei livelli classici dei videogiochi di Sonic). Stavolta non più sotto copertura: gli abitanti della cittadina hanno finalmente scoperto che il riccio blu abita tra loro e sembrano averlo accolto con affetto. Anche il governo degli Stati Uniti ha deciso di insabbiare il caso e il coinvolgimento di Robotnik, scomparso nel nulla. Uno dei generali visti all'inizio del film fa visita a casa a casa dello sceriffo Wachowski (James Marsden) e lo ringrazia ufficialmente per il contributo dato alla risoluzione dell'incidente. 

ParamountLo sceriffo Tom e la sua fidanzata in una scena del film
Lo sceriffo Tom e la sua fidanzata adotteranno Sonic, realizzando per lui una stanza in soffitta

Prima di andarsene, chiede allo sceriffo e alla moglie se per caso hanno visto "l'essere" alla base di tutta questa crisi militare. I due negano, sostenendo che probabilmente non si farà più vivo. In realtà Sonic è nascosto nel loro soggiorno, pronto a trascorrere il fine settimana con i due. Quando però gli ricordano che deve tornare alla sua caverna, Sonic si prepara rassegnato a lasciare la casa. Ad attenderlo però c'è una sorpresa: i due hanno trasportato tutti i suoi oggetti preferiti (i fumetti, la poltrona a sacco, i segnali stradali) nella soffitta di casa, trasformandola nella stanza di Sonic. C'è addirittura un lettuccio per bambino a forma di macchina da corsa dove l'alieno potrà riposare. 

ParamountRobotnik e l'assistente Stone minacciano un soldato statunitense
Nel finale Robotnik somiglia sempre più al cattivo dei giochi di Sonic

Sonic però potrà dormire sogni tranquilli ancora per poco. Nella scena di chiusura del film scopriamo che fine ha fatto il dottor Robotnik. Dopo che Tom ha lanciato l'anello e Sonic l'ha spinto nel portale magico, il cattivo è effettivamente finito sul pianeta dei funghi, disabitato e silenzioso, ricoperto da centinaia di migliaia di miceti. Ritroviamo Robotnik qualche tempo dopo, con i baffoni incolti, mentre si sta rasando la testa. Jim Carrey somiglia sempre più al dottor Eggman originale: manca solo una corporatura a uovo per essere identico all'originale. 

Il dottor Robotnik lancia anche l'avvio di un possibile sequel, facendo capire di aver già un'idea in mente su come lasciare un luogo tanto inospitale: 

Un uomo meno che geniale sarebbe disperato. Io invece conto di essere a casa per Natale.

Altro extra gustoso: il pianeta dei funghi sembra essere una sorta di citazione indiretta a Super Mario! Il celebre idraulico si muove spesso per livelli dominati dai funghi e, considerando la continua rivalità consumatasi tra Sonic e Mario nel mondo dei videogiochi anni '90, non stupisce che il diavolo blu sostenga di odiare quel mondo. 

La scena post credit di Sonic

Anche Sonic ha una scena post credit. Paramount non ha saputo resistere alla tentazione (anche in chiave franchise) di regalare al suo eroe videoludico una piccola scena extra, aprendo la strada non solo a un secondo capitolo, ma anche all'ingresso di altri personaggi storici dei videogiochi Sega. Nella breve scena a metà dei titoli di coda vediamo infatti un anello magico aprirsi sopra una foresta di sempreverdi terrestri. Dal cerchio dorato esce un'altra vecchia conoscenza dei videogiocatori: Tails! Nome ufficiale Miles Prower, il volpino dalla doppia coda è uno storico amico di Sonic che lo accompagna spesso nelle sue avventure. Roteando la sua doppia coda è in grado di volare. 

SegaTails così come appariva nel logo di Sonic 2
Tails è al fianco di Sonic sin dai primi capitoli del franchise videoludico

Il film ci mostra proprio le due code e gli regala una breve battuta, in cui Tails chiarisce di essere alla ricerca di Sonic, dato che sta per succedere qualcosa di molto importante. Chissà se questa rimarrà l'unica apparizione cinematografica di Tails o se tornerà con un sequel. Lo scopriremo una volta che Sonic avrà affrontato il botteghino, uscendone vincitore o perdente. 

Sonic è nelle sale italiane dal 13 febbraio 2020

Leggi anche

      Cerca