La Concessione del Telefono di Camilleri, al cinema il 17 e il 18 marzo

Tratto dall'omonimo romanzo capolavoro di Andrea Camilleri, arriva nei cinema italiani La Concessione del Telefono. Il film, ambientato in Sicilia, sarà disponibile nelle sale cinematografiche per due giornate evento e sarà poi trasmesso su Rai 1.

La Concessione del Telefono di Andrea Camilleri arriva al cinema il 17 e 18 marzo 2020. Il film fa parte della collezione intitolata C’era una volta Vigàta e sarà in anteprima esclusiva nelle sale cinematografiche italiane per, poi, essere trasmesso su Rai 1.

La Concessione del Telefono è uno dei capolavori più ironici e pungenti del Maestro, edito da Sellerio e pubblicato nel 1998. La trama del romanzo è ambientata nella Sicilia di fine Ottocento – ci troviamo tra il 1891 e il 1892 - nelle città di Palermo, Montelusa e Vigàta. Camilleri aveva così commentato la scrittura di questo suo capolavoro:

Nell'estate del 1995 trovai, tra vecchie carte di casa, un decreto ministeriale per la concessione di una linea telefonica privata. Il documento presupponeva una così fitta rete di più o meno deliranti adempimenti burocratico-amministrativi da farmi venir subito voglia di scriverci sopra una storia di fantasia.

Sellerio Editore PalermoCopertina de La Concessione del Telefono di Andrea Camilleri

Diretto da Roan Johnson, il film narra la storia di Pippo Genuardi, un commerciante di legnami nato a Vigàta il 3 settembre 1856. Questa, però, non è la sua principale occupazione, dato che il suo vero talento è considerato la capacità di cacciarsi nei guai. Ecco la sinossi del film:

Spiantato, ironico, amante delle donne e della tecnologia, Pippo sembrerebbe aver messo la testa a posto sposando Taninè Schilirò, figlia dell’uomo più ricco di Vigàta, ma il nostro protagonista è un uomo che non si accontenta mai. E così, spedendo tre lettere al Prefetto Marascianno (un napoletano paranoico e complottista), mette in moto un meccanismo che lo porterà a trovarsi sotto due fuochi incrociati: lo Stato, che pensa di avere a che fare con un pericoloso sovversivo e l’uomo “di rispetto” Don Lollò, che inizia a credere che il Genuardi lo stia prendendo per fesso. A tenerlo d’occhio il Questore Monterchi, venuto dal Nord, che osserverà sgomento e impotente il folle concatenarsi degli eventi.

Nel cast, avremo modo di vedere Alessio Vassallo, Corrado Guzzanti, Thomas Trabacchi, Federica De Cola, Corrado Fortuna e Dajana Roncione, oltre a Fabrizio Bentivoglio.

Palomar, Rai Fiction, Nexo DigitalIl cast de La Concessione del Telefono visto dall'alto
Il poster de La Concessione del Telefono

Non si tratta dell’unico film che ci attende al cinema tratto dalla penna di Andrea Camilleri: il 24, 25 e 26 febbraio arriva al cinema, infatti, Il Commissario Montalbano con SALVO AMATO, LIVIA MIA, un appuntamento evento, nonché anteprima del nuovo episodio che andrà prossimamente in onda su Rai1. Prodotta dal 1999 e tratta dagli omonimi romanzi di Camilleri, la serie è oggi alla sua tredicesima stagione e anch’essa ambientata nell’immaginaria cittadina siciliana di Vigàta, dove vive e indaga il commissario di polizia Salvo Montalbano (Luca Zingaretti).

Prodotto da Palomar in collaborazione con Rai Fiction e distribuito da Nexo Digital in collaborazione con i media partner Radio Deejay e MYmovies.it, La Concessione del Telefono sarà nelle sale italiane solo il 17 e 18 marzo 2020 e prossimamente su Rai1.

Leggi anche

      Cerca