La storia dietro Tiger King, la nuova serie true crime di Netflix

Stavolta la piattaforma streaming ricostruisce il caso di Joseph Maldonado-Passage, allevatore di grandi felini meglio noto come Joe Exotic, condannato a 22 anni di carcere per aver pianificato l'omicidio di un'attivista.

Dopo la seconda stagione del cult Making a Murderer, le misteriose morti dei produttori d'erba di Murder Mountain e l'ascesa criminale del campione di football Aaron Hernandez in Nella mente di un killer, Netflix continua a battere il terreno del true crime.

La prossima serie ad arrivare sulla piattaforma streaming si intitola Tiger King ed investiga un fenomeno poco raccontato dal cinema e dai documentari televisivi: l'allevamento dei grandi felini e il sottobosco umano collegato a questo mercato di animali a rischio estinzione come tigri, ghepardi, giaguari e leoni.

Tiger King si concentra nello specifico sulla vicenda giudiziaria di un singolare personaggio: Joseph Maldonado-Passage, meglio noto come Joe Exotic. L'uomo è stato per anni un addestratore di tigri in uno zoo di Wynnewood, in Oklahoma.

Joe Exotic è stato arrestato nel 2019 e condannato a 22 anni di carcere con un'imputazione durissima: aver minacciato e pianificato l'omicidio di Carole Baskin, attivista per i diritti degli animali e fondatrice del Big Cat Rescue Wildlife Sanctuary, un rifugio di Tampa, in Florida, dedicato al salvataggio e all'accoglienza di animali esotici e gatti selvatici.

La Baskin ha accusato per anni le crudeltà commesse da Maldonado-Passage nei confronti dei felini. Secondo gli inquirenti, riporta il New York Times, Joe Exotic non ha soltanto falsificato dei documenti, praticato il commercio illegale di numerosi esemplari e ucciso cinque cuccioli di tigre: ha assoldato un killer, pagandolo 3mila dollari e promettendogli altri soldi a delitto avvenuto, per chiudere la bocca a Carole Baskin nel novembre del 2017. Quello che non sapeva è che quest'uomo lavorava sotto copertura per l'FBI.

La storia di Joe Exotic, già salito agli onori delle cronache quando da indipendente si è candidato alla Casa Bianca alle presidenziali del 2016 e poi a Governatore dell'Oklahoma nel 2018, è diventata di dominio pubblico in seguito ad un episodio del programma America's Most Dangerous Pets di Louis Theroux, nel quale mostrava fiero al conduttore le sue gabbie piene di tigri e leoni.

Maldonado-Passage continua a dirsi innocente e in un post apparso sul suo account Facebook, ritiene di essere stato punito "per aver approfittato dei miei diritti costituzionali a non dichiararmi colpevole di questo ben orchestrato omicidio su commissione".

Un investigatore della Humane Society si era già infiltrato nello zoo di Joe Exotic nel 2011. In quel caso, l'agente aveva riscontrato diverse violazioni: le tigri erano picchiate e frustate durante l'addestramento e i visitatori venivano morsi e graffiati dai cuccioli troppo vecchi per stare accanto alle persone.

Tiger King, realizzato dai produttori di Fyre: La più grande festa mai avvenuta, debutta su Netflix il 20 marzo 2020 e ha tutte le carte in regola per diventare il prossimo appuntamento imperdibile per gli amanti di true crime.

Leggi anche

      Cerca