Il poster con tutti i Joker dei live-action diventa virale

Warner Bros. Joker in una scena del film

Tutti i Joker riuniti in una fan art virale: ecco il poster che raccoglie gli interpreti dei diversi live-action sul clown nemico di Batman.

C’è chi immagina Joker in modo univoco, come un clown dallo sguardo psicopatico, e chi invece ne evoca multipli, in base ai volti dei grandi attori che l’hanno interpretato al cinema o in TV.

Per chi volesse scoprirli a confronto, circola online un’opera fan art, un poster con tutti i Joker che abbiamo visto nei live-action, uno di fianco all’altro. Questo poster, che li raggruppa tutti, è diventato rapidamente virale su Twitter e accorpa tutti i pagliacci del grande o piccolo schermo con l’etichetta di “Jokers”.

Il poster presenta 6 versioni di Joker nei live-action con tanto di soprannome rappresentativo e autografo. Nell’opera sono inclusi:

  • Cameron Monaghan di Gotham (2014) – The Maniac (Il Maniaco)
  • Joaquin Phoenix di Joker (2019) – The Comedian (Il Comico)
  • Jared Leto di Suicide Squad (2016) – The Psychopath (Lo Psicopatico)
  • Heath Ledger de Il cavaliere oscuro (2008) – The Anarchist (L’Anarchico)
  • Jack Nicholson di Batman (1989) - The Gangster (Il Gangster)
  • Cesar Romero di Batman serie TV (anni ’60) – The Clown (Il Clown)

Non ci sono proprio tutti i Joker della storia. Mancano all’appello Mark Hamill, doppiatore di Batman the Animated Series (la serie di cartoni animati), e quelli dei videogiochi: l’idea si limita ai personaggi dei live-action.

Non si sa nulla del futuro di Joker al cinema. Il film di Todd Phillips, che ha trionfato a Venezia e fatto trionfare Phoenix agli Oscar, era stato concepito come un film isolato, staccato dagli altri franchise, ma visto il successo di critica e pubblico si parla sempre più insistentemente di sequel, ipotesi che non era mai stata esclusa neanche dal regista e dall’attore protagonista.

Ecco le parole di Phillips, riportate sempre da Comic Book:

Joaquin e io non abbiamo ancora deciso. Siamo aperti a tutto. Voglio dire, mi piacerebbe lavorare con lui su qualsiasi cosa, francamente. Quindi chi lo sa? Ma [se facessimo un sequel] dovrebbe avere una vera risonanza tematica come ce l’aveva questo film, che parlava di un trauma infantile, della mancanza di amore e della perdita di empatia. Tutte queste cose hanno fatto funzionare questo film per noi, quindi dovremmo trattare qualcosa che abbia una pari risonanza tematica.

Che ne pensate? Qual è il vostro Joker preferito? 

Leggi anche

      Cerca