The Mandalorian, come sono state girate le battaglie spaziali della serie

Ian Milham, il supervisore di produzione di ILM Visual Effects, continua a svelare i segreti della serie Disney+: stavolta siamo catapultati nella galassia tra le esplosioni e i laser che colpiscono il Razor Crest.

Disney / Lucasfilm Pedro Pascal sul Razor Crest in una scena della serie The Mandalorian

Dopo aver raccontato la tecnologia incredibile messa a punto per dar vita ai set della serie, Ian Milham continua a svelare i segreti di The Mandalorian ai fan dello show Disney+. Il supervisore di produzione di ILM Visual Effects, l'innovativa factory Industrial Light & Magic che George Lucas ha lanciato nel 1975 e che ha curato gli effetti visivi dello show di Jon Favreau, racconta stavolta come sono state realizzate le battaglie spaziali che hanno popolato gli otto Capitoli della prima stagione.

Nel suo primo post su Twitter, Milham spiega la tecnica dietro i combattimenti galattici che hanno per protagonista il Mandaloriano.

  • La navicella spaziale si chiama Razor Crest: è stata realizzata da Doug Chiang, Jay Machado, John Goodson e Landis Fields. È un modello "vintage " perché in passato era un'imbarcazione militare utilizzata per pattugliare i territori locali prima dell'Impero.

  • Il Millennium Falcon, pilotato storicamente da Han Solo e Chewbacca durante la Guerra civile galattica, è un'astronave da carico Corelliana YT-1300f. Possiede dei propulsori a fusione nucleare e un'iperguida in grado di spingerla ad una velocità superiore a quella della luce.

  • È proprio il Millennium Falcon. Se però ci si allarga ad altri franchise di fantascienza, Han Solo scende dal podio: questo grafico di Fat Wallet, postato da Gizmodo, dimostra che la Cuore d'Oro di Guida galattica per gli autostoppisti, il TARDIS di Doctor Who, il Planet Express di Futurama, la Spaceball One di Balle spaziali e il Daedalus di Stargate sono molto più veloci del Falcon.

Il Razor Crest del protagonista è stato isolato in studio: il team ha poi aggiunto alla scena laser ed esplosioni in diversi quadranti e distanze. Le armi da usare contro Mando sono state agganciate ai pulsanti personalizzati dell'iPad e quindi affidate al regista. Il risultato è una vera e propria simulazione d'attacco, che Milham sintetizza così:

È come giocare a X-Wing vs. TIE Fighter su uno schermo da 70 pollici.

Il secondo GIF cattura invece una scena d'azione particolarmente complessa: Moff Gideon (l'ex ufficiale dell'Impero interpretato da Giancarlo Esposito) che cerca di scrollarsi di dosso Mando dal suo caccia TIE.

La riuscita perfetta, capace di conservare la luce e i riflessi giusti, si deve allo stick che controlla il motion capture per effettuare gli spostamenti e la caduta. Nei commenti Milham definisce questa tecnica una "tecnologia cinematografica rivoluzionaria".

Insomma, con tutto quello che offre uno show come The Mandalorian è proprio il caso di dirlo: This is the way.

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca