James Franco commenta le accuse di molestie contro di lui

A distanza di circa due anni dalle accuse di molestie sessuali che gli sono state rivolte da alcune studentesse della sua scuola di recitazione, James Franco torna a ribadire la propria totale innocenza.

Nel gennaio 2018, James Franco è stato accusato di molestie sessuali da alcune donne che studiavano presso la sua scuola di recitazione Playhouse West Studio 4. La scuola di Franco è stata chiusa definitivamente nel 2017, poco prima dello scandalo che ha travolto l'attore sulla scia del caso #MeToo. Due aspiranti attrici, Sarah Tither-Kaplan e Toni Gaal, denunciarono pubblicamente l'attore dalle pagine del Los Angeles Times: l'accusa fu quella di aver approfittato di loro durante le riprese di una scena di sesso orale sul set del film The Long Home (2015).

Franco - che si è sempre detto estraneo ai fatti e completamente innocente - è stato formalmente denunciato lo scorso ottobre ed è attualmente in causa con le due donne. In queste ore, la difesa ha respinto nuovamente le accuse da parte delle due aspiranti attrici, che vengono definite "affamate di attenzioni e di notorietà".

Come riporta VanityFair, i legali di James Franco parlano di accuse salaci, "un ottimo cibo da tabloid":

Le accuse salaci della denuncia sono state cibo da tabloid, ma sono anche false e infamanti, legalmente prive di fondamento. Sono inoltre state portate alla luce impropriamente come azione collettiva per ottenere la maggior pubblicità possibile. Questa causa è una parodia della giustizia, il culmine di una campagna che ha offuscato ingiustamente la reputazione di un uomo per bene.

Una delle due donne, la signora Tither-Kaplan, nella denuncia parla di abuso di potere e di cultura dello sfruttamento delle donne:

Mi è venuto in mente una cosa tipo 'Non puoi dirgli di no'. Sento che c’è stato abuso di potere e regnava una cultura di sfruttamento di noi donne non famose.

La difesa di Franco di tutta risposta sostiene che la Tither-Kaplan si sia spesa molto spesso sui social in elogi rivolti all'attore, esaltandone le virtù recitative e umane dopo le presunte molestie. Inoltre, sempre secondo gli avvocati della difesa, tutte le attrici della scuola di recitazione di James Franco erano a conoscenza delle scene di nudo che avrebbero dovuto girare con lui e non avrebbero mai presentato lamentele in merito. Si legge nei documenti:

Il direttore del casting e altri attori del film hanno confermato che tutte le attrici, tra cui la Tither-Kaplan, erano a conoscenza delle scene di nudo. C’erano controlli per assicurarsi che le attrici si sentissero a proprio agio.

Rabbit Bandini ProductionsJames Franco in The Long Home
Le molestie sarebbero avvenute sul set del film The Long Home

“Questa non è la prima volta che queste accuse sono state fatte e sono già state ridimensionate", scrive l'avvocato di James Franco aggiungendo:

James non solo si difenderà da tutte le accuse, ma chiederà anche un risarcimento danni per questa scurrile causa in cerca di pubblicità.

Non resta che attendere per conoscere i prossimi sviluppi.

      Cerca