I due superpiedi quasi piatti: dal cast alla sigla, tutto sul film con Bud Spencer e Terence Hill

Tritone Cinematografica / CG Entertainment Bud Spencer e Terence Hill in una scena de I due superpiedi quasi piatti

Dalla soundtrack firmata Guido e Maurizio De Angelis alla sexy star del film, Laura Gemser: alla scoperta del film con Bud Spencer e Terence Hill.

Uno ha un passato da tagliaboschi speso tra bottiglie e baldracche, l'altro vanta dei trascorsi nel baseball professionistico (giocava coi Red Foxes di Okeechobee prima di venire squalificato per aggressione). Entrambi disoccupati, cercano lavoro invano al porto di Miami. È così che Wilbur Walsh e Matt Kirby, in preda all'esasperazione, tentano un colpo ad un market. Finiranno per sbaglio in una stazione di polizia, venendo arruolati.

Dopo i due Trinità e lo scatenato ...altrimenti ci arrabbiamo!, I due superpiedi quasi piatti rappresenta una delle commedie più riuscite della formidabile coppia formata da Bud Spencer e Terence Hill. Girato nel 1977 dallo stesso E. B. Clucher - all'anagrafe Enzo Barboni - che aveva diretto il duo nei fagioli western con protagonisti i pistoleri Bambino e Trinità, la pellicola sguinzaglia Spencer e Hill sulla East Coast per risolvere un caso di omicidio (il "cinese del molo 16").

I due superpiedi quasi piatti: trama e cast del film

Ne I due superpiedi quasi piatti Bud Spencer e Terence Hill impersonano due tizi nullatenenti e senza fissa dimora stanchi di cercare lavoro senza successo. Si arruolano per sbaglio nella polizia di Miami, finendo agli ordini del capitano "papà" McBride. I protagonisti Wilbur e Matt le tentano tutte pur di farsi cacciare dal dipartimento, arrivando addirittura a bistrattare un politico e il procuratore generale, venendo però graziati dal capitano McBride il quale, pur detestando il corpulento Wilbur, adora l'astuto e paravento Matt. I due poliziotti per caso, pur adoperando dei metodi poco ortodossi, arriveranno a sgominare una pericolosa banda di trafficanti di droga.

La pellicola diretta da E.B. Clucher - la nona del duo Spencer e Hill - ripropone il classico schema di due protagonisti agli antipodi, sia per caratteristiche fisiche che per atteggiamento (col personaggio di Spencer che come al solito mal sopporta quello del collega). Presente, naturalmente, il solito manipolo di cattivi dai modi cartooneschi e dal gergo malavitoso e che in realtà finiscono per incassare dai buoni la consueta massiccia dose di sganassoni.

il risultato è un film a dir poco spassoso, condito da battute e scene memorabili, su tutte quella di Walsh sordomuto alle prese con una banda di teppisti, aiutato - ma senza fretta - dallo "storpio" Kirby. Nel tempo sono divenuti altrettanto cult alcuni dialoghi ("Hey, ma quello ti sta prendendo a sgabellate!"; "Sì ma non è un cattivo ragazzo"), frasi - "Ho il crimine nel sangue io" - e persino gli epiteti con cui il Kirby di Terence Hill apostrofa il compare: si va da "bananone" ad "agnellone" fino al profetico "Quello lì è un bulldozer" (in effetti due anni dopo Spencer girerà proprio Lo chiamavano Bulldozer).

A rendere I due superpiedi quasi piatti uno dei film più amati di Spencer e Hill contribuisce anche un cast di tutto rispetto, in grado di amalgamare popolari caratteristi, mestieranti del cinema italiano e persino sexy star dell'epoca. David Huddleston, volto noto del cinema statunitense apparso in western anni '60 e commedie di successo come Il grande Lebowski, interpreta nel film il capitano McBride, irascibile superiore dei due protagonisti. L'attore prenderà parte anche ad un successivo film di Spencer e Hill, Nati con la camicia, nel ruolo del caposervizi della CIA dal nome in codice Tigre. L'attore è scomparso all'età di 86 anni nel 2016.

Tra i comprimari spiccano invece Luciano Catenacci, faccia da villain del poliziottesco (La banda del gobbo e Milano odia: la polizia non può sparare tra i suoi titoli più famosi) e l'immancabile Riccardo Pizzuti. Il primo è ricordato dai fan di Spencer e Hill soprattutto per aver impersonato il giocatore d'azzardo Parakulis il greco nel divertente Pari e dispari. Pizzuti, invece, che qui recita nel ruolo dello "sfregiato", uno degli scagnozzi del boss Fred, ha preso parte a quasi tutti i film della coppia, viste le sue ottime doti di stuntman. 

Nella pellicola figura inoltre Laura Gemser nel ruolo di Susy Lee. All'epoca la modella e attrice olandese - naturalizzata poi italiana - era già una sexy star, lanciata dalla serie erotica di Emanuelle nera.

I due superpiedi quasi piatti, sigla e colonna sonora

Sonorità country e un riff inconfondibile caratterizzano la colonna sonora de I due superpiedi quasi piatti. A firmarla sono Guido e Maurizio De Angelis, i fratelli musicisti conosciuti in tutto il mondo per le loro soundtrack. Già compositori per molti film di Spencer e Hill, i De Angelis - che altro non sono che i mitici Oliver Onions - realizzano per l'occasione un 45 giri con solo due tracce. Mentre però il primo motivo - "Space" -  non ha nulla a che fare con I due superpiedi quasi piatti (facendo parte della colonna sonora del telefilm S.O.S. Spazio 1999), la seconda traccia dal titolo "Zwei ausser Rand und Band" (la versione tedesca del titolo del film) fornisce le note ricorrenti in tutta la pellicola, dai titoli di testa a quelli di coda (il motivo sarà poi riproposto in una scena di Banana Joe). 

Nel film, però, è presente anche un altro brano, preso in prestito da un altro film di Spencer: nel chiosco di hot dog dove i protagonisti incontrano per la prima volta i poliziotti in motocicletta si sente in sottofondo la canzone "Angels and beans", tratta dal film Anche gli angeli mangiano fagioli.

      Cerca