Netflix e l'Onu lanciano una collezione di film e serie per la Giornata Internazionale della Donna

Netflix DeWanda Wise in una scena della serie She's Gotta Have It

La piattaforma streaming e le Nazioni Unite hanno affidato a 54 registe e attrici la scelta dei titoli: Sophia Loren segnala The Crown, Salma Hayek opta per Unbelievable, ma la scelta più curiosa è quella di Millie Bobby Brown.

In occasione dell'8 marzo 2020, la Giornata Internazionale della Donna, Netflix e UN Women (l'ente delle Nazioni Unite per l'uguaglianza di genere e l'empowerment femminile) uniscono le forze. L'azienda di Los Gatos presenta sulla piattaforma streaming un programma speciale dal titolo "Because She Watched": si tratta di una collezione di film, serie e documentari dedicati alla gender equality.

La selezione è curata da registe ed attrici che hanno scelto in prima persona questi 54 titoli. Ci sono due italiane: Sophia Loren opta per The Crown, mentre Francesca Comencini per What Happened, Miss Simone?, il doc sulla vita della cantante Nina Simone.

Destano curiosità alcune segnalazioni della lista: Salma Hayek sceglie Unbelievable, Laverne Cox (l'iconica attrice transgender di Orange Is the New Black) segnala Brené Brown: The Call to Courage, Millie Bobby Brown sorprende con Taylor Swift: Miss Americana, il doc che rivela un lato inedito della cantante. Mindy Kaling include nella collezione Chewing Gum, Ava DuVernay l'avventura Nelle pieghe del tempo.

Paulina García, l'attrice cilena vincitrice dell'Orso d'argento a Berlino per Gloria di Sebastián Lelio, suggerisce Due giorni, una notte dei fratelli Dardenne con una strepitosa Marion Cotillard. Le uniche due africane della lista, la regista sudafricana Nosipho Dumisa e la filmmaker nigeriana Kemi Adetiba, scelgono rispettivamente Gravity di Alfonso Cuarón e il thriller politico King of Boys. L'attrice colombiana Alejandra Azcárate suggerisce la serie spagnola Vis a vis - Il prezzo del riscatto.

La collezione sarà disponibile per gli abbonati tutto l'anno: Anita Bhatia, vicedirettrice esecutiva di UN Women, sottolinea che la partnership con Netflix arriva in occasione della campagna Generation Equality, per contrastare la violenza di genere e il femminicidio, e del 25esimo anniversario della Conferenza dell'Onu di Pechino su donne, pace e sicurezza.

Questa collaborazione raccoglie la sfida di raccontare storie di donne e mostrarle in tutta la loro diversità. Si tratta di rendere visibile l'invisibile e dimostrare che solo rappresentando ed includendo pienamente le donne sullo schermo, dietro la macchina da presa e in ogni nostra narrazione, la società può svilupparsi pienamente.

Ecco tutti i titoli della collezione "Because She Watched" e chi li ha selezionati.

  • Alejandra Azcárate (Colombia) – Vis a vis - Il prezzo del riscatto
  • Alice Wu (Stati Uniti) – Frances Ha
  • Andrea Barata Ribeiro (Brasile) – Sex Education
  • Anna Winger (Germania) – Unbreakable Kimmy Schmidt
  • Ava DuVernay (Stati Uniti) – Nelle pieghe del tempo
  • Barbara Lopez (Messico) – Scandal
  • Beren Saat (Turchia) – Bird Box
  • Bruna Mascarenhas (Brasile) – Chi canterà per te
  • Cecilia Suárez (Messico) –  Storia di un matrimonio
  • Chris Nee (Stati Uniti) – Orange is the New Black
  • Christian Serratos (Stati Uniti) – The Goop Lab
  • Cindy Bishop (Thailandia) – Chiamatemi Anna
  • Elena Fortes (Messico) – Atlantique
  • Esther Acebo (Spagna) – Chef's Table: Bo Songvisava
  • Fadily Camara (Francia) – Le regole del delitto perfetto
  • Fanny Herrero (Francia) – Je parle toute seule
  • Fatimah Abu Bakar (Malesia) – Babies
  • Francesca Comencini (Italia) – What Happened, Miss Simone?
  • Giovanna Ewbank (Brasile) – Coisa Mais Linda
  • Hanna Ardéhn (Svezia) – Il silenzio degli innocenti
  • Hazar Erguclu (Turchia) – House of Cards
  • Hend Sabry (Egitto) – Joan Didion: il centro non reggerà
  • Ida Elise Broch (Norvegia) – RuPaul's Drag Race
  • Janet Mock (Stati Uniti) – Paris Is Burning
  • Joyce Cheng (Hong Kong) – Queer Eye
  • Juliana Vicente (Brasile) – When They See Us
  • Kemi Adetiba (Nigeria) – King of Boys
  • Kiara Advani (India) – Lust Stories
  • Lali Espósito (Argentina) – Notting Hill
  • Lana Condor (Stati Uniti) – Grace and Frankie
  • Lauren Morelli (Stati Uniti) – Julie & Julia
  • Laurie Nunn (Regno Unito) – The Keepers
  • Laverne Cox (Stati Uniti) – Brené Brown: The Call to Courage
  • Liz Garbus (Stati Uniti) – She's Gotta Have It
  • Logan Browning (Stati Uniti) – Someone Great
  • Lynn Fainchtein (Messico) – 2001: Odissea nello spazio
  • Marcela Benjumea (Colombia) – Amiche per la morte
  • Mercedes Morán (Argentina) – Aquarius
  • Mika Ninagawa (Giappone) – Ecco l'impero dei sensi
  • Millie Bobby Brown (Regno Unito) – Miss Americana
  • Mina El Hammani (Spagna) – ¿Qué coño está pasando?
  • Mindy Kaling (Stati Uniti) – Chewing Gum
  • Mira Lesmana (Indonesia) – Roma
  • Mithila Palkar (India) – Hannah Gadsby: Nanette
  • Nahnatchka Khan (Stati Uniti) – Young Adult
  • Ngô Thanh Vân (Vietnam) – Wonder Woman
  • NosiphoDumisa (Sud Africa) – Gravity
  • Pathy Dejesus (Brasile) – Dion
  • Paulina Garcia (Cile) – Due giorni, una notte
  • Petra Costa (Brasile) – Feminists: Ritratti di un'epoca
  • Salma Hayek (Messico) – Unbelievable
  • Sandi Tan (Singapore) – Russian Doll
  • Shefali Shah (India) – Delhi Crime
  • Sophia Loren (Italia) – The Crown
  • Yalitza Aparicio (Messico) – Alla conquista del Congresso
      Cerca