Perché la stagione 4 di The Handmaid's Tale è rimandata?

La quarta stagione di The Handmaid’s Tale è stata rimandata perché la preparazione ha richiesto tempi più lunghi: questa è la motivazione fornita da Elisabeth Moss.

Elisabeth Moss rivela i motivi dello slittamento della quarta stagione di The Handmaid’s Tale durante un’intervista (video in testata). 

L’attrice sta seguendo la promozione del film L’uomo invisibile, in cui veste i panni di una donna perseguitata dall’ex compagno, apparentemente morto suicida. 

Le domande dei giornalisti, però, finiscono quasi sempre per riguardare anche il personaggio di June di The Handmaid’s Tale. Elisabeth non si è sottratta alle domande e ha chiarito che le riprese sono slittate perché lo sforzo produttivo si è rivelato più impegnato del previsto. 

Il gruppo di lavoro cioè si starebbe prendendo più tempo per fare le cose nella maniera giusta. Al di là dei tempi più lunghi, le dichiarazioni dell’attrice sono sicuramente positive per i fan della serie: 

Ci è voluto un po’ più di tempo e, oltre ai tempi, quest’anno stiamo facendo una stagione più ambiziosa. Stiamo davvero andando oltre i limiti delle nostre capacità dal punto di vista produttivo… Non stiamo seduti in uno studio tra quattro pareti e, di conseguenza, è davvero una stagione più impegnativa e ci è voluto un po’ più di tempo. Sono stata a Toronto da metà gennaio per la fase di preparazione. 

Secondo quanto dichiarato le riprese dovrebbero iniziare a marzo 2020 e la stagione dovrebbe debuttare tra settembre e ottobre 2020. 

È notizia certa che verranno girati 10 episodi. Si tratterà quindi di una stagione più corta rispetto alle precedenti. La seconda e la terza, infatti, erano costituite entrambe da 13 episodi. Si torna cioè al numero di episodi della prima stagione e secondo molti potrebbero essere una cosa positiva, visto che le due ultime stagioni non sono state esenti da critiche.

Lo showrunner Bruce Miller ha affermato che la riduzione del numero di episodi è stata una scelta dettata da un’esigenza narrativa, vale a dire dal bisogno di non sviluppare più storie contemporaneamente: 

Ridurre gli episodi sembra che ci dia un po’ di libertà, perché possiamo concentrarci di più su un elemento in grado di far andare avanti la storia. 

Non si conoscono altri dettagli sulla trama. E Miller ha dichiarato che è inutile provare a indovinare cosa accadrà, perché l’imprevedibilità è uno degli aspetti che rende affascinante la serie. 

Lui stesso ha chiarito di aver parlato del finale con Elisabeth Moss sin dall’inizio: 

Lizzie [Moss] e io abbiamo parlato del finale fin dall’inizio, ma ciò che accade tra qui e là è molto flessibile. 

A questo punto, non resta che aspettare l’autunno per vedere come sarà la quarta stagione di The Handmaid’s Tale.

      Cerca