Creators - The Past, tutto quello che devi sapere sul grande progetto fantasy italiano

Il regista Piergiuseppe Zaia osa con un film che va alle origini della fantascienza, dall'alta qualità stilistica e con un cast di star, da Gérard Depardieu a William Shatner.

Piergiuseppe Zaia è un regista coraggioso. Il suo obiettivo è dare una scossa al cinema italiano, dimostrare che qualcosa di diverso è possibile usando la chiave della fantascienza. Un genere che in passato ha regalato autentiche perle, da La morte viene dallo spazio di Paolo Heusch a Star Crash di Luigi Cozzi passando per Terrore nello spazio di Mario Bava, e che è tornato in voga di recente grazie a titoli come Index Zero di Lorenzo Sportiello e L'ultimo sole della notte di Matteo Scarfò.

Eppure la fantascienza in Italia, esclusivi Bava e Antonio Margheriti, è sempre stata un affare di nicchia. Zaia vuole invertire la rotta e punta a trasformare la nouvelle vague sci-fi tricolore. Partendo da tre classici – Star Wars, Star Trek e Dune – e rielaborando la fase più florida del genere, il suo debutto Creators - The Past vuole uscire dal recinto indipendente ed underground della science fiction con un'opera di respiro dichiaratamente internazionale.

ArtuniverseIl poster del film Creators - The Past
Il poster del film

Grazie a quello che la produzione Artuniverse definisce "il più grande fantasy mai prodotto in Italia", il regista si appresta a correre il rischio più grosso mai affrontato in carriera: girare un film visionario e ricco di effetti speciali, che narra di divinità cosmiche e della genesi del genere umano.

A facilitargli almeno in parte la vita ci sono due grandi attori, Gérard Depardieu e William Shatner, ma la sfida resta alta. In attesa dell'uscita nelle sale cinematografiche italiane, che avverrà il 19 marzo 2020, ecco tutto quello che c'è da sapere su questo film con ambizioni da kolossal.

La trama

Creators - The Past è il primo capitolo di una trilogia, scritta da Zaia con la sceneggiatrice e attrice Eleonora Fani insieme a Gea Mizzani Corio. Tutto parte da molto lontano, dai Creators del titolo: otto Dei che governano e dirigono l'universo, ognuno attraverso la Lens, un potente strumento che custodisce il sapere divino e ne racchiude l'essenza e i segreti.

Molti anni dopo, qualcuno comincia a ribellarsi a questo piano astrale e ad imporre un ordine nuovo a quello stabilito dai Creators. Il Concilio Galattico decide di radunarsi per prendere una decisione sui pianeti che vogliono uscire dal sistema. Tra i ribelli c'è la Terra: il Reggente del nostro pianeta diserta l'appello del Concilio e nasconde la Lens nella dimensione umana.

ArtuniverseUna scena del film Creators - The Past
L'equilibrio della galassia è in pericolo

Contro ogni aspettativa, è la giovane Sofy a trovare la Lens e portarla in salvo. In bilico tra due dimensioni, la ragazza ingaggia una serrata lotta contro il tempo per salvare il mondo dalla sua deriva. Proprio mentre si avvicina un evento senza precedenti: un allineamento galattico che avrà effetti imponenti su ogni forma di vita nel cosmo.

La trama, come evidente, è intricata e complessa, ma lascia il futuro in secondo piano e si concentra sulle enormi avversità che la protagonista incontra alle prese con esseri alieni immortali e dagli intenti bellicosi. Al centro della vicenda, insomma, ci sono il bene e il male e personaggi che non sono mai quello che sembrano.

Il cast

Gli attori radunati da Zaia sono molti e alcuni davvero di spicco. Tra questi, figura senza dubbio William Shatner: l'attore, 89 anni il prossimo 22 marzo 2020, è lo storico Capitano Kirk dell'universo di Star Trek, la guida dell'USS Enterprise NCC-1701 e successivamente dell'USS Enterprise NCC-1701-A.

ArtuniverseWilliam Shatner in una scena del film Creators - The Past
William Shatner è Lord Oghma

Non è da meno Gérard Depardieu: uno dei più importanti attori francesi, 72 anni da compiere a dicembre, torna al genere che ha già affrontato ai tempi di Babylon A.D. di Mathieu Kassovitz e più di recente, con implicazioni più realistiche e piene di simbolismi, nell'enigmatico The End di Guillaume Nicloux.

ArtuniverseGérard Depardieu in una scena del film Creators - The Past
Gérard Depardieu è il Maestro di Fede

Nel resto del cast, figurano la produttrice e sceneggiatrice Eleonora Fani, la giovanissima Kristina Pimenova (modella e attrice russa che vive negli Stati Uniti), la romana Jennifer Mischiati (con un passato da modella) e altri nomi d'eccezione.

ArtuniverseEleonora Fani in una scena del film Creators - The Past
Eleonora Fani è Lady Airre

Ci sono Bruce Payne, l'attore inglese che ha spesso interpretato ruoli da "cattivo" come in Passenger 57 - Terrore ad alta quota e Dungeons & Dragons; Pete Antico, stunt che ha preso parte a film quali Dragged Across Concrete, Deadpool 2, xXx - Il ritorno di Xander Cage e Daredevil; Marc Fiorini, l'attore italo-canadese già visto in Angeli e Demoni ed Enzo Ferrari.

Sono curiose le presenze di Mauro Biglino, lo scrittore e saggista torinese che si occupa principalmente di storia antica e Antico Testamento e che nel film interpreta se stesso, e di Pellek, il cantante norvegese che conta il più alto numero di fan su YouTube nel suo Paese.

Non è da meno, infine, il doppiaggio, che vanta tra le voci quelle di Giancarlo Giannini, Luca Ward, Maria Pia Di Meo e Mario Cordova.

Gli effetti speciali

Creators - The Past mira a reggere il confronto con le produzioni estere, senza sembrare una sorta di "vorrei ma non posso". Si spiega anche in questo modo l'intenzione di realizzare un film con poderosi effetti visivi: le riprese sono avvenute in green screen e in 5K, la produzione si è inoltre avvalsa dell'innovativo sistema Dolby Atmos 128.1, messo a punto dall'azienda austriaca Blautöne.

La fase conclusiva di color grading è stata invece realizzata presso gli Studios della Fotokem a Burbank sotto la supervisione di Walter Volpatto, il "mago dei colori" che dalla provincia di Torino è arrivato a Hollywood per occuparsi di film di successo come Interstellar, Dunkirk, Star Wars - Gli ultimi Jedi, The Hateful Eight e Green Book.

La colonna sonora

Lo score di Creators - The Past è stato registrato a Vienna da un'orchestra curata da Blautöne. Zaia ha composto i 75 temi originali eseguiti dai musicisti: 25 di questi faranno parte dell'edizione che verrà lanciata sul mercato in concomitanza con l'uscita del film.

Le collaborazioni illustri non mancano neanche in questo caso: il regista ha potuto contare sulle voci di Dimash Kudaibergen, il giovane talento kazako classe 1994 osannato in Cina e diventato una star in tutto il mondo, e della soprano Adriana Damato, una tra le più note voci verdiane del panorama lirico internazionale.

Le location

Figlia della medesima impostazione che vi abbiamo raccontato finora è l'idea di girare questo kolossal su una serie di set affascinanti e suggestivi, che valorizzano il territorio italiano.

Le location hanno toccato la Valle d'Aosta, il Canavese, le zone di Vercelli e Biella, Venezia, il Lago Maggiore e il Lago d'Orta, e il centro di Ivrea durante le rappresentazioni dello storico Carnevale. In una delle sequenze chiave del film, è infatti riconoscibile la celebre Battaglia delle arance.

Creators - The Past prova a battere strade diverse, affidandosi al lavoro certosino degli sceneggiatori e all'artigianalità dei professionisti chiamati in causa.

Il risultato è uno dei titoli italiani più insoliti del 2020: l'appuntamento originariamente fissato per 19 marzo 2020 è stato spostato all'8 ottobre.

      Cerca