Shang-Chi, interrotte le riprese: il regista è in auto-quarantena

Notorius Pictures / Lionsgate / Jake Giles Netter Destin Daniel Cretton sul set del film Il castello di vetro

Cretton non è positivo al Covid-19, ma su consiglio del suo medico ha preferito mettersi in quarantena obbligatoria di 14 giorni a scopo precauzionale: la troupe in Australia ha dato lo stop ai ciak.

Le riprese di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, il primo cinecomic Marvel con un supereroe asiatico, sono state interrotte. La produzione ha deciso di mettere in pausa il film perché il regista Destin Daniel Cretton si è messo in auto-quarantena. Cretton non è positivo al Covid-19, ma su consiglio del suo medico si è sottoposto alla quarantena obbligatoria di 14 giorni a scopo precauzionale.

A seguito di questa scelta, la prima unità di produzione di Shang-Chi, che da febbraio sta girando in Australia, ha decretato lo stop ai ciak. La notizia, trapelata nelle scorse ore, è stata confermata da Deadline. Proseguono, invece, i lavori della seconda unità. Ad oggi, il regista hawaiano non presenta sintomi evidenti come febbre, mal di gola o spossatezza. Tuttavia, ha preferito sottoporsi al test perché diventato padre da poco e ha voluto mettere in atto ogni precauzione necessaria per il suo bambino. Dopo la visita di rito, attende il risultato del fatidico tampone.

Deadline riporta la nota che è stata diffusa alla troupe del film.

Come molti di voi sanno, Destin, il nostro regista, ha un bambino appena nato. Ha voluto esercitare un'ulteriore cautela, considerate le attuali incertezze, e ha deciso di fare il test per il Covid-19 oggi. Attualmente si sta auto-isolando come da raccomandazione del suo medico. Mentre aspetta i risultati del test, sospendiamo la produzione della prima unità con molta cautela fino a quando Destin non riceverà i risultati la prossima settimana. La seconda unità e il resto della produzione continueranno normalmente. Ci metteremo in contatto con tutti entro martedì per gli ultimi aggiornamenti. Questo è un momento senza precedenti. Apprezziamo la comprensione di tutti mentre cerchiamo di superare questa fase.

In attesa di ulteriori sviluppi, vi ricordiamo che Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings porta sul grande schermo il personaggio del Maestro del Kung-Fu mezzo cinese e mezzo americano, nato nel 1973 dalla fantasia (e dalla passione per i film di arti marziali) di Steve Englehart e Jim Starlin. Sarà Simu Liu ad interpretare il supereroe senza superpoteri: Shang-Chi è infatti un "semplice" esperto di wushu, abilissimo nell'uso di bastone gun, nunchaku e jian. Soltanto quando si unisce agli Avengers ottiene il potere di duplicare se stesso.

  • Finora sono stati annunciati soltanto tre attori: il protagonista Simu Liu, il "cattivo" Tony Leung e Awkwafina in un ruolo imprecisato.

  • Le riprese del film sono iniziate a febbraio 2020 a Sydney e nel New South Wales. Prossimamente, appena si sarà capita la situazione sanitaria del regista, si sposteranno a Los Angeles.

  • Il cinecomic è il 26esimo film del Marvel Cinematic Universe e fa parte della Fase 4 con i film Black Widow, Gli Eterni, Doctor Strange in the Multiverse of Madness, un nuovo Spider-Man, Thor: Love and Thunder, e le serie Disney+ The Falcon and the Winter Soldier, WandaVision, Loki, What If...?, Hawkeye, Ms. Marvel, Moon Knight e She-Hulk.

  • No, il trailer ufficiale del film non è ancora stato lanciato. 

  • Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings uscirà il 12 febbraio 2021 negli Stati Uniti.

Nei fumetti il villain di turno è il papà Zheng Zu (in origine chiamato Fu Manchu), che nel film non sarà più l'odiato babbo ma diventa il Mandarino, il pericolosissimo boss del clan dei Dieci Anelli al quale presta il volto Tony Leung. Nel cast, per completare l'inclusione e la diversity, c'è pure Awkwafina in un ruolo non ancora precisato. Cretton è stato scelto perché autore feticcio di Captain Marvel, ovvero Brie Larson: il regista di Maui ha diretto l'attrice nei suoi precedenti film, Short Term 12 (2013), Il castello di vetro (2017) e Il diritto di opporsi (2019).

Ci auguriamo che Destin si rimetta presto e soprattutto che risulti negativo al tampone.

      Cerca