Game of Thrones: Emilia Clarke parla con onestà del finale e della sorte di Daenerys e Jon

HBO Emilia Clarke è Daenerys Targaryen

Dall'ultima stagione di Game of Thrones è passato quasi un anno, ma il finale della serie tiene ancora banco. Emilia Clarke ha (finalmente) detto cosa ne pensa davvero, insieme alla sorte di Daenerys e Jon.

Un anno fa (anzi, meno), una buona fetta di mondo era in fibrillazione per l'imminente ultima stagione di Game of Thrones. Oggi come oggi, i pensieri sono ben altri. Ma distrarsi un po' non guasta. Anzi. Allora, quale argomento migliore della serie più discussa dell'ultimo decennio (se non di più)?

A riaccendere i riflettori su Il Trono di Spade è stata Emilia Clarke, che in una intervista al britannico Times (riportata in parte da Complex) ha detto cosa pensa davvero del finale della storia di Daenerys, Jon e compagnia.

L'attrice ha spiegato che la conclusione di GoT ha avuto una inevitabile ripercussione sulla sua vita:

Quando la serie è finita, è stato come uscire da un bunker. Sembrava tutto davvero strano. Ovviamente, anche per il contraccolpo che ha avuto.

E poi ha rivelato che, non appena ha avuto in mano la sceneggiatura, il suo pensiero è andato subito ai fan:

Sapevo come mi sentivo da quando ho letto [il copione] per la prima volta. Da allora, ho cercato di non pensare ogni momento a cosa avrebbe potuto dire il pubblico. Ma ho sempre tenuto in considerazione l'opinione degli spettatori. Perché è per loro che abbiamo fatto [Game of Thrones] ed è grazie a loro che abbiamo avuto successo. Di conseguenza... è solo educazione, no?

Emilia ha dato una sua interpretazione della reazione molto forte degli appassionati (per usare un eufemismo):

Penso che l'atmosfera incandescente a livello globale e le notizie orribili che si susseguono senza soluzione di continuità possano spiegare la spropositata indignazione dei fan. [Game of Thrones, n.d.r.] era qualcosa che la gente vedeva e capiva e su cui aveva una qualche sorta di controllo. E poi all'improvviso è cambiato in un modo che non le piaceva più.

La star britannica è rimasta anche un po' delusa per la storyline di Daenerys. Soprattutto perché Jon Snow non ha pagato nulla (o quasi) per avere ucciso la donna che amava e la sua regina:

Mi è dispiaciuto per [Daenerys]. Mi è dispiaciuto davvero molto per lei. E sì, sono arrabbiata che Jon Snow non abbia dovuto affrontare nessuna conseguenza. Ha commesso un omicidio e l'ha fatta franca.

L'ex Lord Comandante, ex Re del Nord e legittimo erede del Trono di Spade è stato (ri)mandato in esilio tra i Guardiani della Notte da Bran. Ma dopo la sconfitta degli Estranei, l'antico ordine non esiste più e di fatto Jon è libero. Non solo. Nel suo destino sembra essere scritto un futuro da Re oltre la Barriera. 

Ma in fondo, George R. Martin lo ripeteva da tempo: Game of Thrones avrebbe avuto un finale agrodolce. E così è stato...

      Cerca