Mission: Impossible 7, Roma e Venezia verranno ricreate in studio

Paramount Pictures Tom Cruise corre in una scena di Mission: Impossible - Fallout

Tom Cruise non tornerà in Italia per girare il sequel di Fallout. Una replica di Piazza di Spagna verrà realizzata nei Longcross Studios, nel Regno Unito.

Tom Cruise, con tutta probabilità, non tornerà più in Italia per girare l'atteso Mission: Impossible 7. Complice la pandemia da Coronavirus, la produzione avrebbe deciso di "tagliare" le riprese previste - e inizialmente avviate - nello Stivale. A rivelarlo è il Sun.

Il tabloid britannico aggiunge che non è previsto uno switch di location, bensì i set di Roma e Venezia verranno ricreati interamente in studio. Una sforzo economico - questo sì ai limiti dell'impossibile - necessario per arginare l'emergenza da Covid-19. Il mega set, infatti, verrà allestito nel Regno Unito (che non sembra comunque il luogo ideale per sfuggire al contagio, viste le politiche britanniche in materia), più precisamente nei Longcross Studios nel Surrey.

Qui verrà realizzata, tra le altre cose, una replica della scalinata di Piazza di Spagna: 136 gradini dominati dalla Chiesa di Trinità dei Monti.

Mission: Impossible 7, addio Roma e Venezia

Le riprese di Mission: Impossible 7 si stavano regolarmente svolgendo a Venezia lo scorso febbraio. I ciak prevedevano una rocambolesca sequenza d'apertura per il sequel di Fallout. Purtroppo l'aggravarsi dell'emergenza Coronavirus ha costretto la produzione, allertata dalle autorità italiane, a sospendere le riprese, per assicurare l'incolumità del cast e della troupe.

Gli attori e la crew del film hanno successivamente fatto ritorno in Inghilterra, dove ora - sempre che le cose non peggiorino anche lì - si dovrebbe girare (quasi) interamente il nuovo Mission: Impossible.

Una fonte ha dichiarato al Sun:

I ritardi hanno già avuto implicazioni enormi - non solo per questo film, ma per l'intero settore. Ci sono centinaia di membri della troupe e alcune delle più celebri star al mondo, incluso Tom Cruise, che attendono il da farsi. È impossibile ritardare le riprese in maniera indefinita. Allo stesso tempo, è un rischio troppo elevato inviare una troupe così numerosa in Italia nell'immediato futuro, quindi è stata fatta una scelta. Costerà una fortuna, ma sempre più economico che sospendere la produzione fino a data da destinarsi.

Christopher McQuarrie dirigerà Mission: Impossible 7 dopo aver precedentemente diretto i precedenti Rogue Nation e Fallout. L'uscita del film è (almeno momentaneamente) prevista per il 23 luglio 2021.

      Cerca