Marvel rimanda ufficialmente l'uscita di Black Widow a data da destinarsi

Marvel Studios Vedova Nera nel poster promozionale, a tinte rosse, di Black Widow

Black Widow si aggiunge alla lunga lista delle uscite cinematografiche rimandate a causa del Coronavirus.

La pandemia da Coronavirus sta colpendo l'intero globo e, dopo il forte impatto avuto sull'Europa, sta coinvolgendo anche gli Stati Uniti d'America.

Tra le conseguenze, si assiste alla chiusura dei luoghi di aggregazione come i cinema, infatti - di propria iniziativa - negli U.S.A. hanno chiuso tre delle maggiori catene, quali Cinemark con 345 sale chiuse, AMC Theaters con 630 sale chiuse, Regal Cinemas con 542 sale chiuse e nelle prossime ore, probabilmente, si assisterà alla chiusura di molti altri luoghi di incontro e svago.

Con i fan rintanati, giustamente, a casa e i cinema chiusi, molte uscite cinematografiche sono state rimandate e a questa lista, in continuo aumento, si aggiunge ora Black Widow, uno dei film più attesi della stagione.

Il film con Scarlett Johansson sarebbe dovuto uscire negli Stati Uniti il primo maggio 2020 (il 29 aprile in Italia) ed ora è rimandato a data da destinarsi.

Black Widow sarebbe stato il primo film proiettato in sala dopo la fine della Fase 3 del Marvel Cinematic Universe (MCU), dopo ben 10 mesi dall'uscita nei cinema di Spider-Man: Far From Home.

MCU continuity a rischio?

Il ritorno nell'Universo Cinematografico Marvel è, ovviamente, solo rimandato ma un ritardo nella sequenza di uscite tra cinema e TV (è tutto connesso) potrebbe creare non pochi problemi alla continuity del MCU.

La sequenza programmata tra film e serie TV avrebbe previsto:

Nel caso in cui Black Widow non dovesse avere connessioni con il futuro del MCU ma solo con il passato, il film potrebbe trovare una collocazione inedita tra settembre e ottobre. In extremis, potrebbe essere sfruttata la finestra del 4 luglio (una delle più prolifiche per gli Stati Uniti).

In caso contrario, verrebbe da pensare (non c'è nulla di ufficiale) che potrebbe anche essere posticipata l'uscita della prima serie TV live-action Marvel Studios di Disney+.

Di fatto, al momento, tutte le produzioni delle serie TV Marvel Studios sono state bloccate e non ci sarebbe da stupirsi se la Fase 4 del MCU iniziasse nell'autunno 2020.

Quest'ultima soluzione però non accontenta i fan, che hanno chiesto alla casa dalle orecchie di topo di rendere disponibile Black Widow sulla piattaforma di streaming Disney+.

Qui sotto potete vedere uno dei tanti tweet indirizzati a Disney. 

Questa opzione pare poco praticabile, perché probabilmente farebbe perdere tantissimi introiti a Disney: i film Marvel Studios, infatti, sono tra i blockbuster più redditizzi dell'intera industria cinematografica.

Le nuove foto di Black Widow

Prima ancora che il film venisse rimandato ufficialmente, il sito americano EW.com ha pubblicato due nuove immagini di Black Widow, mentre la rivista Empire ha dedicato le prossime cover del suo magazine al film diretto da Cate Shortland.

Nella prima a sinistra si possono vedere insieme i personaggi di Natasha Romanoff/Black Widow (interpretata da Scarlett Johansson), Alexei Shostakov/Guardiano Rosso (David Harbour) e Yelana Belova (Florence Pugh).

Nell'immagine a destra si può vedere Natasha mentre affronta un manipolo di Vedove Nere.

Qui sotto si possono vedere le bellissime cover di Empire:

In attesa della nuova data di uscita di Black Widow, i fan del MCU possono organizzare sul divano di casa propria la maratona dei film Marvel su Disney+. Il servizio streaming sarà disponibile in Italia dal 24 marzo 2020.

Per saperne di più ci si può iscrivere sul sito ufficiale.

      Cerca