I 10 film western da vedere su Netflix

Universal Pictures Jeff Bridges ne Il Grinta

L'epopea del vecchio West ha ispirato un'infinità di storie. Sopravvivenza, vendetta, amore, onore, divertimento ed emozioni sono solo alcune delle tante facce del western e Netflix propone un assaggio con una selezione di film da non perdere!

Spazi sconfinati, natura selvaggia, sopravvivenza, vendetta, cavalli e pistole. Ma anche onore, coraggio, amore e perché no, risate. Il genere western racconta l'epopea della frontiera attraverso molteplici sguardi, che spaziano da storie epiche (non di rado ispirate alla realtà) ad avventure straordinarie, vicende tanto improbabili quanto divertenti e fatti brutali. 

Il "vecchio West" è quello degli stati americani a ovest del Mississippi, nella seconda metà dell'800. Ma spesso e volentieri, il cinema ha dilatato i confini fisici e temporali. La narrazione si è spinta oltre le terre dei pionieri e gli anni della guerra di secessione, è andata indietro nel passato ed è arrivata in nuovi mondi e ai giorni nostri. Oltre ad assumere forme diverse ed inedite, sperimentando anche la strada dell'animazione.

Per un assaggio delle tante declinazioni del genere, ecco i 10 film western da guardare su Netflix.

La ballata di Buster Scruggs (2018)

Dopo il successo de Il Grinta, Joel ed Ethan Cohen tornano nel vecchio West con La ballata di Buster Scruggs. Il film è una sorta di compendio del western, che esplora in 6 episodi tutti gli elementi caratterizzanti e ricorrenti del genere. Dal duello tra cowboy alla rapina in banca, dalla carovana di pionieri al viaggio in diligenza, nella pellicola c'è tutta (o quasi) la storia della frontiera.

L'antologia dei fratelli Cohen conta su un cast stellare, che annovera Liam Neeson, James Franco, Zoe Kazan, Tyne Daly, Tim Blake Nelson e Tom Waits. La pellicola è stata presentata in concorso a Venezia 75, dove è stata premiata per la Migliore sceneggiatura.

O matador - L'assassino (2017)

NetflixIl poster del film O matador - L'assassino
O matador - L'assassino è un western brasiliano

O matador - L'assassino è un esempio della capacità del western di spingersi oltre i confini del genere senza tradire la sua natura. Il film scritto e diretto da Marcelo Galvão è ambientato agli inizi del '900 nello stato di Pernambuco, in Brasile, e racconta la storia di un orfano, Shaggy, salvato dal deserto e allevato dallo spietato pistolero Seven Ears. Quando l'uomo scompare, il giovane parte alla sua ricerca. 

La pellicola è il primo western originale targato Netflix e vede nel ruolo del protagonista un irriconoscibile Diogo Morgado, interprete di Gesù nella miniserie La Bibbia.

Hell or High Water (2016)

La frontiera americana non ha mai smesso di esistere e ai giorni nostri è il Texas dei fratelli Toby e Tanner Howard. Hell or High Water è un western moderno, che segue la vicenda di due giovani che cercano di salvare il ranch di famiglia compiendo una serie di rapine in banca e finendo con il venire braccati da una coppia di Texas Ranger. 

Il film è il secondo di una trilogia non ufficiale ideata da Taylor Sheridan, che comprende Sicario (2015) e I segreti di Wind River (2017). La sceneggiatura di Hell or High Water è stata inserita nel 2012 nella celebre Black List dei migliori script non ancora prodotti (con il titolo di Comancheria) e i suoi protagonisti sono stati portati sullo schermo da Chris Pine, Ben Foster e Jeff Bridges.

Revenant - Redivivo (2015)

Western o non western? Revenant - Redivivo fa di sicuro parte del genere, ma è anche molto di più. La storia dell'esploratore e cacciatore di pelli Hugh Glass, che viene attaccato e ferito gravemente da un orso e abbandonato dai compagni, ma riesce a sopravvivere e compie un viaggio impossibile per avere vendetta, è un affresco potente dell'animo umano e del rapporto tra uomo e natura.

Il film scritto e diretto da Alejandro González Iñárritu è basato in parte sul libro Revenant - La storia vera di Hugh Glass e della sua vendetta e ha vinto tre Oscar, tra cui la tanto attesa statuetta per il Migliore attore protagonista a Leonardo DiCaprio. La pellicola ha conquistato altri premi prestigiosi ed è diventata famosa anche per le estenuanti, lunghissime riprese dal vivo (oltre che per la celebre scena tra l'orso e Leo).

The Ridiculous 6 (2015)

Il genere western è stato spesso e volentieri oggetto di parodie e rivisitazioni comiche e The Ridiculous 6 è uno degli esempi più recenti. Il film racconta la storia di Tommy Stockburn, un giovane cresciuto dai pellerossa con il nome di Lama Bianca, e dell'incontro con suo padre, il rapinatore di banche Frank Stockburn. Quando il fuorilegge viene rapito, Tommy si imbarca in un'avventura per liberarlo e scopre di avere 5 fratelli.

The Ridiculous 6 fa parte dell'accordo stipulato nel 2014 tra la Happy Madison Productions di Adam Sandler e Netflix per la produzione di 6 titoli. La pellicola è stata la più vista in 30 giorni nell'intera storia della piattaforma, ma ha ricevuto recensioni molto critiche e ha anche dovuto fare i conti con una controversia con i nativi americani per il modo in cui li ha rappresentati.

Rango (2011)

Il vecchio West diventa una divertente avventura per tutta la famiglia nel cartoon Rango. Quando per un incidente il camaleonte domestico che dà il titolo al film finisce nel Deserto del Mojave, si trova ad affrontare una realtà sconosciuta e ostile. Ma con un po' di fortuna, tanta inventiva e una buona dose di faccia tosta, la simpatica lucertola trova il modo di cavarsela. Almeno, fino a che nuovi problemi compaiono all'orizzonte...

Rango porta la firma del regista della saga di Pirati dei Caraibi, Gore Verbinski, e nella versione originale il protagonista ha la voce di Johnny Depp. La pellicola ha ottenuto un ottimo riscontro di pubblico e critica e nel 2012 ha vinto l'Oscar per il Miglior film di animazione.

Il Grinta (2010)

Il Grinta segna il debutto nel genere western dei fratelli Joel ed Ethan Cohen. Il film si basa sull'omonimo romanzo a puntate di Charles Portis pubblicato nel 1968 sul The Saturday Evening Post e segue la vicenda di Mattie Ross, una ragazzina in cerca di vendetta per l'omicidio del padre. Per catturare l'uomo che l'ha ucciso, l'adolescente ingaggia (con non poca fatica) uno spietato pistolero e finisce con il vivere un'avventura che la cambierà per sempre. 

La pellicola dei fratelli Cohen è il secondo adattamento del romanzo di Charles Portis, dopo quello del 1969 con John Wayne. A raccogliere la pesante eredità del leggendario attore è stato Jeff Bridges, che ha regalato ai fan del genere (e non solo) una memorabile interpretazione di Reuben J. "Rooster" Cogburn. 

Spirit - Cavallo selvaggio (2002)

DreamWorksIl poster di Spirit - Cavallo selvaggio
Spirit - Cavallo selvaggio è un cartoon ambientato nel West

Emozioni, buoni sentimenti, canzoni e un'animazione che restituisce la maestosa, sconfinata vastità delle terre della frontiera e lo spirito indomito dei suoi abitanti. Spirit - Cavallo selvaggio è un film di animazione che mescola western e favola nella storia avvincente di un puledro mustang che combatte per la libertà e con la sua forza e il suo coraggio diventa un esempio per gli uomini. 

La sceneggiatura di Spirit - Cavallo selvaggio porta la firma di un habitué del genere western, John Fusco, autore di Young Guns - Giovani pistole (1988), Young Guns II - La leggenda di Billy the Kid (1990) e Oceano di fuoco - Hidalgo (2004). La pellicola è stata candidata all'Oscar come Miglior film di animazione e nella versione italiana le canzoni che scandiscono la storia sono interpretate da Zucchero.

Wild Wild West (1999)

Il titolo non inganna. Wild Wild West è un film western. Ma la pellicola di Barry Sonnenfeld è anche una commedia di fantascienza. La storia dei due agenti speciali James "Jim" West e Artemus Gordon, ingaggiati dal presidente degli Stati Uniti per fermare il folle dottor Arliss Loveless, immerge lo spettatore in un mondo steampunk alla Jules Verne, dove cavalli e pistole esistono insieme ad armi e macchine mirabolanti.

Ispirata alla serie TV degli anni '60 Selvaggio West, Wild Wild West è un'ambiziosa commistione tra generi diversi, che non ha incontrato particolare favore da parte della critica. Anche il pubblico è rimasto tiepido (con un incasso globale di 222 milioni di dollari a fronte di un budget di 170), nonostante il cast stellare composto da Will Smith, Kevin Kline, Salma Hayek e Kenneth Branagh.

L'ultimo dei Mohicani (1992)

Penta FilmIl poster del film L'ultimo dei Mohicani
L'ultimo dei Mohicani è un western sui generis

Prima di Revenant - Redivivo, L'ultimo dei Mohicani è un altro film al quale il genere western sta stretto. La storia del giovane inglese Nathan, adottato dai nativi americani con il nome di Occhio di falco, di suo "fratello" Uncas e del loro amore per Cora e Alice, figlie del comandante britannico Munro, si intreccia con gli eventi della guerra dei sette anni e mescola narrazione storica e una dolente riflessione sulla natura umana.

Il film diretto da Michael Mann e interpretato da Daniel Day-Lewis è la terza trasposizione per il grande schermo dell'omonimo romanzo scritto da James Fenimore Cooper nel 1826. La pellicola è stata accolta in maniera molto positiva dalla critica, ha ricevuto diverse candidature a premi prestigiosi e ha conquistato l'Oscar per il Miglior sonoro.

E se la selezione western ancora non è abbastanza per la vostra sete di avventura, potete andare alla scoperta del catalogo Netflix cliccando qui.

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.