Mistero a Crooked House, trama e differenze con È un problema di Agatha Christie

Videa Un dettaglio del poster ufficiale di Mistero a Crooked House

Mistero a Crooked House è l'adattamento cinematografico di È un problema, noto romanzo giallo di Agatha Christie. Ecco la trama e le principali differenze tra libro e pellicola.

Diretto nel 2017 da Gilles Paquet-Brenner, Mistero a Crooked House è l'adattamento cinematografico del noto romanzo È un problema (titolo originale Crooked House, 1949) della famosissima scrittrice Agatha Christie. 

La pellicola, interpretata da un cast d'eccezione che vanta tra gli altri la presenza di Glenn Close, Terence Stamp, Max Irons e Gillian Anderson, è uscita nei cinema italiani il 3 ottobre 2017 mentre in Gran Bretagna, invece, è stata trasmessa sull'emittente Channel 5 il 17 dicembre 2017.

Mistero a Crooked House: la trama

Il film comincia con la morte del magnate greco-britannico Aristide Leonides, apparentemente deceduto per cause naturali. Sua nipote, Sophia Leonides, decide difar visita all'investigatore privato Charles Hayward nel suo ufficio. Sophia vuole che Charles indaghi sulla morte di Aristide, poiché crede che sia stato assassinato da un membro della sua famiglia non proprio unita. Sophia crede che la quotidiana iniezione di insulina di suo nonno sia stata in qualche modo sabotata con l'eserina, sostanza che gli avrebbe provocato un infarto fatale. Charles accetta con riluttanza il caso, in parte anche perché in passato ha avuto una breve relazione amorosa con Sophia a Il Cairo. Charles chiede il consenso dell'ispettore capo Taverner di Scotland Yard per esaminare il caso, facendo leva sul legame personale che lo lega all'uomo (che aveva prestato servizio con il padre di Charles, un ex commissario aggiunto decorato che è stato assassinato).

Nella tenuta di Aristide Leonides, Charles interroga i vari membri della famiglia e scopre che ognuno di essi nasconde dei segreti e che tutti potrebbero avere avuto dei buoni moventi per uccidere il ricco magnate. Tutti loro, infatti, hanno ricevuto sostanziali lasciti in seguito alla morte di Aristide, tutti sapevano come manipolare l'iniezione di insulina del nonno e, infine, tutti si sono mostrati risentiti del modo in cui l'uomo li maltrattava e li manipolava.

Tra i vari parenti di Aristide conosciamo Lady Edith de Haviland, sorella della defunta prima moglie di Aristide, che si era trasferita a casa del cognato per prendersi cura dei suoi nipoti senza madre. Ha sempre nutrito un certo disprezzo per Aristide a causa della sua insensibilità verso i nipoti e spesso si aggira per il cortile, facendo esplodere le talpe nel prato con un fucile da caccia.

Il figlio maggiore di Aristide, Philip, odiava suo padre per non averlo lasciato come successore dell'azienda di famiglia e per essersi rifiutato di finanziare la produzione di una sceneggiatura che Philip aveva scritto per sua moglie Magda, un'attrice teatrale in declino.

Philip e Magda hanno "regalato" ad Aristide tre nipoti: Sophia, Eustace (un adolescente paralizzato dalla poliomielite, che pensa che suo nonno lo disprezzasse) e Josephine (un intelligente dodicenne, che spia tutti e scrive quel che vede sul suo taccuino).

Ancora, c'è figlio minore, Roger, amministratore delegato della grande azienda di famiglia, che però ha più volte dovuto richiedere l'aiuto di Aristide. Sua moglie Clemency è una biologa con un'ampia conoscenza dei veleni.

La seconda moglie di Aristide, Brenda, è molto più giovane ed è un'ex ballerina di casinò di Las Vegas. Tutti i familiari di Aristide, in particolare Roger, ritengono che sia stata lei ad uccidere l'uomo, per vili ragioni di denaro e la donna, inoltre, ha fatto l'ultima iniezione (fatale) di insulina a suo marito. Scopriamo anche come Brenda abbia una relazione con Laurence Brown, tutor privato dei bambini di Philip Leonides. Quando il testamento di Aristide viene svelato, si scopre che in realtà le sue ultime volontà non sono state firmate. Pertanto, sarà Brenda ad ereditare la sua intera proprietà.

Le indagini di Charles vengono ostacolate da tutta la famiglia di Aristide, con gli eventi destinati a prendere una nuova e terribile svolta quando la scala per la casa sull'albero di Josephine viene sabotata e lei cade, finendo con l'essere ricoverata in ospedale. Charles sospetta che ciò fosse dovuto all'abitudine di Josephine di spiare gli altri membri della famiglia, con l'assassino che dunque ha voluto zittirla dandole una esemplare, quanto pericolosa, lezione.

Ma le cose stanno davvero così? Lungi dal volervi svelare il finale della pellicola e, soprattutto, chi sia l'assassino di Aristide, vi invitiamo a guardare la pellicola che sicuramente soddisferà tutti coloro che amano il genere mistery creato dalla maestra del giallo Agatha Christie.

Mistero a Crooked House: le differenze tra libro e film

MondadoriÈ un problema, libro di Agatha Chstie
È un problema, romanzo giallo di Agatha Christie

Sebbene il film sia in buona parte fedele al libro di Agatha Christie, la pellicola presenta alcuni cambiamenti rispetto al romanzo.

Nella pellicola, infatti:

  • Il padre di Charles, Sir Arthur Hayward è deceduto. Viene menzionato come Assistente Commissario di Scotland Yard ma è stato assassinato. L'ispettore capo Taverner svolge il ruolo in precedenza ricoperto da Sir Arthur. Nel libro Arthur è vivo  e lavora per Scotland Yard.
  • Charles e Sophia non hanno più una relazione. La loro relazione amorosa iniziata al Cairo si è conclusa quando Sophia si è rfiutata di presentare Charles alla sua famiglia e la donna ha scoperto che l'uomo la stava spiando per conto del Ministero degli Esteri a causa del loro interesse per gli affari di Leonides. Il finale del film non lascia intendere se avverrà o meno la loro definitiva riconciliazione.
  • Le età di Philip e Roger sono diverse rispetto al libro. Philip diventa il figlio maggiore e ciò potrebbe essere determinante per il suo movente nel voler uccidere Aristide, in quanto la direzione dell'azienda di famiglia è stata affidata a suo fratello minore, Roger.
  • La storia è ambientata un decennio più tardi, alla fine degli anni '50: uno dei personaggi, infatti, fa riferimento all'esecuzione dell'assassina Ruth Ellis, avvenuta nel 1955.
    Inoltre, l'automobile di Charles Hayward, una Bristol 405 , non è stata messa in commercio prima del 1955.
  • La conversazione con l'avvocato lascia intendere che il testamento di Aristide è stato firmato nel 1957.
  • La tata viene avvelenata dal cianuro, non dalla digitale purpurea.
  • Lady Edith rivolge la sua nota di confessione a Charles anziché a Taverner.
  • Lady Edith non lascia una seconda lettera per Charles e Sophia descrivendo Josephine come l'assassina di Aristide.
  • Sophia porta Charles in una discoteca di Londra, dove Tommy Steele e gli Steelmen suonano Elevator Rock, grande successo del 1956.
  • Nel film Brenda viene descritta come una ballerina e non come una cameriera. Nel libro, inoltre, non viene menzionata la sua origine americana.
  • Nel libro Josephine viene colpita da un pesante ornamento; nel film cade dalla sua casa sull'albero.
      Cerca