Bella da morire: le anticipazioni dell'ultima puntata di domenica 5 aprile

Cattleya/Rai Fiction Una scena di Bella da morire

Le vicissitudini dell'ispettrice Eva Cantini sono prossime alla conclusione, tutti i nodi dell'omicidio di Gioia Scuderi stanno finalmente venendo al pettine. Ecco cosa succederà nell'atteso finale di stagione della serie con Cristiana Capotondi.


In questa primavera televisiva, Bella da morire è sicuramente uno dei titoli di punta del palinsesto di Rai 1. Prodotta da Cattleya e Rai Fiction, per la regia di Andrea Molaioli, la fiction Bella da morire racconta il tema del femminicidio attraverso la morte di un'aspirante showgirl, Gioia Scuderi (Giulia Arena).

A indagare sul suo omicidio è Eva Cantini (Cristiana Capotondi), ispettrice passionale e intuitiva che si ritrova nel suo paese d'origine alle prese con la delicata storia della sua famiglia - Rachele, sua sorella, è una ragazza madre che ha interrotto ogni rapporto con il loro padre - e con un nuovo amore, quello per il collega Marco Corvi (Matteo Martari).

La seconda puntata di Bella da morire ci aveva lasciati con molti interrogativi sospesi sulla morte di Gioia. Eva era riuscita a far incarcerare il suo agente, nonché amante, Graziano Silvetti (Denis Fasolo), forzando un interrogatorio e facendo parlare una testimone. L'ipotesi della colpevolezza di Silvetti, però, cade in tempi record.

Bella da morire: il riassunto della terza puntata

Grazie a una nuova testimonianza, Graziano Silvetti viene scarcerato. Non è stato lui a uccidere Gioia: il suo assassino è ancora a piede libero. Eva - che viene sospesa momentaneamente dal servizio - si ritrova, frattanto, a badare al nipote Matteo, poiché la sorella Rachele (Bendetta Cimatti) ha deciso di cercare il padre del bambino, colpevole di averla violentata 10 anni prima.

L'ispettrice Cantini, grazie all'intervento della sua superiore, il procuratore capo Giuditta Doria (Lucrezia Lante Della Rovere), viene reinserita nella squadra che si occupa dell'omicidio di Gioia Scuderi.

Con i suoi metodi fuori dagli schemi, riuscirà a mettersi su una nuova pista. Tutti gli indizi sembrano portare a casa della sorella della vittima, Sofia (Elena Radonicich), e di suo marito Paolo. I due nascondono più di un segreto e, apparentemente, sarebbe stato proprio Paolo a uccidere Gioia.

La terza puntata si conclude con Eva e Marco alla ricerca di Paolo, che dopo aver malmenato la moglie Sofia scappa di casa. 

Bella da morire: le anticipazioni dell'ultima puntata

La quarta e ultima puntata di Bella da morire sarà articolata, come le precedenti, in due episodi. 

Le indagini della polizia sono ormai concentrate su Paolo Bonsini, marito della sorella di Gioia, Sofia. La relazione appena sbocciata tra Eva e Marco termina bruscamente, a causa di una reazione violenta di lui mossa dalla gelosia. L'ispettrice Cantini si rifugia a casa del padre, mentre Marco decide di lasciare Lagonero. Durante il suo viaggio si imbatte in Sofia, visibilmente sconvolta, e decide di seguirla.

Frattanto, Edoardo (il padre di Matteo) si presenta a casa di Rachele per conoscere suo figlio.

Quando tutto sembra ormai far pensare che sia stato Bonsini a uccidere Gioia, ecco il colpo di scena: l'uomo è stato ucciso. Chi è l'assassino? L'omicida di Paolo è lo stesso che si è macchiato del delitto di Gioia?

Ricordiamo che il finale di stagione di Bella da morire andrà in onda domenica 5 aprile, alle ore 21:25 su Rai 1. Tutti gli episodi sono disponibili in streaming su RaiPlay.

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.