Alien: Covenant 2, tutte le informazioni sul sequel di Ridley Scott

20th Century Fox Katherine Waterston è Janet Daniels in Alien: Covenant

Il ciclo delle avventure precedenti all'epopea di Ripley non sembra destinato a terminare con Alien: Covenant. Ecco tutti i dettagli disponibili al momento sul prossimo capitolo diretto da Ridley Scott, Alien: Awakening.

Alien: Covenant, uscito nelle sale italiane nel 2017, operava quella che poteva essere definita una coraggiosa riscrittura della mitologia classica. Mescolando tematiche vicine al mito della creazione e alla religione, la pellicola di Ridley Scott si proponeva in maniera piuttosto ambiziosa, ampliando l’opera narrativa già iniziata in Prometheus.

Questa ambizione, però, non fu seguita da un successo clamoroso al botteghino. Le difficoltà al box office hanno un po’ tarpato le ali ai piani di Ridley Scott, che appena dopo l’uscita di Alien: Covenant pianificava l’ultimo tassello della trilogia prequel di Alien.

Nonostante ciò, nel 2018 erano emersi i primi dettagli relativi a un possibile Alien: Covenant 2, chiamato Alien: Awakening. È da qui che è necessario partire per cercare di comprendere se e quando la parte mancante dell’opera di Scott potrà mai arrivare nei cinema.

20th Century FoxJanet Daniels, personaggio di Alien: Covenant

Per Ridley Scott, Alien: Awakening si farà (prima o poi)

I piani di Ridley Scott per il sequel di Alien: Covenant erano piuttosto chiari fin dall’inizio. Il regista, infatti, guardava non solo all’immediato futuro, ma anche alla creazione di una nuova trilogia ambientata nello spazio profondo. Intervistato nel 2017 da Fandango, il regista si esprimeva in questi termini:

Se Alien: Covenant avrà successo, e il sequel avrà successo, sicuramente ci saranno altri tre film.

Come è noto, però, il film con protagonista Michael Fassbender non andò incontro a performance economiche particolarmente entusiasmanti. Anche per questo, il progetto fu messo in pausa. Tutto ciò non fermò Scott, che nel 2019 è tornato alla carica. In un articolo di Variety, contenente anche una lunga intervista al regista, era possibile leggere questo estratto:

Alien ha registrato incassi globali per 105 milioni di dollari nel 1979 – ed è stato seguito da tre sequel, due crossover con il frachise Predator, e due prequel. Prometheus, del 2012, e Alien: Covenant, del 2017, entrambi diretti da Scott. Un terzo prequel, che verrà diretto dallo stesso Scott, è nella fase di scrittura della sceneggiatura.

L’esistenza del sequel di Alien: Covenant sembra essere accertata. Ulteriore confusione, però, è stata creata dal nome della prossima pellicola, che presumibilmente non si chiamerà Alien: Covenant 2, ma bensì Alien: Awakening. La confusione nasce dal fatto che Alien: Awakening era il nome preliminare scelto per il progetto di Neill Blomkamp, che aveva intenzione di proporre al pubblico un possibile Alien 5. Le rimostranze dello stesso Scott misero la parola fine al progetto, con il franchise che pertanto sembra essere indirizzato all’uscita di nuovi prequel, piuttosto che di spin-off e progetti paralleli.

20th Century FoxUna scena tratta da Alien: Covenant

La storia: David, gli Ingegneri e la regina

Il sequel di Alien: Covenant, stando alle notizie disponibili al momento, dovrebbe riprendere la storia lasciata in sospeso nel film del 2017. Secondo quanto riportato dal Sidney Morning Herald, la sceneggiatura è stata scritta da John Logan durante il periodo delle riprese di Alien: Covenant, e si dovrebbe concentrare sugli eventi legati alle azioni di David (Michael Fassbender). Nelle sequenze finali del film del 2017, infatti, l’androide mette in criostasi i coloni della nave USCSS Covenant, oltre che due embrioni di facehugger.

Per ottenere maggiori dettagli sul prossimo Alien: Awakening, è interessante guardare anche ad Advent, cortometraggio incluso nella versione blu-ray di Alien: Covenant. Nel corto, David invia una trasmissione alla Weyland-Yutani, spiegando i motivi legati alla creazione degli xenomorfi. In sostanza, come spiega Looper, il piano di David era quello di creare una regina, permettendo alla specie di continuare a vivere senza il suo intervento. Considerando che il sequel di Alien: Covenant sarà ancora ambientato prima di Alien, è molto probabile che la trama si concentrerà proprio sulle conseguenze degli esperimenti di David.

Alla fine del cortometraggio, inoltre, David si avvicina a Daniels. Mentre l’androide parla dei suoi propositi di creare una regina e dei suoi piani per gli xenomorfi, sembra probabile che sarà proprio il personaggio interpretato da Katherine Waterston - tra gli altri - a vestire i panni della vittima sacrificale nel suo piano diabolico. In che modo accadrà tutto ciò, però, non è chiaro.

Nel giugno 2017, in occasione di un’intervista rilanciata da Hnentertainment, Ridley Scott parlava così della storia del suo possibile, nuovo film:

Ci saranno tre o quattro nuove figure che arriveranno a investigare. Tra queste ci saranno gli Ingegneri che tornano sui loro passi per trovare il loro pianeta decimato. Penso che queste navi spaziali vadano e vengano. Li vedo un po’ come i giardinieri dello spazio. Dove andremo a parare penso sia ovvio. Andremo sul pianeta. Così facendo… non ti dirò tutta la storia!

Capire cosa Scott intenda con “il pianeta“ è un altro motivo di discussione. Secondo AVP Galaxy, potrebbe trattarsi di LV-426, e quindi di un possibile punto di collegamento tra i prequel e la storia del primo Alien. Oppure potrebbe trattarsi della destinazione della Covenant, Origae-6.

L’impressione, in ogni caso, è che in Alien: Awakening si assisterà a uno scontro tra David e gli Ingegneri superstiti. Scontro che in qualche modo andrà a costituire l’anello di congiunzione con la trama del primo Alien del 1979, e le vicende con protagonista la Ripley di Sigourney Weaver.

20th Century FoxUna sequenza di Alien: Covenant con Tennessee Faris e Daniels

Il cast: Michael Fassbender sì, Katherine Waterston forse

Nonostante la mancanza di annunci ufficiali, è possibile già esprimere qualche previsione sul cast del prossimo Alien: Awakening. Alla regia, come prevedibile, ci sarà Ridley Scott, che dovrebbe tornare a dirigere Michael Fassbender. L’attore ammirato anche in L’uomo di neve dovrebbe riproporsi nei panni dell’androide David. Oltre alle speculazioni, d’altra parte, sembra esistere anche l’intenzione dello stesso Fassbender di rientrare nell’universo di Alien. Intervistato nel maggio 2019 da Badtaste, l’attore dichiarava:

Mi piacerebbe molto. Adoro lavorare con Ridley Scott, e per me si è trattato davvero di un momento speciale quando ho messo piede sul set di Prometheus e ho iniziato a lavorare con lui. Mi piace molto il personaggio di David. È divertente recitarlo. Quindi sì, mi piacerebbe molto.

Anche Katherine Waterston, che in Alien: Covenant interpretava Janet Daniels, sembrerebbe affascinata dalla prospettiva di tornare a lavorare con Ridley Scott. Intervistata da The Playlist a inizio 2019, l’attrice dichiarava:

Non vivo a Hollywood, quindi di solito sono l’ultima persona a sapere quello che sta succedendo anche alla mia carriera. Non sono la persona migliore a cui chiedere quindi. Però ho avuto il presentimento che stessero pensando di continuare da dove era finito Alien: Covenant, e la cosa sembrava interessante. Mi piacerebbe tantissimo continuare questo progetto, nel caso loro mi volessero. Ma questo è tutto quello che so. Sono abbastanza sicura che hanno già cambiato opinione. Probabilmente hanno per la testa un sacco di idee.

20th Century FoxUna sequenza tratta da Alien: Covenant

Siete in attesa di Alien: Awakening?

Leggi anche

      Cerca