Il gabinetto del dottor Caligari, le foto rare del film finiscono all'asta

Criterion Conrad Veidt in una scena del film Il gabinetto del dottor Caligari

Cinquantacinque scatti dal set del capolavoro dell'Espressionismo tedesco vengono messe all'incanto dalla casa d'aste Sotheby's: queste immagini hanno una storia incredibile alle spalle.

Tutto comincia vent'anni fa tra i banchi di un mercatino delle pulci. Un collezionista si imbatte per caso in un pacchetto di foto d'epoca. Sono 55 scatti e soltanto vedendoli uno ad uno si capisce che si tratta delle foto di scena de Il gabinetto del dottor Caligari, il film iconico dell'Espressionismo tedesco.

L'allucinato e disturbante esperimento cinematografico di Robert Weine, risalente al 1920 e considerato il primo horror della storia nonché un viaggio nell'incubo che ha anticipato l'orrore del Nazismo, rivive in quelle immagini, conservate ancora in perfetto stato.

Le foto, a cent'anni esatti dal film di Weine, sono state messe all'incanto dalla casa d'aste Sotheby's, che le mostra per la prima volta sul sito ufficiale. Le immagini del film sono davvero rare: in passato è capitato che alcune di esse fossero esposte, ma soltanto al Los Angeles County Museum of Contemporary Art e al Metropolitan Museum of Art di New York.

Kelly Sidley, ricercatrice senior di Sotheby's, ha spiegato a The Hollywood Reporter l'eccezionalità di questo ritrovamento.

L'aspetto davvero sorprendente è che il committente ha trovato questo gruppo di 55 fotografie. Di solito se ne possono trovare una o due. Trovarne 55 che raccontano l'intero arco della storia – che include diverse scene e tutti i personaggi principali – è qualcosa di veramente speciale. Poiché si trattava di un film muto, queste immagini in un certo senso possono valere l'esperienza cinematografica. Disponendole una dietro l'altra, ci si può fare un'idea dell'intera storia.

Il gabinetto del dottor Caligari è il film simbolo del cinema fantastico: la storia di un malato di mente, Cesare (Conrad Veidt), impazzito dopo la morte di un amico e costretto dall'illusionista Caligari (Werner Krauss) a commettere dei delitti in stato di ipnosi.

La stima per l'intero lotto è tra i 20mila e i 30mila dollari. Secondo Sidley, infatti, non esistono molti fotogrammi del film in circolazione e il formato – 25,4 per 33 centimetri – è "molto moderno". Alcune foto, nelle quali è possibile ammirare le geniali scenografie di Hermann Warm, Walter Reimann e Walter Rohrig, presentano inoltre delle annotazioni numeriche a matita sul retro.

Gli scatti fanno parte di un lotto, in chiusura il 3 aprile 2020, che include complessivamente oltre 200 pacchetti, tra i quali spiccano foto di Cindy Sherman, Diane Arbus, Henri Cartier-Bresson, Man Ray, Irving Penn e Walker Evans, un autoritratto di Anton Giulio Bragaglia e i poster di Annie Leibovitz dedicati ai Blues Brothers e a Liberace e Scott Thorson.

      Cerca