Un'impresa da Dio: l'arca del film e il suo significato

Universal Pictures Il protagonista di Un'impresa da Dio

Un'impresa da Dio è una commedia del 2007, spin-off di Una settimana da Dio con Jim Carrey. Celebre è la scena biblica della arca di Evan Baxter, chiamato a salvare animali e umani da un'immane tragedia.

Diretto da Tom Shadyac, Un'impresa da Dio è un film commedia del 2007 interpretato da Steve Carell, Lauren Graham (Una mamma per amica), Morgan Freeman e John Goodman. Per chi non lo sapesse, la pellicola è lo spin-off di Una settimana da Dio, commedia di gran successo del 2003 con Jim Carrey nei panni del protagonista.

Per questo film, Morgan Freeman è tornato a interpretare l'importante ruolo di Dio, che affida a Evan Baxter (Steve Carrell) un'impresa a dir poco titanica.

La trama

Evan Baxter (Steve Carell) è un ambizioso e brillante giornalista televisivo che viene eletto al Congresso di Washington D.C. Sposato felicemente con la bella Joan e padre di tre figli maschi, Evan vedrà la sua vita del tutto sconvolta quando Dio in persona (Morgan Freeman) gli affiderà un'importantissima missione: costruire una nuova Arca per salvare umani ed animali, come millenni prima aveva fatto Noè.

Assumendo giorno dopo giorno un aspetto sempre più simile a quello di un patriarca biblico e con tutti gli animali da salvare che man mano si presenteranno alla sua porta, Evan sarà costretto a svolgere il suo compito, che avrà inizialmente ripercussioni sia sulla sua vita familiare che su quella politica. L'uomo, però, capirà giorno dopo giorno l'importanza della sua missione e prenderà seriamente in carico tutte le direttive di Dio, per tentare di salvare il suo mondo da quella che si preannuncia un'autentica piaga biblica...

La scena dell'arca: Evan - Noè tenta di salvare il "mondo"

Potete ammirare la scena dell'alluvione, che come annunciato da Dio ad Evan è prevista nel film per il 22 settembre a mezzogiorno, nel filmato qui sopra. Questa sequenza (ovviamente è ispirata al grande racconto della Bibbia che narra della colossale imbarcazione costruita su indicazione di Dio da Noè per consentire ad esseri umani e animali di sopravvivere al Diluvio Universale) ha richiesto enormi sforzi economici ma è sicuramente riuscita nello sforzo di offrire alla visione degli spettatori un evento di enorme portata.

Prima della grande alluvione, la polizia, sobillata dal capo del Congresso (e quindi di Evan) Chuck Long, che ha interessi nello sfruttamento economico illegale dei parchi e delle riserve naturali della zona, arriva a casa di Evan per distruggere l'arca, poiché la sua costruzione ha violato tutta una serie di norme edilizie. Dopo un breve temporale che sembra confermare la profezia di Evan, tutti tornano a credere che Evan sia un folle, finché un'enorme diga, situata all'imbocco della valle, cede, inondando la valle e trasportando l'Arca (su cui nel frattempo sono salite tutte le persone presenti a casa di Evan e le coppie di animali da tempo giunte all'abitazione) fin davanti al Congresso. Qui Evan, salvando tutti coloro che sono saliti sull'arca, parla dello sfruttamento delle riserve naturali ai giornalisti, con il capo del Congresso che finalmente viene indagato per i suoi malaffari. Insomma, la Natura che, ancora una volta, si ribella allo sfruttamento da parte dell'uomo.

Una piccola curiosità: l'arca utilizzata per le riprese di Un'impresa da Dio è stata progettata per soddisfare le reali dimensioni dell'arca biblica, circa 137 metri di lunghezza, 24 metri di larghezza e 16 metri di altezza. Il suo aspetto, invece, è stato basato anche sulle immagini di numerosi libri per bambini che vari membri dell'equipe del film avevano letto durante l'infanzia. Per quanto riguarda invece i tanti animali che hanno fatto la loro apparizione sull'arca, l'American Humane Association ha supervisionato le 177 specie di esemplari utilizzate nel film. In alcune delle scene che includono sia predatori che prede, gli animali sono stati invece aggiunti in digitale per garantire la loro totale sicurezza.

Del resto, come dichiarato prima dell'uscita del film da un portavoce di Universal Studios, in relazione al significato della pellicola e soprattutto riferendosi alla  fase di realizzazione dell'arca e della sua funzione:

Gli animali vivi utilizzati nelle riprese di Un'impresa da Dio sono stati integrati da un gran numero di animali generati dal computer, ma sarebbe stato impossibile dipendere esclusivamente dalla CGI poiché alcune scene chiave del film dimostrano la necessità di una convivenza pacifica e produttiva tra uomo e animali.

Uno dei messaggi più importanti e inevitabili del film è la responsabilità che gli umani hanno di proteggere e prendersi cura degli animali.

Fonti: TV.com/Film.com

Leggi anche

      Cerca