Toy Boy: il finale della prima stagione e la sua spiegazione

La serie TV Toy Boy, disponibile su Netflix dal 28 febbraio 2020, è arrivata al suo tredicesimo e ultimo episodio: leggi cosa è successo nel finale della prima stagione.

Netflix La serie TV Toy Boy su Netflix

È finita la prima stagione di Toy Boy, la serie TV spagnola che ha debuttato su Netflix il 28 febbraio 2020. Prodotto da Atresmedia per Antena 3, Toy Boy è un thriller che vediamo già inserito nella top ten dei progetti su Netflix più seguiti e apprezzati in Italia e di cui abbiamo recentemente visto il finale della prima stagione.

La trama di Toy Boy

La serie TV ruota attorno al personaggio di Hugo, un giovane spogliarellista che lavora sulle navi da crociera. Un giorno, dopo una folle nottata, si risveglia accanto al cadavere carbonizzato di un uomo, che si scopre essere il marito della sua amante, Macarena Medina (interpretata da María Pedraza di Elite). Di quest’ultima, infatti, Hugo era il Toy Boy. Per tutti è lui il colpevole, in quanto colto in flagranza di reato. L’uomo, stando a quanto deciso dal Giudice, dovrà scontare ben quindici anni di carcere per un crimine di cui non ricorda nulla. 

L’avvocato Triana Marìn riesce a ottenere uno sconto di pena: sette anni di prigione a Magala. Così facendo, la donna spera di provare l’innocenza di Hugo entro la data del nuovo processo, svolgendo indagini accurate che possano mettere in luce la verità, nonostante all’inizio il protagonista non volesse farsi aiutare. Tra colpi di scena, momenti disarmanti ed emozioni intense, la serie TV Toy Boy è riuscita a ottenere un grande successo di pubblico in Italia: basti pensare che in Spagna il progetto non ha appassionato i suoi telespettatori. 

Il finale della prima stagione 

Sorprende il finale della prima stagione di. Il tredicesimo e ultimo episodio si intitola Angeli caduti e porta alla luce la tanto agognata verità sulla morte del marito di Macarena, regalandoci momenti indimenticabili e travolgenti e mescolando sapientemente tutti i sentimenti più veri e reali che esistano: dal dolore all’amore. Quindi, cosa è accaduto quella notte? 

A inizio episodio ci troviamo di fronte a due situazioni: da un lato la mafia irlandese che vuole recuperare i soldi del suo locale; dall’altra Hugo che si trova di fronte allo stupratore di Andrea, il figlio di Macarena, tormentato da anni per l’abuso subito: Mateo Medina, il fratello di Macarena. Quest’ultimo infatti ammette la violenza e afferma di essere l’assassino di Alvaro Rojas. 

Dopo un’introduzione generale al finale di Toy Boy, vediamo cosa succede passo passo e come vengono a galla le “verità nascoste”. Andrea, il figlio di Macarena, racconta la verità su quanto accaduto quando era ancora un bambino. La madre, infatti, viene a conoscenza di un video che testimonia il reale colpevole. È l'ispettore Zapata ad averlo e per mostrarglielo pretende dalla donna 2 milioni. I due vengono visti da Hugo nel parcheggio, il quale riferisce tutto al suo avvocato. Adesso Triana ha del nuovo materiale su cui lavorare, informazioni che innescano in lei una serie di dubbi, anche sull’ispettore incaricato dell’indagine. 

Poco dopo i Toy Boy, Hugo, Jairo, Iva, German e Oscar, si travestono da angeli oscuri per dare inizio all’ultima danza nel locale. Oltre alla preoccupazione legata alla testimonianza - i giovani vogliono scoprire cosa accadde quella notte in modo che Hugo sia finalmente libero da ogni accusa -, c'è anche quella per la mafia irlandese, che pare intenzionata a riavere quelli che considerano i loro soldi. 

Nel frattempo Andrea scompare. Più tardi, dopo una ricerca disperata da parte della madre, si scopre che Mateo Medina l'ha rapito per paura che quest’ultimo diffondesse il video compromettente. Dopo il rapimento, infatti, Mateo fa registrare al giovane un nuovo video in cui dichiara che il colpevole dell'abuso e dell'omicidio del padre è veramente Hugo. 

Il video viene visto da tutti e l'ispettore Zapata si mobilita subito per arrestare Hugo, il quale scappa dal locale - primo luogo in cui viene cercato - per capire cosa è successo. È in un internet point che comprende la verità grazie a un dettaglio della mano di Andrea: si tratta di un nuovo video. Non è l'accusa originale. Intanto la mafia irlandese non si lascia attendere: o gli vengono restituiti i soldi o si impossessano le locale, distribuendo poi droga al suo interno. La scelta è tra i soldi, la morte o la perdita del controllo del locale. I giovani hanno poco tempo per pensarci.

In seguito Hugo, dopo aver ricevuto una comunicazione, si dirige alla tenuta di Mateo, dove trova Andrea con una corda intorno al collo, su uno sgabello, ma ancora vivo. Mentre cerca di liberarlo entra il colpevole, con l’intenzione di uccidere entrambi. Poco dopo, mentre quest'ultimo sta parlando, parte un flashback: Mateo confessa di aver violentato il nipote in passato e di aver ucciso Alvaro Rojas perché testimone dell'abuso. Il padre di Andrea, infatti, entrò in casa nel momento in cui Mateo si stava sistemando i pantaloni.

Dopo aver colpito Mateo, grazie all'aiuto essenziale di Andrea, i due cercano di scappare, ma il fratello di Macarena è previdente: aveva chiuso a chiave la casa, dalla quale ormai pare impossibile poter fuggire. Il colpevole dell'abuso li raggiunge, ma Hugo e Andrea riescono a scappare da una finestra nei sotterranei. È proprio in questa occasione che Hugo viene colpito da un colpo di pistola: Mateo vuole fermarlo. A detta sua, non è abbastanza forte per sopravvivere in prigione.

Fuori dalla tenuta, ad aspettare i due feriti c'è Triana, la quale porta Andrea al sicuro. Qui si assiste a un faccia a faccia tra il presunto assassino e il reale colpevole. Mateo si dimostra essere un uomo emotivamente fragile. D'altronde si è sempre sentito la ruota di scorta di tutti e un problema per la sua famiglia. Prima che possa dire a Hugo chi lo aveva aiutato a spostare il corpo di Alvaro, arriva l'ispettore Zapata che lo uccide con un colpo di pistola. 

Eppure c'è qualcosa che non quadra: perché Zapata ha ucciso Medina prima che potesse parlare? È un caso o sotto c'è di più? Perché durante l'interrogatorio ad Andrea il commissario non va fino in fondo? Perché non gli chiede chi era con Mateo il giorno dell'assassinio del padre? Che stia nascondendo qualcosa di importante per salvaguardare se stesso o qualcuno vicino a lui?  

Il finale della prima stagione non lascia dubbi sulla produzione di una seconda stagione: Hugo è libero e Andrea e Jairo finalmente possono vivere la loro storia d’amore, ma qualcosa però non va come sperato: mentre il toy boy festeggia la fine di un viaggio alla ricerca della libertà e della verità con Triana, Ivan, Oscar e German, il luogo in cui si trovano esplode. L’avvocato si ritrova in fin di vita dopo essere stata scaraventata con forza a terra dall’esplosione. 

Pagina Ufficiale FacebookFinale della prima stagione di Toy Boy
  • I Toy Boy sono uomini-oggetto perché vengono usati dalle donne per soddisfare il proprio piacere sessuale. Non c'è amore, non c'è coinvolgimento emotivo: è solo questione di sesso. I Toy Boy sono molto più giovani rispetto alle donne a loro interessate. Non è un caso il termine "toy", che significa "gioco" ma è anche indice di un'età più giovane. 

Insomma, il finale della prima stagione della serie TV Netflix ci lascia con un cliffhanger sbalorditivo, che cambia tutte le carte in tavola. 

Leggi anche

      Cerca